Esercito

VENTENNALE DELL’INGRESSO IN KOSOVO DEL CONTINGENTE ITALIANO

20 Settembre 2019: FONTE – Stato Maggiore Esercito –   Il Capo di SME presente alle celebrazioni   Caserta, 20 settembre 2019. Conclusa con una cerimonia militare in piazza Carlo II, alla presenza del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Generale di Corpo d’Armata Salvatore FARINA, del Comandante Generale dell’Arma del Carabinieri Generale di Corpo d’armata […]

Leggi

Marina Militare

I PALOMBARI DELLA MARINA MILITARE CONTINUANO IN MANIERA ININTERROTTA LE OPERE DI BONIFICA A MOLA DI BARI (BA), NEL LAGO DI BRACCIANO (RM) E NEL LAGO DI VARNA (BZ)

19 Settembre 2019: FONTE – Marina Militare –   Dal 1° gennaio 2019 sono già 35.440 gli ordigni esplosivi neutralizzati   Dall’11 settembre 2019 i Palombari del Gruppo Operativo Subacquei (GOS) del Comando Subacquei ed Incursori della Marina Militare (Comsubin), distaccati presso i Nuclei SDAI (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi) di Taranto, La Spezia ed Ancona hanno […]

Leggi

Aeronautica Militare

ACCADEMIA AERONAUTICA: GLI ALLIEVI SALUTANO IL NUOVO COMANDANTE

19 Settembre 2019: FONTE – Aeronautica Militare – Dopo due anni trascorsi alla guida dell’Accademia, il Generale Degni cede il comando dell’Istituto al Generale Tarantino   Si è svolta mercoledì 18 settembre, sul piazzale delle Medaglie d’Oro dell’Accademia Aeronautica di Pozzuoli, la cerimonia di avvicendamento tra il Generale di Divisione Aerea Enrico Degni e il Generale di Brigata Aerea Paolo Tarantino quale nuovo Comandante dell’Istituto. La cerimonia […]

Leggi

 

Video

 

Carabinieri

ORTONA – VASTA OPERAZIONE DI CONTROLLO DEL TERRITORIO: MULTE AGLI ESERCIZI PUBBLICI E UN ARRESTO

20 Settembre 2019: FONTE – LEGIONE CARABINIERI “ABRUZZO E MOLISE” Comando Provinciale di Chieti – Ha visto impegnati 30 militari dell’Arma, tra cui un’unità antidroga del Nucleo Cinofili di Chieti, personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Chieti e del N.A.S. di Pescara, la vasta operazione di controllo del territorio messa in atto ieri […]

Leggi

Polizia di Stato

TORINO: SCONTRI PER SGOMBERO CENTRO SOCIALE, IDENTIFICATI GLI AUTORI

20 Settembre 2019: FONTE – Polizia di Stato – Quattordici misure cautelari emesse dalla procura della Repubblica di Torino sono state eseguite questa mattina dagli uomini della Digos nei confronti di militanti anarchici che lo scorso 9 febbraio si son resi responsabili degli scontri durante l’operazione “Scintilla”: lo sgombero dello storico centro sociale “Asilo”. Tre persone sono […]

Leggi

Guardia di Finanza

OPERAZIONE CARTHAGO - SGOMINATO TRAFFICO INTERNAZIONALE DI DROGA TRA MAROCCO, SPAGNA, SVIZZERA, OLANDA ED ITALIA

19 Settembre 2019: FONTE – Guardia di Finanza Comando Provinciale Trento – Lo spaccio anche a pochi passi da scuole e piazze di Trento e Bolzano. Indagati settantatré narcotrafficanti, fra i quali esponenti della camorra e della “quarta mafia foggiana”. Quindici gli arresti eseguiti dalle Fiamme Gialle in varie località d’Italia e all’estero. Sequestrati oltre […]

Leggi

Altre Istituzioni

DESME’

24 Luglio 2019: FONTE – Alessandro Macchi – Centro Studi Piemontesi-Ca dè Stùdi Piemontèis –   Desmè è parola piemontese antica, forse originaria delle “terre alte”, che dice del potere interiore di far rivivere in assoluta attualità emotiva momenti mai dimenticati, ma pacatamente riposti nel fondo della memoria. In “Desmé” colpisce innanzi tutto la capacità […]

Leggi

Peace & Love

Peace & Love

01 giugno 2019: FONTE -Movimento Conservatore Stella d’Italia-

Non riesco a abituarmi a questa demolizione costante dell’Istituto Militare. Sì perchè le FFAA sono una istituzione che ha un ruolo ben preciso: la difesa della Patria e del Popolo italiano.

Abbiamo visto la signora Trenta gioire per un matrimonio omosessuale tra militari in divisa e va bene, opinioni sue che rispetto, organizzare indecenti balletti a Lourdes con militari in divisa, va bene, è il suo modo di fare e lo rispetto, fare gestacci con le dita con fare tronfio e soddisfatto in Parlamento, va bene, è la sua educazione.

Va bene per la signora Trenta: non va assolutamente bene per un Ministro della Difesa.

Ora l’ennesimo insulto, ho già dovuto assistere al vergognoso comportamento della nemica della lingua italiana, la per fortuna ex presidente della camera Boldrini che alla precedente parata ha snobbato con fare da spuzzetta sotto il naso da radical chic de noartri il passaggio della Brigata Paracadutisti “Folgore” e ora dovrei assistere a una pagliacciata dove la parata militare del due giugno come tema ha l’inclusione?

Ma l’inclusione di che? Mettiamo dei fiori nei nostri cannoni? Siamo tornati a Woodstock? Siamo tornati ai figli dei fiori? Ma questa signora Trenta, malauguratamente ministro della Difesa, non è la sola protagonista di questa stagione di disprezzo nei confronti di chi serve la Patria in divisa. Che ne dite dell’avvocato Conte che dichiara di disarmare i militari per mandarli nelle retrovie a parlare di pace.

Non che la pace ci faccia schifo, ovvio. Credo che nessuno apprezzi di più la pace dei militari che sanno bene cosa comporta la guerra e sanno che, se ci dovesse essere, saranno loro a doverla combattere e non stare nelle retrovie a parlare di pace con l’avvocato Conte.

Tempo fa mi trovai alla Scuola Militare della Nunziatella, una delle fucine delle future classi dirigenti, e non solo militari, di questo sfortunato grande Paese e il Direttore della Scuola, Colonnello di artiglieria, mi disse che non c’era più formazione per gli artiglieri e si chiedeva, se mai sforrtunatamente ce ne sarebbe stato bisogno, come si sarebbe potuto fare visto che un artigliere, a differenza di uno che balla il trenino o va nelle retrovie a parlare di pace, non lo si forma dall’oggi al domani.

Ecco, questo è il problema di avere a che fare con una classe dirigente palesemente incompetente trascinata al potere da un voto di protesta e di scambio per la speranza di avere un sussidio di stato chiamato reddito di cittadinanza. Quando avremo bisogno di soldati e non di buffoni in uniforme dove li troveremo?

E quindi quest’anno, per la prima volta, non assisterò alla parata del due giugno, nè dal vero e nemmeno in televisione, non voglio vedere una parata dell’inclusione dove i nostri soldati, perfettamente addestrati e equipaggiati per il loro compito sono trattati alla stregua di burattini da questi figuri tardo sessantottini che amano sussurrare “Peace and Love” ma non sanno che la pace si difende e che per difenderla ci vuole coraggio, spirito di sacrificio, addestramento, amore per la Patria e armi.

Andrea Marrone

Presidente Movimento Conservatore Stella d’Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *