Esercito

IL GENERALE FARINA IN VISITA AI MILITARI IN CAMPANIA

13 Settembre 2019: FONTE – Stato Maggiore Esercito – Il Capo di SME a Nola e Persano   La visita è iniziata al Polo di Mantenimento Pesante Sud dove, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito accolto dal Direttore, Brigadier Generale Pietro Barbera, ha preso parte ad un briefing in cui sono state illustrate le molteplici attività dell’Ente. […]

Leggi

Marina Militare

RIPRENDE L’ADDESTRAMENTO DEI FUTURI COMANDANTI NELL’ANNO ADDESTRATIVO 2019/2020

12 Settembre 2019: FONTE – Marina Militare –   Lo scorso 9 settembre ha avuto inizio l’anno addestrativo 2019/2020 e nello specifico il percorso formativo che preparerà nove tenenti di vascello ad affrontare il loro primo Comando Navale. La 285^ sessione di Scuola Comando Navale, presso la base navale di Augusta, centro di eccellenza da 93 anni nella formazione […]

Leggi

Aeronautica Militare

AERONAUTICA, DIFESA AEREA: INTERCETTATO SUI CIELI DI VENEZIA ULTRALEGGERO TEDESCO SENZA PIANO DI VOLO

13 Settembre 2019: FONTE – Aeronautica Militare – Un caccia F-2000 Eurofighter dell’Aeronautica Militare, in prontezza per il servizio di sorveglianza dello spazio aereo, si è alzato rapidamente in volo ieri mattina dalla base aerea di Istrana (TV), sede del 51° Stormo, per intercettare un ultraleggero tedesco decollato dall’Austria e diretto in Italia senza essere […]

Leggi

 

Video

 

Carabinieri

OPERAZIONE “BLACK GOLD”

16 Settembre 2019: FONTE – Comando Generale Carabinieri – Comando Provinciale Carabinieri di Siracusa – SIRACUSA: Assicurata alla giustizia dai Carabinieri del Comando Provinciale di Siracusa e dell’Aeronautica Militare di Sigonella associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti e ricettazione di ingenti quantitativi di idrocarburi. Eseguite 8 ordinanze. Dalle prime luci dell’alba di oggi nelle […]

Leggi

Polizia di Stato

TORTURE SUI MIGRANTI: ARRESTATI TRE SCAFISTI AD AGRIGENTO

16 Settembre 2019: FONTE – Polizia di Stato – Sono stati fermati dalle Squadre mobili di Agrigento e Messina i tre torturatori di Zawyia la città della costa libica dove, dentro una ex base militare, vengono sequestrati centinaia di migranti in attesa di partire per l’Europa. I tre uomini di 22, 24 e 26 anni sono accusati […]

Leggi

Guardia di Finanza

CONTROLLI SUI VIADOTTI AUTOSTRADALI - ESEGUITA UNA ORDINANZA CHE COMPRENDE 9 MISURE CAUTELARI

13 Settembre 2019: FONTE – Guardia di Finanza Comando Provinciale di Genova – I militari del I Gruppo della Guardia di Finanza di Genova, coordinati dalla locale Procura della Repubblica, hanno eseguito una ordinanza che comprende nove misure cautelari nei confronti di dirigenti e tecnici di Autostrade per l’Italia s.p.a. e Spea Engineering s.p.a. Si […]

Leggi

Altre Istituzioni

DESME’

24 Luglio 2019: FONTE – Alessandro Macchi – Centro Studi Piemontesi-Ca dè Stùdi Piemontèis –   Desmè è parola piemontese antica, forse originaria delle “terre alte”, che dice del potere interiore di far rivivere in assoluta attualità emotiva momenti mai dimenticati, ma pacatamente riposti nel fondo della memoria. In “Desmé” colpisce innanzi tutto la capacità […]

Leggi

NATO CONCLUSA L’ESERCITAZIONE VIGOROUS WARRIOR 2019

NATO CONCLUSA L’ESERCITAZIONE VIGOROUS WARRIOR 2019

16 Aprile 2019: FONTE – Stato Maggiore Difesa –

La componente sanitaria delle Forze Armate italiane si addestra con i paesi partner dell’Alleanza – NATO Vigorous Warrior

Si e svolta dal 1 al 12 aprile 2019 la 5^ edizione dell’esercitazione sanitaria NATO Vigorous Warrior 2019, che ha visto protagonisti oltre 2500 partecipanti provenienti da 39 Paesi.

L’esercitazione ha lo scopo di testare le capacità degli assetti sanitari campali, in un ipotetico scenario di missione in area ad alto rischio (missioni NATO “ex article 5”).

In quest’ottica le Forze Armate hanno messo in campo assetti sanitari militari, civili, interforze e multinazionali di assoluto rilievo.

In particolare il Multinational Medical Joint Training Center (M2JTC), unità costituita presso la Scuola di Sanità, con lo scopo di testare l’efficienza operativa e la prontezza degli assetti sanitari militari della NATO e delle nazioni partner, destinate a fornire un sostegno medico tramite l’integrazione sanitaria militare e civile.

Nello specifico, sono stati allestiti diversi ospedali da campo con differenti livelli di capacità, dal pronto soccorso (Role 1) ad una struttura con sale operatorie e diversi team chirurgici (Role 4), ambulanze e mezzi di trasporto, come il VTMM “Orso” dell’Esercito Italiano  in un contesto multinazionale, di supporto alla condotta di operazioni interforze e attraverso la standardizzazione delle procedure di Medical Evacuation (MEDEVAC) e Strategica di Evacuazione (STRATEVAC), tesa ad acquisire la necessaria expertise in ambito organizzativo includendo il il servizio di emergenza civile romeno (SMURD) ed ungherese (HONUR).

In questo contesto, l’esercitazione ha sviluppato anche la capacita di trasporto e gestione di feriti con patologie altamente infettive. Il trasporto è stato affidato ad un C130J dell’Aeronautica Militareche, grazie alle speciali barelle di isolamento in dotazione, attraverso la sala operativa per l’evacuazione sanitaria strategica (Patient Evacuation Coordination Cell – PECC) di Pratica di Mare, ha coordinato e trasferito con l’ospedale Spallazani di Roma il paziente infetto.

La Difesa italiana ha schierato numerosi assetti specialistici, sia per le attività di direzione ed organizzazione dell’Esercitazione, sia per quelle operative e addestrative con personale dell’EsercitoMarinaAeronautica e Carabinieri che, insieme all’ospedale civile Spallanzani ed alla Protezione Civile , ha evidenziato la capacità dual use nella cooperazione civile-militare per la risposta a situazioni di emergenza in completa interoperabilità con i paesi dell’Alleanza.

Approfondimenti

In particolare hanno fornito un contributo determinante per il successo dell’Esercitazione: l’Ispettorato Generale della Sanità Militare – originatore dei “Lineamenti dell’Esercitazione” e con un innovativo team di risposta ad eventi biologici; l’Esercito con la componente sanitaria del NATO Rapid Deployable Corps Italy (NRDC-ITA); la Scuola di Sanità e Veterinaria militare insieme al Multinational Medical Joint Training Center (M2JTC), con compiti di addestramento e valutazione degli assetti sanitari schierati sul terreno; il Policlinico Militare Celio di Roma, con un team chirurgico avanzato (Forward Surgical Element – FSE); il Comando dei Supporti Logistici con la capacità ground-medevac; la Marina Militare con personale altamente qualificato nel settore della difesa biologica e dell’emergenza, l’Aeronautica Militare con un team di biocontenimento e aliquote di sala operativa per l’evacuazione sanitaria strategica (Patient Evacuation Coordination Cell – PECC) di Pratica di Mare con un C-130J della 46^ Brigata Aerea di Pisa ha effettuato il trasporto sotto l’egida del comando europeo per il trasporto aereo (European Air Transport Command).

La logistica di supporto alle operazioni nazionali è stata garantita da personale del Raggruppamento autonomo del Ministero della Difesa (RAMDIFE). Personale proveniente dalla Protezione Civile – Servizio Risorse Sanitarie, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, e Ospedale “Lazzaro.

TESTO E FOTOGRAFIE DI PROPRIETÀ – STATO MAGGIORE DIFESA –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *