Esercito

COMANDANTI DI COMPAGNIA: CURA DEL PERSONALE, ESEMPIO E CONSAPEVOLEZZA

19 Luglio 2019: FONTE – Stato Maggiore Esercito –   Il Capo di SME in visita ai frequentatori del 4° Corso per Ufficiali subalterni a Torino. ​Nell’ambito della Scuola di Applicazione e Istituto di Studi Militari dell’Esercito di Torino, si sta svolgendo il 4° Corso per Ufficiali subalterni (Tenenti prossimi alla nomina a Capitano) del Ruolo Normale […]

Leggi

Marina Militare

MARINA MILITARE: PARTE DA TARANTO LA CAMPAGNA D’ISTRUZIONE DI NAVE ETNA

18 Luglio 2019: FONTE – Marina Militare Comando Marittimo Sud –   La campagna degli allievi della seconda classe dell’Accademia Navale toccherà diversi porti del Mediterraneo  Domenica 21 luglio dalla Stazione Navale Mar Grande della Marina Militare di Taranto, partirà la nave da supporto logistico Etna, per la campagna d’istruzione degli Allievi della seconda classe […]

Leggi

Aeronautica Militare

DIFESA AEREA: INTERCETTATO UN VELIVOLO CIVILE CHE AVEVA PERSO CONTATTO RADIO

19 Luglio 2019: FONTE – Aereonautica Militare –   Un caccia F-2000 Eurofighter dell’Aeronautica Militare, in prontezza per il servizio di sorveglianza dello spazio aereo, si è alzato rapidamente in volo questa mattina dalla base aerea di Istrana (TV), sede del 51° Stormo, per intercettare un velivolo civile Gulfstream IV decollato dall’Aeroporto Tel Aviv – […]

Leggi

 

Video

 

Carabinieri

FANO, DÀ FALSE GENERALITÀ AI CARABINIERI PER NON ESSERE ESPULSO MA VIENE SCOPERTO ED ARRESTATO

19 Luglio 2019: FONTE- Legione Carabinieri Marche Compagnia di Fano – I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Fano hanno arrestato in flagranza di reato C.P., 46enne di origine romene, disoccupato, in Italia senza fissa dimora e con diversi precedenti alle spalle. L’uomo era stato fermato per un normale controllo dei documenti ma aveva dichiarato […]

Leggi

Polizia di Stato

ORE 16,58 19 LUGLIO 1992

19 Luglio 2019: FONTE – Polizia di Stato –   Ci guardano da 27 anni dalle 16,58 del 19 luglio 1992, precisamente. Ci guardano attraverso delle fototessere perché i loro occhi si sono spenti per sempre quel giorno, polverizzati da 90 chili di plastico mafioso. Sono “i ragazzi della scorta” di Paolo Borsellino morti a […]

Leggi

Guardia di Finanza

SGOMINATA ORGANIZZAZIONE NARCOTRAFFICANTE TRA IL SUD AMERICA E LA SICILIA

18 Luglio 2019: FONTE – Guardia di Finanza Comando Provinciale di Messina – Dalle prime luci dell’alba, i Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Messina stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 11 soggetti (9 dei quali in carcere e 2 agli arresti domiciliari), promotori e membri di un’organizzazione criminale […]

Leggi

Altre Istituzioni

SWIM FOR SMILE 2019

05 Luglio 2019: FONTE – Marina Militare Comando Marittimo Sud – Fondazione Operation Smile Italia Onlus –  Brizzi Comunicazione –   La traversata, per il quarto anno, sarà l’occasione per parlare dell’importanza di una chirurgia sicura, tempestiva ed efficace nella cura della labiopalatoschisi.   Per il quarto anno consecutivo, Domenico Scopelliti, Vicepresidente Scientifico e chirurgo […]

Leggi

Il giorno della nostra memoria negata

Il giorno della nostra memoria negata

10 Febbraio 2019: FONTE -Stella d’Italia News-

Nei giorni tragici del settembre 1943 quel grande apparato militare forgiato in secoli di guerre patriottiche, si disintegrò lasciando sole le popolazioni italiane delle frontiere orientali e per l’Istria e la Dalmazia iniziò il calvario. sulle popolazioni inermi calarono le bande criminali di Tito assetate di sangue per uccidere, stuprare, derubare, umiliare, scacciare gli italiani e la loro memoria. i Leoni di San Marco scalpellati via, le carni vive consegnate alle orribili foibe con un sadismo degno delle peggiori belve.

Non era guerra, non era vendetta, non era altro che il deliberato massacro terroristico per eliminate l’etnia italiana da quelle terre fecondate dal lavoro e dall’ingegno italiano, terre di San Marco dove Venezia e ancora oggi, nonostante le devastazioni ben visibile.

Tornare in Istria, terra bellissima, vuole dire immergersi in un sogno, vedere “l’isole di sasso che l’olivo fa d’argento” come cantò D’annunzio, le acque cristalline, cimitero di italiani annegati con una pietra legata al collo, le case, vuoti involucri di vite spezzate che furono felici, i cimiteri abbandonati dove i nomi italiani sbiadiscono nel sole generoso istriano.

Superare l’impatto emotivo, ricondurre l’incubo al sogno, fare un bagno senza pensare agli annegati o una passeggiata senza pensare agli infoibati è, dopo settant’anni, necessario ma per fare questo bisogno fare i conti con questo passato, affrontarlo, esorcizzarlo, consegnarlo alla storia sottraendolo al presente.

Ma per farlo bisognerà non limitarsi alle parole, anche se importanti, dette dal Presidente Mattarella sulle Foibe e sullo scandalo della loro negazione. Bisognerà rendere la negazione delle foibe un crimine come è la negazione della Shoa, bisognerà revocare la spregevole decorazione conferita al boia degli italiani, Tito si fregia ancora, nell’inferno in cui è sicuramente sprofondato, della massima onorificenza conferita dalla Repubblica Italiana, bisognerà sanzionare e zittire l’ANPI che nega con violenza le foibe, che è ancora rancorosamente legata all’odio. E bisognerà che le genti slave che occupano le nostre terre istriane e dalmate riconoscano i torti fatti agli italiani con chiarezza e si adoperino per risarcire i superstiti dell’olocausto istriano dalmata dei beni perduti, delle persone trucidate, delle violenze inaudite subite.

Se ci sarà questa presa di coscienza allora potremo finalmente perdonare ma mai dimenticare, dimenticare il passato vuole dire tradirlo e gli italiani d’Istria e Dalmazia sono già stati fin troppo traditi da settant’anni a oggi.

Andrea Marrone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *