Esercito

INAUGURATA A BRUNICO LA SEZIONE SPORTIVA ESERCITO “ALTO ADIGE”

12 Luglio 2019: FONTE – COMANDO TRUPPE ALPINE –   Nuova opportunità dell’Esercito per gli atleti altoatesini e del Nord-Est   Brunico 12 luglio 2019 – E’ stato lo scoprimento della targa della sezione tecnico sportiva “6^ sezione Alto Adige” all’ingresso della Caserma “Lugramani” di Brunico a sancire la nascita, in Alto Adige, di un […]

Leggi

Marina Militare

IL SECONDO VELIVOLO F35B DELLA MARINA MILITARE VOLA NEGLI USA

05 Luglio 2019: FONTE – Marina Militare –   Il 13 giugno, alle 12.13, il secondo velivolo F35B della Marina Militare (numero di fiancata 4-02) è decollato dalla FACO (stabilimento di assemblaggio e produzione delle componenti del velivolo F-35) di Cameri (Novara) alla volta degli USA; destinazione finale la base aerea dei Marines di Beaufort (Carolina del Sud – USA) dove l’aereo, insieme al precedente (4-01), supporterà […]

Leggi

Aeronautica Militare

MISSIONE IN KUWAIT: I 100 GIORNI DEGLI EUROFIGHTER ITALIANI

12 Luglio 2019: FONTE – Stato Maggiore Difesa –   Gli Eurofighter italiani del Task Group Typhoon hanno celebrato i primi 100 giorni di missione in Kuwait a supporto dell’operazione Inherent Resolve   Iniziata il 26 marzo scorso in sostituzione degli AM-X, l’esperienza dei nostri Eurofigther, nell’ambito della missione in Kuwait, ha raggiunto qualche giorno fa l’importante traguardo delle 500 […]

Leggi

 

Video

 

Carabinieri

FOSSOMBRONE, AGGREDISCE LA MOGLIE NEL SONNO A COLPI DI MARTELLO E SI RENDE IRREPERIBILE

12 Luglio 2019: FONTE – Legione Carabinieri Marche Compagnia di Fano – Fossombrone, aggredisce la moglie nel sonno a colpi di martello e si rende irreperibile. Fermato a Fano dopo due giorni di ricerche dai Carabinieri della Stazione di Terre Roveresche.   I Carabinieri della Stazione di Terre Roveresche e di Fossombrone, coadiuvati dai colleghi […]

Leggi

Polizia di Stato

BARI: FURTO E RICETTAZIONE DI VEICOLI, 6 ARRESTI

11 Luglio 2019: FONTE – Polizia di Stato –   Con l’operazione “Park & Ride” la Polizia stradale di Bari ha arrestato sei persone responsabili di far parte di un’organizzazione criminale che rubava veicoli per poi modificarli e rivenderli. Sono 80 i veicoli che gli agenti hanno restituito ai legittimi proprietari. Le persone colpite dal […]

Leggi

Guardia di Finanza

OPERAZIONE FANTACALCIO - INDAGINI SUL FALLIMENTO DEL CESENA CALCIO E SULLE FALSE PLUSVALENZE

12 Luglio 2019: FONTE – Guardia di Finanza Comando Provinciale Forlì –   Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Forlì stanno eseguendo l’ordinanza con la quale il GIP del Tribunale di Forlì (dott.ssa Monica Galassi), su richiesta della Procura della Repubblica, ha disposto una misura interdittiva di “divieto di esercitare attività d’impresa” […]

Leggi

Altre Istituzioni

SWIM FOR SMILE 2019

05 Luglio 2019: FONTE – Marina Militare Comando Marittimo Sud – Fondazione Operation Smile Italia Onlus –  Brizzi Comunicazione –   La traversata, per il quarto anno, sarà l’occasione per parlare dell’importanza di una chirurgia sicura, tempestiva ed efficace nella cura della labiopalatoschisi.   Per il quarto anno consecutivo, Domenico Scopelliti, Vicepresidente Scientifico e chirurgo […]

Leggi

Il risveglio del Dragone

Il risveglio del Dragone

03/02/2019: FONTE -Stella d’Italia News-

Mentre nella nostra sfortunata penisola si discute se fare o meno la TAV il mondo va avanti e lo fa in una maniera che dovrebbe preoccupare ma si preferisce concentrarsi su chi guiderà il carrozzone azzoppato del PD oppure ascoltare quello che i balbuzienti epigoni del berlusconismo blaterano sperando che qualcuno, almeno i parenti più stretti, li ascolti e diano loro ancora credito.

Credo di non essere stato il solo a pensare che Donald Trump avesse interrotto l’interventismo americano nel mondo cominciato con la Prima Guerra Mondiale per concentrarsi sul suo paese. In effetti lo ha fatto e ha risolto molte cose, ha snellito la burocrazia, rilanciato l’economia e, in generale, migliorato la vita dell’americano medio anche se, così facendo, ha scontentato molti. Il mio giudizio su di lui fino a questo punto è stato positivo anche se devo dire che la persona non mi piace. Non deve piacere a me, è americano e quindi deve piacere, o non piacere, agli americani.

Il passo di uscire dal patto di non proliferazione nucleare e missilistica è stato un brusco cambiamento di rotta rispetto alla sua politica concentrata sul suolo americano. L’utilità dei missili è quella di essere un deterrente contro altri paesi, una pistola puntata e carica contro avversari e concorrenti.

Immediatamente anche la Russia di Putin ha abbandonato il patto e la Cina ha avvertito che ci saranno “conseguenze”. E’ stato Putin stesso a chiarire la mossa statunitense che lui ha definito in funzione anti cinese.

La guerra commerciale tra USA e Cina è un fatto acclarato e si manifesta come una serie di tariffe, dazi e proibizioni varie che le due super potenze economiche si stanno scambiando vicendevolmente, delle due paradossalmente quella che sembra essere sfavorita dal pendolo del tempo è l’America, un mercato saturo che fa sempre più fatica a assorbire i nuovi prodotti e superata dalla ricerca tecnologica e innovativa dalla Cina che, oltre a produrre a basso prezzo prodotti eccellenti come qualità e contenuto tecnologico ha anche un mercato interno recettivo e enorme per numero di potenziali consumatori.

A questa supremazia commerciale e tecnologica l’America di Trump ha cercato di mettere un freno con gli impedimenti ad accedere al suo mercato interno, ha verificato che queste misure alla fine non solo non erano sufficienti ma addirittura danneggiavano le esportazioni americane e quindi ora cerca altre soluzioni e, essendo americani, la soluzione spiccia della minaccia missilistica sembra essere ora la carta da giocare.

Potrà funzionare? Difficile dirlo, la Russia sicuramente ne avrà un danno economico importante, il paese è in crisi, ha dovuto recentemente alzare l’IVA e aumentare le tasse e la corsa agli armamenti è costosa. La soluzione allora potrà essere quella di offrire a paesi amici della Russia le nuove armi prodotte e sappiamo bene che spesso i paesi amici della Russia non sono propriamente paesi amanti della pace o rispettosi dei loro vicini.

Anche la Cina, paese eminentemente mercantile, potrà esportare le sue nuove armi che saranno perfino migliori dal punti di vista tecnologico sia di quelle americane che di quelle russe e sicuramente più economiche. Immagino quindi che una serie di paesi definiti “canaglia” possano accedere a missili a medio raggio e questo potrà scatenare guerre locali fin troppo vicino a noi, mi riferisco al Vicino Oriente già ora sconvolto da guerre, ribellioni e conflitti più o meno a bassa intensità.

Di fronte a questo scenario dove i protagonisti saranno cinesi, russi e americani la ridicola Europa dei burocrati di Bruxelles che sembra solo intenta a trovare modi per impoverire gli europei pare destinata a subire una accelerazione del suo declino oltre che a ritrovarsi vaso di coccio tra vasi di ferro, accozzaglia di paesi sostanzialmente disarmati che saranno costretti a subire decisioni altrui oltre a rischiare di essere il terreno su cui un conflitto globale verrà combattuto.

Andrea Marrone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *