Esercito

VENTENNALE DELL’INGRESSO IN KOSOVO DEL CONTINGENTE ITALIANO

20 Settembre 2019: FONTE – Stato Maggiore Esercito –   Il Capo di SME presente alle celebrazioni   Caserta, 20 settembre 2019. Conclusa con una cerimonia militare in piazza Carlo II, alla presenza del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Generale di Corpo d’Armata Salvatore FARINA, del Comandante Generale dell’Arma del Carabinieri Generale di Corpo d’armata […]

Leggi

Marina Militare

I PALOMBARI DELLA MARINA MILITARE CONTINUANO IN MANIERA ININTERROTTA LE OPERE DI BONIFICA A MOLA DI BARI (BA), NEL LAGO DI BRACCIANO (RM) E NEL LAGO DI VARNA (BZ)

19 Settembre 2019: FONTE – Marina Militare –   Dal 1° gennaio 2019 sono già 35.440 gli ordigni esplosivi neutralizzati   Dall’11 settembre 2019 i Palombari del Gruppo Operativo Subacquei (GOS) del Comando Subacquei ed Incursori della Marina Militare (Comsubin), distaccati presso i Nuclei SDAI (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi) di Taranto, La Spezia ed Ancona hanno […]

Leggi

Aeronautica Militare

ACCADEMIA AERONAUTICA: GLI ALLIEVI SALUTANO IL NUOVO COMANDANTE

19 Settembre 2019: FONTE – Aeronautica Militare – Dopo due anni trascorsi alla guida dell’Accademia, il Generale Degni cede il comando dell’Istituto al Generale Tarantino   Si è svolta mercoledì 18 settembre, sul piazzale delle Medaglie d’Oro dell’Accademia Aeronautica di Pozzuoli, la cerimonia di avvicendamento tra il Generale di Divisione Aerea Enrico Degni e il Generale di Brigata Aerea Paolo Tarantino quale nuovo Comandante dell’Istituto. La cerimonia […]

Leggi

 

Video

 

Carabinieri

ORTONA – VASTA OPERAZIONE DI CONTROLLO DEL TERRITORIO: MULTE AGLI ESERCIZI PUBBLICI E UN ARRESTO

20 Settembre 2019: FONTE – LEGIONE CARABINIERI “ABRUZZO E MOLISE” Comando Provinciale di Chieti – Ha visto impegnati 30 militari dell’Arma, tra cui un’unità antidroga del Nucleo Cinofili di Chieti, personale del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Chieti e del N.A.S. di Pescara, la vasta operazione di controllo del territorio messa in atto ieri […]

Leggi

Polizia di Stato

TORINO: SCONTRI PER SGOMBERO CENTRO SOCIALE, IDENTIFICATI GLI AUTORI

20 Settembre 2019: FONTE – Polizia di Stato – Quattordici misure cautelari emesse dalla procura della Repubblica di Torino sono state eseguite questa mattina dagli uomini della Digos nei confronti di militanti anarchici che lo scorso 9 febbraio si son resi responsabili degli scontri durante l’operazione “Scintilla”: lo sgombero dello storico centro sociale “Asilo”. Tre persone sono […]

Leggi

Guardia di Finanza

OPERAZIONE CARTHAGO - SGOMINATO TRAFFICO INTERNAZIONALE DI DROGA TRA MAROCCO, SPAGNA, SVIZZERA, OLANDA ED ITALIA

19 Settembre 2019: FONTE – Guardia di Finanza Comando Provinciale Trento – Lo spaccio anche a pochi passi da scuole e piazze di Trento e Bolzano. Indagati settantatré narcotrafficanti, fra i quali esponenti della camorra e della “quarta mafia foggiana”. Quindici gli arresti eseguiti dalle Fiamme Gialle in varie località d’Italia e all’estero. Sequestrati oltre […]

Leggi

Altre Istituzioni

DESME’

24 Luglio 2019: FONTE – Alessandro Macchi – Centro Studi Piemontesi-Ca dè Stùdi Piemontèis –   Desmè è parola piemontese antica, forse originaria delle “terre alte”, che dice del potere interiore di far rivivere in assoluta attualità emotiva momenti mai dimenticati, ma pacatamente riposti nel fondo della memoria. In “Desmé” colpisce innanzi tutto la capacità […]

Leggi

Poliziotto buono-Poliziotto cattivo

Poliziotto buono-Poliziotto cattivo

10 gennaio 2019: FONTE -Unione Stella d’Italia-

Il governo scricchiola? l’esecutivo è in crisi? Non mi pare proprio, mi sembra invece che si marpioneggi con la buona fede dei duri e puri delle opposte e non complementari ideologie dei legaioli e dei cinquestellati. Come si fa a rimanere duri e puri e non scontentate nessuno mentre si applica l’inevitabile arte del compromesso nell’esercizio della politica? Semplice, si adotta la suprema tecnica già resa famosa da letteratura e cinematografia del “Poliziotto buono e Poliziotto cattivo” che tanti risultati sembra dare negli interrogatori di criminali veri o presunti.

A seconda della situazione, che sia la TAV o gli immigrati irregolari (cessiamo di chiamarli “migranti” per favore) il gatto e la volpe assumono il ruolo contrapposto, Salvini fa il cattivo con gli immigranti, Di Maio con la TAV e poi arriva il mediatore, il cattodemocristiano Conte che si assume l’onere di quello che fa un dispetto al Poliziotto cattivo e allora apriti cielo: si convoca l’esecutivo, si fa finta di essere arrabbiati ai microfoni di qualche radio privata e, per l’appunto, si marpioneggia per non fare capire che è tutto un teatrino che serve a non fare ribellare la plebe ideologizzata dei rispettivi schieramenti. E così si tira avanti.

Fanno male? beh, dipende ovviamente dai punti di vista e io sono dell’avviso che l’unica cosa che conta siano i risultati e questo governo risultati ne ha dati nonostante i patetici peana dei superstiti del partito degli affari e delle tasse, il PD e quelli ancora più patetici degli ultimi sfortunati epigoni del berlusconismo. L’Italia è più antipatica per i vertici della Unione Europea e questo è un male assai limitato visto che questi vertici saranno spazzati via dalle prossime elezioni ma è anche più temuta e rispettata e neppure lo spread, i ricatti e gli insulti dei francesi l’hanno domata. Molto si è fatto per il contrasto alla povertà, le misure sono strambe, è vero ma il concetto che si debba dare ascolto al popolo è oramai entrato in vigore dopo anni di spocchiose chiusure al volere popolare di una sinistra liberticida, elitaria e speculativa. La sicurezza, nonostante le bizzarre prese di posizione ideologiche di sindaci che hanno probabilmente vita breve perché chi si oppone al popolo non può più farla franca, è di nuovo una priorità. belle cose dunque.

Tutto bene allora? no, purtroppo no, questo governo ha troppe contraddizioni a mio avviso insanabili, è un governo di transizione dal sistema speculativo, affaristico, antipopolare d’antan a quello di una democrazia moderna e compiuta e che tenga conto di quello che vuole, desidera e necessita al popolo. Una democrazia che non pretenda di insegnare a stare al mondo ma che rispetti le persone per quello che sono.

E’ finito il tempo delle maestrine con il ditino accusatore, dei maître à penser con la faccina schifiltosa di chi ha a che fare con il Popolo ma lo schifa. Il vento è cambiato, per fortuna.

Il cambiamento però non è terminato, non è completo. I residui ideologici di chi crede nelle scie chimiche, di chi vorrebbe ritornare alle candele e ai caminetti alimentati a legna raccolta nel bosco e non tagliata, di chi ritiene i vaccini una invenzione del demonio devono ancora essere estirpati e non saranno il gatto e la volpe, neppure il Pinocchio che gli sta in mezzo fingendo democristianamente di essere vittima mentre è lui il burattinaio, a completare il cambiamento, occorre aria nuova, occorre chi avrà il coraggio di non ricorrere al “Poliziotto buono-Poliziotto cattivo” per governare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *