Esercito

FERRAGOSTO DI LAVORO PER 20.000 SOLDATI

14 Agosto 2019: FONTE – Stato Maggiore Esercito – L’ESERCITO IMPEGNATO IN OPERAZIONI IN PATRIA E ALL’ESTERO   Roma, 14 agosto. L’Esercito, con circa 20.000 soldati, è impegnato a Ferragosto in numerose attività operative, in Italia e all’estero. Quasi 3.300 soldati sono impegnati all’estero, in 16 Paesi, in missioni sotto egida ONU, UE e NATO, […]

Leggi

Marina Militare

MARINA MILITARE: RECORD GIORNALIERO DI VISITATORI AL CASTELLO ARAGONESE DURANTE IL PERIODO DI FERRAGOSTO

16 Agosto 2019: FONTE – Marina Militare Comando Marittimo Sud – Taranto – Nel giorno di Ferragosto, nel pieno periodo estivo, il Castello Aragonese, la cui gestione è affidata al Comando Marittimo Sud, ha registrato il record giornaliero, il più alto numero di visitatori durante una sola giornata. Un totale di 2609; di cui 960 di […]

Leggi

Aeronautica Militare

LOTTA AGLI INCENDI: CONTINUA L'IMPEGNO DELL’AERONAUTICA MILITARE IN SICILIA

14 Agosto 2019: FONTE – Aeronautica Militare – Sganciate dall’inizio dell’estate oltre 100 tonnellate di acqua dagli elicotteri del soccorso aereo   Dieci incendi domati, oltre 100 mila litri di acqua sganciati e quasi trenta ore di volo dall’inizio dell’estate: questo un primo bilancio dell’attività degli elicotteri del soccorso aereo dell’Aeronautica Militare nella campagna antincendi […]

Leggi

 

Video

 

Carabinieri

IL COMANDANTE GENERALE DELL’ARMA DEI CARABINIERI, GENERALE DI CORPO D’ARMATA GIOVANNI NISTRI IN VISITA AI REPARTI DELL’ARMA DISLOCATI NEL TERRITORIO DI CASTEL VOLTURNO (CE)

16 Agosto 2019: FONTE – Arma dei Carabinieri Comando Provinciale Caserta – Il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Giovanni NISTRI, si è recato, nella prima mattinata di ieri 15 agosto, in visita ai Reparti dell’Arma dislocati nel territorio di Castel Volturno (CE). Il Generale NISTRI, dopo essere stato accolto dal Comandante […]

Leggi

Polizia di Stato

TORINO: TOPI D’APPARTAMENTO SORPRESI IN AZIONE

16 Agosto 2019: FONTE – Polizia di Stato – Strani movimenti vicino ai portoni dei palazzi di un quartiere semi-deserto di Torino, il giorno di Ferragosto, hanno insospettito i residenti rimasti in città che hanno chiamato il Nue. L’equipaggio di una volante della Questura ha fermato due uomini di nazionalità georgiana che a bordo di un’auto presa […]

Leggi

Guardia di Finanza

LA SICUREZZA ECONOMICO-FINANZIARIA NON VA IN VACANZA. NEGLI ULTIMI DUE MESI, RAFFORZATI I CONTROLLI NELLE ZONE TURISTICHE

13 Agosto 2019: FONTE – Comando Generale Guardia di Finanza – I risultati in breve: 768 venditori abusivi individuati 483 lavoratori senza contratto o pagati con somme “fuori busta”, di cui 24 minori. Denunciati 56 datori di lavoro 256 casi di affitti “in nero” scoperti: irregolare il 63% dei controlli quasi 1 milione e mezzo […]

Leggi

Altre Istituzioni

DESME’

24 Luglio 2019: FONTE – Alessandro Macchi – Centro Studi Piemontesi-Ca dè Stùdi Piemontèis –   Desmè è parola piemontese antica, forse originaria delle “terre alte”, che dice del potere interiore di far rivivere in assoluta attualità emotiva momenti mai dimenticati, ma pacatamente riposti nel fondo della memoria. In “Desmé” colpisce innanzi tutto la capacità […]

Leggi

Fratello Inverno

Fratello Inverno


21 Dicembre 2018: FONTE -Unione Stella d’Italia

Oggi è il giorno del Solstizio d’Inverno, momento ritenuto sacro da tutte le religioni pre-cristiane. si tratta della fase astronomica dove il sole cessa di calare, etimologicamente Sole Fermo (sol-sistere) e quindi inizia a risalire, è il giorno più corto dell’anno e da domani, quando nell’antichità impazzavano i Saturnalia, ogni giorno avremo un poco più di luce anche se oggi è anche l’inizio dell’inverno. Quindi, sembra strano ma l’inverno è il momento della rinascita, non come comunemente viene considerato, della sospensione della vita, parlando ovviamente della natura.

Prendendo esempio da questo osservo come l’avvento così pieno di speranze di una nuova fase politica non sia stata la primavera che ci aspettavamo. Tanti sbandieramenti, tanti proclami, tanti brindisi ai balconi dei poteri ma poi il duro impatto con la realtà. la fantasia al potere non ha retto alla logica apparentemente inesorabile dei numeri.

Non che avessi nutrito molte speranza. Salvini ha cominciato bene, ha messo doverosi puntini sulle i, ha mostrato la faccia feroce dove serviva ma ha semplicemente sbagliato i compagni di merenda. il peronismo sudamericano dei cinque stelle, peones nostrani paracadutati in posizioni di potere senza avere né arte né parte, l’ostilità del presidente della Repubblica, l’astio rancoroso di una Europa ancora in mano a partiti oramai condannati dalla storia, socialisti e socialdemocratici, democristiani, tutti i principali responsabili non solo del tracollo economico seguito all’introduzione dell’Euro per i paese dell’Europa meridionale ma anche del tentativo di alterare la realtà etnica, sociale, religiosa e culturale dell’Europa lo hanno messo semplicemente in condizione di non nuocere. Gli hanno permesso di fare la voce grossa con quattro clandestini e una famiglia di zingari e poi lo hanno sostanzialmente imbavagliato.

Siamo ricaduti quindi in un cupo e buio inverno dove si cercherà di raccattare soldi a destra e a manca vessando i cittadini, si taglieranno servizi sociali e si rimarrà sempre sottoposti al ricatto degli sciacalli e strozzini di Bruxelles.

Abbiamo però appena detto che l’inverno è solo apparentemente un momento di sospensione e invece coincide con il momento della rinascita.

Guardiamo quindi positivamente a questo inverno non solo astronomico ma politico: prima di tutto i popoli europei si sono svegliati e ora da gregge tornano a essere protagonisti e questi popoli finora sottomessi premeranno sempre di più per una Europa unita che sia l’Europa dei Popoli, non delle banche, sia l’Europa diffusa, non quella centrata sull’asse franco tedesco. Poi sta finendo l’ubriacatura per quell’accozzaglia di perdenti chiamata cinque stelle. Ci si rende conto dei limiti delle loro fantasie, della pericolosità del loro inerente catto-comunismo.

Purtroppo l’inverno, pur essendo un momento di rinascita, è freddo e duro.

Bisogno affrontare con coraggio la necessità di una politica di austerità che crei le premesse per una rinascita. Non è più possibile lasciare che il medico pietoso conduca il paziente alla morte. Se l’Inghilterra si è rialzata economicamente dopo essere caduta nel baratro per le politiche socialiste dei suoi governi precedenti lo si è dovuto alla “lady di ferro” a Margareth Thatcher che ha letteralmente messo gli inglesi a pane e acqua e lì si è vista la tempa di quella nazione che ha sopportato e, alla fine, come spesso ha fatto nella sua storia, ha vinto.

Le politichette assistenzialiste da questi Maduro de noartri non portano ad altro che alla povertà. Povertà materiale e morale. Ben venga quindi quel rigore che dobbiamo implementare non per accontentare gli avidi usurai di Bruxelles ma per riportare il nostro Paese in carreggiata, usiamo i soldi, pochi, a disposizione per crescere e non per sopravvivere.

Andrea Marrone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *