Esercito

FERRAGOSTO DI LAVORO PER 20.000 SOLDATI

14 Agosto 2019: FONTE – Stato Maggiore Esercito – L’ESERCITO IMPEGNATO IN OPERAZIONI IN PATRIA E ALL’ESTERO   Roma, 14 agosto. L’Esercito, con circa 20.000 soldati, è impegnato a Ferragosto in numerose attività operative, in Italia e all’estero. Quasi 3.300 soldati sono impegnati all’estero, in 16 Paesi, in missioni sotto egida ONU, UE e NATO, […]

Leggi

Marina Militare

MARINA MILITARE: RECORD GIORNALIERO DI VISITATORI AL CASTELLO ARAGONESE DURANTE IL PERIODO DI FERRAGOSTO

16 Agosto 2019: FONTE – Marina Militare Comando Marittimo Sud – Taranto – Nel giorno di Ferragosto, nel pieno periodo estivo, il Castello Aragonese, la cui gestione è affidata al Comando Marittimo Sud, ha registrato il record giornaliero, il più alto numero di visitatori durante una sola giornata. Un totale di 2609; di cui 960 di […]

Leggi

Aeronautica Militare

LOTTA AGLI INCENDI: CONTINUA L'IMPEGNO DELL’AERONAUTICA MILITARE IN SICILIA

14 Agosto 2019: FONTE – Aeronautica Militare – Sganciate dall’inizio dell’estate oltre 100 tonnellate di acqua dagli elicotteri del soccorso aereo   Dieci incendi domati, oltre 100 mila litri di acqua sganciati e quasi trenta ore di volo dall’inizio dell’estate: questo un primo bilancio dell’attività degli elicotteri del soccorso aereo dell’Aeronautica Militare nella campagna antincendi […]

Leggi

 

Video

 

Carabinieri

IL COMANDANTE GENERALE DELL’ARMA DEI CARABINIERI, GENERALE DI CORPO D’ARMATA GIOVANNI NISTRI IN VISITA AI REPARTI DELL’ARMA DISLOCATI NEL TERRITORIO DI CASTEL VOLTURNO (CE)

16 Agosto 2019: FONTE – Arma dei Carabinieri Comando Provinciale Caserta – Il Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Giovanni NISTRI, si è recato, nella prima mattinata di ieri 15 agosto, in visita ai Reparti dell’Arma dislocati nel territorio di Castel Volturno (CE). Il Generale NISTRI, dopo essere stato accolto dal Comandante […]

Leggi

Polizia di Stato

TORINO: TOPI D’APPARTAMENTO SORPRESI IN AZIONE

16 Agosto 2019: FONTE – Polizia di Stato – Strani movimenti vicino ai portoni dei palazzi di un quartiere semi-deserto di Torino, il giorno di Ferragosto, hanno insospettito i residenti rimasti in città che hanno chiamato il Nue. L’equipaggio di una volante della Questura ha fermato due uomini di nazionalità georgiana che a bordo di un’auto presa […]

Leggi

Guardia di Finanza

LA SICUREZZA ECONOMICO-FINANZIARIA NON VA IN VACANZA. NEGLI ULTIMI DUE MESI, RAFFORZATI I CONTROLLI NELLE ZONE TURISTICHE

13 Agosto 2019: FONTE – Comando Generale Guardia di Finanza – I risultati in breve: 768 venditori abusivi individuati 483 lavoratori senza contratto o pagati con somme “fuori busta”, di cui 24 minori. Denunciati 56 datori di lavoro 256 casi di affitti “in nero” scoperti: irregolare il 63% dei controlli quasi 1 milione e mezzo […]

Leggi

Altre Istituzioni

DESME’

24 Luglio 2019: FONTE – Alessandro Macchi – Centro Studi Piemontesi-Ca dè Stùdi Piemontèis –   Desmè è parola piemontese antica, forse originaria delle “terre alte”, che dice del potere interiore di far rivivere in assoluta attualità emotiva momenti mai dimenticati, ma pacatamente riposti nel fondo della memoria. In “Desmé” colpisce innanzi tutto la capacità […]

Leggi

La libertà non è licenza di offendere

La libertà non è licenza di offendere

09 Gennaio 2015: FONTE -Unione Stella d’Italia-

Quello che sto per scrivere è, alla luce della morte di così tanta gente, molto controverso e quindi credo sia utile fare prima due premesse in maniera da mettere in chiaro fino in fondo il mio pensiero:

Prima premessa: il fatto che due disadattati abbiano compiuto una strage a Parigi è un fatto abominevole.

Altra premessa, l’ideologia islamica, stento a chiamarla religione, è intrinsecamente pericolosa in quanto ha in sé, per ovvi motivi storici, un messaggio di violenza funzionale, all’epoca in cui fu formulata, ad una espansione aggressiva.

Dette queste cose devo però fare una riflessione sull’Occidente. Charlie Hebdo, che non meritava di subire una strage spietata, rappresentava il pericoloso nichilismo culturale europeo, nichilismo che sembra essere addirittura incentivato dall’Unione Europea che, ricordo, si è rifiutata di ammettere la matrice comune cristiana dell’Europa e dei suoi Valori.

Come mai certi personaggi si sentono in diritto, se non quasi in dovere, di irridere tutto e tutti? Con che diritto fanno delle vignette che stento a trovare umoristiche che offendono la sensibilità non solo degli islamici ma anche dei cattolici che vengono da essi regolarmente presi di mira.

Si tratta di vignette per la maggior parte oscene, piene di riferimenti scatologici e volgari, vignette che esprimono un vuoto culturale e morale abissale.

Forse sarebbe il caso di ripensare a dove l’Europa si sia portata in merito ad una presupposta libertà di stampa che libertà non è in quanto alterata o dalle ideologie o dalle proprietà editoriali.

Un valore universalmente riconosciuto è il rispetto del prossimo: che rispetto hanno verso il prossimo i vignettisti che sbeffeggiano quello che per altri è sacro? Non si rendono conto che generano nei più disgusto e dolore, in altri rabbia e in menti perverse e criminali il desiderio di vendetta?

In fin dei conti è questo che l’Islam rimprovera all’Occidente: la perdita di valori. Inondiamo il mondo di pornografia, di immagini violenti, pervertiamo la natura con esperimenti medici o sociali da brivido come l’allucinante vicenda della bambina a Torino che ha due mamme che, non contente di aver dato una all’altra un ovulo che poi è stato fecondato dallo sperma di uno sconosciuto, si sono poi anche separate e così la povera bimba adesso ha due madri e nessun padre ma le due madri, la sua “famiglia” si è prontamente disgregata privandola di qualsiasi punto di riferimento.

Anche l’ateismo di stato risulta offensivo per gli islamici, un ateismo ottuso e cattivo che ci ha fatto togliere i crocefissi dalle aule scolastiche e dai tribunali, che ha spezzato una unità culturale essenziale, rifiutato il messaggio di tolleranza e unificazione rappresentato proprio da quel bellissimo simbolo, da quel Dio-Uomo che si sacrifica per la nostra salvezza.

Noi a quel Dio-Uomo abbiamo voltato le spalle e permettiamo che venga crocefisso di nuovo dalle matite dei vignettisti. Senza arrivare a dire che meritano la morte mi permetto di dire che la loro non è una affermazione di libertà intellettuale ma un insulto deliberato e continuato e che questo non dovrebbe essere permesso sia che si prenda di mira Maometto o Gesù Cristo.

Andrea Marrone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *