Esercito

Missione in Libano: Il Sector West a guida italiana addestra le Lebanese Armed Forces

22 Gennaio 2020: FONTE -UNIFIL JOINT TASK FORCE–LEBANON SECTOR WEST- La risoluzione 1701 sancisce il supporto delle Nazioni Unite alle Lebanese Armed Forces, questo aiuto si concretizza dal punto di vista operativo principalmente con la condotta di pattugliamenti congiunti tra i peacekeeper UNIFIL e le LAF, per controllare e monitorare la situazione lungo la Blue […]

Leggi

Marina Militare

LA RIORGANIZZAZIONE DELL’ARSENALE DI TARANTO E LE NUOVE POSIZIONI PER IL PERSONALE CIVILE

22 Gennaio 2020: FONTE _Marina Militare- In seguito all’uscita su organi di stampa di alcuni articoli relativi alla riorganizzazione dell’Arsenale di Taranto e le nuove posizioni per il personale civile dell’Amministrazione Difesa, si evidenzia come la Marina Militare sia da sempre attenta alla valorizzazione delle capacità del proprio personale. Nel caso degli Stabilimenti di lavoro, […]

Leggi

Aeronautica Militare

PRIMO VOLO DEL FALCO XPLORER

17 Gennaio 2020: FONTE – Aeronautica Militare –   Il prototipo di velivolo a pilotaggio remoto è stato condotto a distanza da personale del Reparto Sperimentale di Volo in supporto a Leonardo   Mercoledì 15 gennaio, il prototipo di aeromobile a pilotaggio remoto Falco Xplorer, prodotto da Leonardo, è decollato dall’aeroporto militare di Trapani Birgi, sede […]

Leggi

 

Video

 

Carabinieri

Cuore da Carabiniere

22 Gennaio 2020: FONTE -Comando Generale Arma dei Carabinieri- Stipulato protocollo d’intesa tra Arma dei Carabinieri, Istituto Superiore di Sanità, Federazione Nazionale degli Ordini Farmacisti, Federfarma, Assofarm, Farmacie Unite, Utifar, Società Italiana di Cardiologia e Dipartimento di Biomedicina e Prevenzione dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, per la prevenzione delle malattie cardiovascolari nei Carabinieri. […]

Leggi

Polizia di Stato

FOGGIA: MAXI BLITZ DELLE FORZE DELL'ORDINE

20 Gennaio 2020: FONTE – Polizia di Stato – Controlli a tappeto nelle strade, perquisizioni alla ricerca di armi e droga, caccia ad alcuni latitanti e fermi nei confronti di alcune persone ritenute responsabili di estorsioni ai danni di alcuni imprenditori. Da questa notte le aree più sensibili di Foggia sono sotto la pressione di […]

Leggi

Guardia di Finanza

Duro colpo al gioco d'azzardo illegale

22 Gennaio 2020: FONTE -GdF Comando Prov.le Lecce- Più di 70 finanzieri del Comando Provinciale di Lecce nella giornata odierna stanno eseguendo un’ordinanza di applicazione di misure cautelari personali nei confronti di 10 persone ed un decreto di sequestro preventivo di beni per un valore di oltre 7 milioni di euro emessi dal Giudice per […]

Leggi

Altre Istituzioni

ESERCITO E PROTEZIONE CIVILE Incontro informativo al Reggimento  “Cavalleggeri Guide” (19°) di Salerno

16 Gennaio 2020: FONTE – Raffaele Fusilli/Stella d’Italia News Martedì 14 gennaio si è tenuto presso la caserma D’Avossa di Salerno, sede del Reggimento “Cavalleggeri Guide” (19°), un incontro informativo tra i responsabili della Protezione Civile del Comune di Salerno ed il personale del Reparto. L’incontro, promosso dal Comandante delle Guide, Colonnello Daniele Cesaro, era […]

Leggi

La caduta di Bisanzio

La caduta di Bisanzio

13 ottobre 2014: FONTE -Unione Stella d’Italia-

Pare che, mentre l’artiglieria turca, diretta da rinnegati e mercenari italiani, battesse le mura di Costantinopoli, nel senato dell’ultimo baluardo della cristianità in Oriente debosciati senatori discutessero appassionatamente sul sesso degli angeli. Chi lo sa? potrebbe anche darsi se i bizantini assomigliassero un poco agli italiani. Quello che è certo è che l’impero aveva spremuto fino allo stremo i suoi sudditi con delle tasse sempre più fantasiose e che queste tasse servissero, in massima parte, a pagare gli stessi turchi per comprare una pace instabile e infida. In sostanza i bizantini hanno finanziato i loro futuri padroni a spese dei loro sudditi e, in ultima analisi, di se stessi.

E’ immediato fare un paragone con gli scriteriati governanti italiani che finanziano l’invasione del nostro paese e il suo sovvertimento etnico imponendo tasse altrettanto fantasiose e pervasive di quelle bizantine. L’ultima trovata di uno stato sempre più nemico dei suo cittadini è del ministro della cultura, di quale cultura, verrebbe da chiedersi: concedere di far pagare le tasse a cittadini senza più possibilità liquide tramite la cessione di opere d’arte. Che bella pensata. Anche gli Imperatori romani, di ben altra levatura, ai senatori o ai maggiorenti in disgrazia sequestravano ville e statue.

Siamo quindi arrivati alla fine, per pagare le tasse cederemo i nostri quadri, le suppellettili, magari dovremo dare un rene. Ecco una buona idea per il ministro della salute, il solo dire salute mi fa sbellicare dalle risa vista la situazione della sanità italiana: concedere di pagare le tasse tramite la cessione di un rene, di una cornea, di qualche sacchetto di sangue.

In tanta mestizia una nota leggera, di speranza. Questo sistema corrotto è palesemente allo stremo e non potrà non cadere, tutto sta nel vedere quando cadrà, e primo lo è meglio sarà per l’Italia e per il popolo italiano e soprattutto come cadrà.

Qui bisogna confidare nel buonsenso e nella fortuna, simboleggiata dalla Stella d’Italia che è reputata portare fortuna. Noi desideriamo una transizione netta ma indolore. Non vogliamo vedere i forconi nelle strade, non vogliamo vedere esagitati barbuti agitare le folle, non vogliamo sentire invocare i fucili di fantomatiche entità nazionali. In Italia c’è un solo Popolo, una sola Nazione e noi dell’Unione Stella d’Italia vogliamo che il prossimo governo sia espressione popolare, sia basato sui Valori di Solidarietà e Giustizia, sia saldamente democratico, autorevole, moralmente ineccepibile e in grado di affrontare le sfide che l’Italia deve affrontare per tornare ad essere un paese normale.

Riprendiamoci la normalità, torniamo a far brillare la Stella d’Italia e ricordiamoci sempre che L’Unione fa la Forza

Andrea Marrone

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *