Esercito

INAUGURATA A BRUNICO LA SEZIONE SPORTIVA ESERCITO “ALTO ADIGE”

12 Luglio 2019: FONTE – COMANDO TRUPPE ALPINE –   Nuova opportunità dell’Esercito per gli atleti altoatesini e del Nord-Est   Brunico 12 luglio 2019 – E’ stato lo scoprimento della targa della sezione tecnico sportiva “6^ sezione Alto Adige” all’ingresso della Caserma “Lugramani” di Brunico a sancire la nascita, in Alto Adige, di un […]

Leggi

Marina Militare

IL SECONDO VELIVOLO F35B DELLA MARINA MILITARE VOLA NEGLI USA

05 Luglio 2019: FONTE – Marina Militare –   Il 13 giugno, alle 12.13, il secondo velivolo F35B della Marina Militare (numero di fiancata 4-02) è decollato dalla FACO (stabilimento di assemblaggio e produzione delle componenti del velivolo F-35) di Cameri (Novara) alla volta degli USA; destinazione finale la base aerea dei Marines di Beaufort (Carolina del Sud – USA) dove l’aereo, insieme al precedente (4-01), supporterà […]

Leggi

Aeronautica Militare

MISSIONE IN KUWAIT: I 100 GIORNI DEGLI EUROFIGHTER ITALIANI

12 Luglio 2019: FONTE – Stato Maggiore Difesa –   Gli Eurofighter italiani del Task Group Typhoon hanno celebrato i primi 100 giorni di missione in Kuwait a supporto dell’operazione Inherent Resolve   Iniziata il 26 marzo scorso in sostituzione degli AM-X, l’esperienza dei nostri Eurofigther, nell’ambito della missione in Kuwait, ha raggiunto qualche giorno fa l’importante traguardo delle 500 […]

Leggi

 

Video

 

Carabinieri

FOSSOMBRONE, AGGREDISCE LA MOGLIE NEL SONNO A COLPI DI MARTELLO E SI RENDE IRREPERIBILE

12 Luglio 2019: FONTE – Legione Carabinieri Marche Compagnia di Fano – Fossombrone, aggredisce la moglie nel sonno a colpi di martello e si rende irreperibile. Fermato a Fano dopo due giorni di ricerche dai Carabinieri della Stazione di Terre Roveresche.   I Carabinieri della Stazione di Terre Roveresche e di Fossombrone, coadiuvati dai colleghi […]

Leggi

Polizia di Stato

BARI: FURTO E RICETTAZIONE DI VEICOLI, 6 ARRESTI

11 Luglio 2019: FONTE – Polizia di Stato –   Con l’operazione “Park & Ride” la Polizia stradale di Bari ha arrestato sei persone responsabili di far parte di un’organizzazione criminale che rubava veicoli per poi modificarli e rivenderli. Sono 80 i veicoli che gli agenti hanno restituito ai legittimi proprietari. Le persone colpite dal […]

Leggi

Guardia di Finanza

OPERAZIONE FANTACALCIO - INDAGINI SUL FALLIMENTO DEL CESENA CALCIO E SULLE FALSE PLUSVALENZE

12 Luglio 2019: FONTE – Guardia di Finanza Comando Provinciale Forlì –   Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Forlì stanno eseguendo l’ordinanza con la quale il GIP del Tribunale di Forlì (dott.ssa Monica Galassi), su richiesta della Procura della Repubblica, ha disposto una misura interdittiva di “divieto di esercitare attività d’impresa” […]

Leggi

Altre Istituzioni

SWIM FOR SMILE 2019

05 Luglio 2019: FONTE – Marina Militare Comando Marittimo Sud – Fondazione Operation Smile Italia Onlus –  Brizzi Comunicazione –   La traversata, per il quarto anno, sarà l’occasione per parlare dell’importanza di una chirurgia sicura, tempestiva ed efficace nella cura della labiopalatoschisi.   Per il quarto anno consecutivo, Domenico Scopelliti, Vicepresidente Scientifico e chirurgo […]

Leggi

La caduta di Bisanzio

La caduta di Bisanzio

13 ottobre 2014: FONTE -Unione Stella d’Italia-

Pare che, mentre l’artiglieria turca, diretta da rinnegati e mercenari italiani, battesse le mura di Costantinopoli, nel senato dell’ultimo baluardo della cristianità in Oriente debosciati senatori discutessero appassionatamente sul sesso degli angeli. Chi lo sa? potrebbe anche darsi se i bizantini assomigliassero un poco agli italiani. Quello che è certo è che l’impero aveva spremuto fino allo stremo i suoi sudditi con delle tasse sempre più fantasiose e che queste tasse servissero, in massima parte, a pagare gli stessi turchi per comprare una pace instabile e infida. In sostanza i bizantini hanno finanziato i loro futuri padroni a spese dei loro sudditi e, in ultima analisi, di se stessi.

E’ immediato fare un paragone con gli scriteriati governanti italiani che finanziano l’invasione del nostro paese e il suo sovvertimento etnico imponendo tasse altrettanto fantasiose e pervasive di quelle bizantine. L’ultima trovata di uno stato sempre più nemico dei suo cittadini è del ministro della cultura, di quale cultura, verrebbe da chiedersi: concedere di far pagare le tasse a cittadini senza più possibilità liquide tramite la cessione di opere d’arte. Che bella pensata. Anche gli Imperatori romani, di ben altra levatura, ai senatori o ai maggiorenti in disgrazia sequestravano ville e statue.

Siamo quindi arrivati alla fine, per pagare le tasse cederemo i nostri quadri, le suppellettili, magari dovremo dare un rene. Ecco una buona idea per il ministro della salute, il solo dire salute mi fa sbellicare dalle risa vista la situazione della sanità italiana: concedere di pagare le tasse tramite la cessione di un rene, di una cornea, di qualche sacchetto di sangue.

In tanta mestizia una nota leggera, di speranza. Questo sistema corrotto è palesemente allo stremo e non potrà non cadere, tutto sta nel vedere quando cadrà, e primo lo è meglio sarà per l’Italia e per il popolo italiano e soprattutto come cadrà.

Qui bisogna confidare nel buonsenso e nella fortuna, simboleggiata dalla Stella d’Italia che è reputata portare fortuna. Noi desideriamo una transizione netta ma indolore. Non vogliamo vedere i forconi nelle strade, non vogliamo vedere esagitati barbuti agitare le folle, non vogliamo sentire invocare i fucili di fantomatiche entità nazionali. In Italia c’è un solo Popolo, una sola Nazione e noi dell’Unione Stella d’Italia vogliamo che il prossimo governo sia espressione popolare, sia basato sui Valori di Solidarietà e Giustizia, sia saldamente democratico, autorevole, moralmente ineccepibile e in grado di affrontare le sfide che l’Italia deve affrontare per tornare ad essere un paese normale.

Riprendiamoci la normalità, torniamo a far brillare la Stella d’Italia e ricordiamoci sempre che L’Unione fa la Forza

Andrea Marrone

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *