Esercito

PRESENTATO A NAPOLI IL PROGETTO “CASERME VERDI”

15 Novembre 2019: FONTE – Stato Maggiore Esercito –   Razionalizzazione e riqualificazione energetica ed ambientale delle caserme. Lo “Studio Grandi Infrastrutture – Caserme Verdi” coinvolge al momento 26 caserme dislocate su tutto il territorio nazionale   Napoli, 15 novembre 2019. Si è svolto oggi, a Palazzo Salerno di Napoli sede del Comando delle Forze […]

Leggi

Marina Militare

MARINA MILITARE: IL CASTELLO ARAGONESE RAGGIUNGE IL TRAGUARDO DI UN MILIONE DI VISITATORI

11 Novembre 2019: FONTE – Marina Militare Comando Marittimo Sud –   La prima attrazione culturale della città, e una delle prime della Regione Puglia, celebrerà l’evento in Piazza d’Armi   Taranto – Il Castello Aragonese taglierà l’importante traguardo di “un milione di visitatori” dalla data di apertura al pubblico avvenuta il 21 marzo 2005. […]

Leggi

Aeronautica Militare

AERONAUTICA, DOPPIO INTERVENTO SALVA VITA NEL CUORE DELLA NOTTE PER DUE PICCOLE PAZIENTI

23 Ottobre 2019: FONTE –  Aeronautica Militare –   Due trasporti sanitari urgenti sono stati effettuati nella notte a favore di una bimba di cinque anni e una neonata di 3 giorni   Un velivolo C-130J della 46^ Brigata Aerea di Pisa e un Falcon 900 del 31° Stormo di Ciampino si sono alzati in […]

Leggi

 

Video

 

Carabinieri

I CARABINIERI PRESENTANO IL CALENDARIO STORICO E L’AGENDA STORICA 2020

15 Novembre 2019: FONTE – Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri – Alle 11.00, presso il Palazzo dei Congressi dell’EUR a Roma, alla presenza del Sottosegretario al Ministero della Difesa On. Angelo Tofalo e del Comandante Generale dell’Arma Giovanni Nistri, è stato presentato il Calendario Storico e l’Agenda 2020 dell’Arma dei Carabinieri. Prodotto editoriale con una […]

Leggi

Polizia di Stato

DROGA E SPARI: 6 ARRESTI NEI QUARTIERI POPOLARI DI TRAPANI

14 Novembre 2019: FONTE – Polizia di Stato –   Operazione “Reset” della Squadra mobile di Trapani contro lo spaccio di droga nei quartieri popolari di Milo e Palme. Il risultato è di sei persone arrestate e tre sottoposte a obbligo di dimora. Gli indagati sono tutti responsabili di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. […]

Leggi

Guardia di Finanza

SOTTOPOSTO A SEQUESTRO L’INTERO PATRIMONIO DI UN NOTO IMPRENDITORE CONTIGUO ALLA ‘NDRANGHETA

15 Novembre 2019 –  Guardia di Finanza Comando Provinciale di Reggio Calabria – Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria e del Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata – sotto il coordinamento della locale Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia, diretta dal Procuratore Giovanni Bombardieri, hanno eseguito un provvedimento emesso dalla […]

Leggi

Altre Istituzioni

E’ PARTITA VARDIREX

07 Novembre 2019: FONTE – ANA Associazione Nazionale Alpini – L’esercitazione sulla maxi-emergenza che coinvolge Esercito, Marina, Dipartimento di Protezione Civile, Guardia Costiera, Vigili del Fuoco, Guardia di Finanza, Enti Locali ed Associazione Nazionale Alpini   VARDIREX 2019 – INIZIO TRA ESERCITAZIONI E IMPIEGHI REALI SI CONCLUDE LA PRIMA GIORNATA   Avviata oggi la fase […]

Leggi

Bologna: frodi sul web da Londra, 5 arresti

27 Agosto 2013 – ore 13,50 : FONTE – Polizia di Stato –

Internet ancora una volta utilizzato per la commissione di frodi informatiche transfrontaliere. La Polizia Postale e delle Comunicazioni di Bologna, coordinata dal Servizio di Roma, sollecitata nello scorso mese di aprile dall’ufficio londinese di Her Majesty’s Revenue and Customs (Ufficio delle Entrate) avviava un’attività di indagine per individuare da quale punto della rete internet provenivano false dichiarazione di redditi al sistema fiscale inglese e le successive fraudolente richieste di rimborso.

Le informazioni provenienti da oltremanica consentivano di acclarare che un consolidato gruppo criminoso si era illegalmente procurato circa settecento identità di cittadini inglesi e dopo aver effettuato false dichiarazioni dei redditi richiedevano, a nome degli ignari titolari, i rimborsi delle tasse, facendoli accreditare su conti correnti creati ad hoc.

L’intervento puntuale della Procura di Bologna, avviato a seguito di un incontro con le autorità inquirenti e di polizia britanniche, avvenuto nel mese di maggio, permetteva di individuare nel cittadino nigeriano L.M.O. di 35 anni il leader del sodalizio che effettuava materialmente, con conclamata abilità informatica, le operazioni di registrazione e di richiesta di rimborso on-line dalla propria postazione telematica di Bologna. Quest’ultima veniva costantemente monitorata dagli investigatori italiani per osservare i movimenti dell’indagato che faceva frequentemente la spola con Londra ove si recava per tessere le fila dell’organizzazione.

La collaborazione con le autorità inglesi si rivelava indispensabile per approntare una richiesta di rogatoria in quanto i delitti commessi dall’associazione criminale, consistenti in “frode fiscale” e “riciclaggio” prevedono, nel sistema giudiziario inglese, rispettivamente le pene massime dell’ergastolo e quattordici anni da scontare nelle carceri di Sua Maestà.

Sabato 24 agosto, accertato che il L.M.O. si sarebbe recato in territorio inglese, veniva organizzato un servizio di osservazione per verificare la partenza e dare il via alle operazioni. Sul suolo inglese venivano arrestati i cinque componenti del gruppo, tutti di origine nigeriana ma stanziati da parecchio tempo in Inghilterra. Il materiale informatico e cartaceo ritrovato dalla Polizia delle Comunicazioni durante le attività di perquisizione in Italia, alle quali prendevano parte anche due alti funzionari dell’HMRC giunti per l’occasione con urgenza a Bologna, effettuate presso l’abitazione bolognese del L.M.O. risultavano a dire degli inglesi molto rilevanti ai fini probatori. Fonti anglosassoni riferivano che i fraudolenti tentativi di rimborsi riguardavano somme per 500.000 sterline con un danno per il sistema britannico consistente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *