Home Esercito Italiano MISSIONE IN AFGHANISTAN: SHURA AL TAAC-W DI HERAT

MISSIONE IN AFGHANISTAN: SHURA AL TAAC-W DI HERAT

0

09 Febbraio 2021: FONTE – Stato Maggiore Difesa –

Il Comandante della missione Resolute Support incontra le autorità della provincia di Herat

Il Comandante della Missione NATO in Afghanistan Resolute Support (RS), Generale (USA) Austin Scott Miller, ha incontrato ad Herat il personale del Train Advise and Assist Command West (TAAC-W), guidato dalla Brigata Paracadutisti “Folgore” dell’Esercito Italiano e incaricato del train, advise and assist (TAA; addestramento, consulenza e assistenza) delle forze di sicurezza afgane nell’ovest del Paese.

Dopo essere stato ricevuto dal Generale di Brigata Beniamino Vergori, Comandante del TAAC–W, il Gen. Miller è stato aggiornato sulle attività in corso nell’area posta sotto la responsabilità italiana e ha partecipato a una shura (riunione, consultazione) durante la quale si è fatto il punto di situazione sulle province dell’Afghanistan occidentale.

All’incontro hanno preso parte il Governatore della provincia di HeratSayed Abdul Wahid Qattali, il Maggior Generale Abdul Raouf Arghandi Wal, Comandante del 207° Corpo d’Armata dell’Afghan National Army, il direttore del National Directorate of Security (NDS) di Herat, Generale Issa Mohammad Hamidi, e il Comandante della 2a Brigata Forze Speciali Colonnello Fardeen Sepah.
L’incontro ha dimostrato ancora una volta l’integrazione tra le autorità governative, le unità militari e l’intelligence afgane (i cosiddetti security pillars) in uno sforzo condiviso per migliorare le condizioni di sicurezza dei cittadini afgani nell’ovest del Paese.

Il Gen. Miller ha espresso soddisfazione per il livello di integrazione raggiunto e ha confermato il supporto della NATO: “Siamo ancora qui e siamo determinati nel supportare le Forze di Sicurezza afgane”. Ha poi ringraziato il contingente italiano per il contributo dato insieme ad altri 38 Paesi alla missione Resolute Support, definendo l’impegno delle Forze Armate italiane essenziale per incrementare l’indipendenza e la capacità di autosostenersi delle forze di sicurezza afgane.

Missione in Afghanistan

Il TAAC-W è un Comando NATO multinazionale a guida italiana nell’ambito dell’operazione Resolute Support, in cui operano uomini e donne dell’Esercito Italiano, dell’Aeronautica Militare, della Marina Militare e dell’Arma dei Carabinieri. È responsabile della parte occidentale dell’Afghanistan, che comprende le province di Herat, Badghis, Farah e Ghor, per un’estensione territoriale pari all’intero Nord Italia e una popolazione di circa quattro milioni di abitanti. È composto, oltre che da militari italiani, anche da contingenti provenienti da Albania, Ungheria, Lituania, Romania, Slovenia, Ucraina, Stati Uniti d’America.

Sono circa 800 i militari italiani che partecipano alla missione Resolute Support, che nel 2015 ha assunto la responsabilità della sicurezza nel Paese in seguito alla chiusura di ISAF (International Assistance Security Force). La missione, che si differenzia da ISAF in primo luogo per essere di tipo non-combat, è incentrata sull’addestramento, la consulenza e l’assistenza in favore delle Afghan National Defence and Security Forces (ANDSF) e delle istituzioni afgane. Il suo scopo è di migliorarne la funzionalità e la capacità di autosostenersi per provvedere autonomamente alla salvaguardia del Paese e dei propri cittadini.

Le Forze Armate Italiane sono rappresentate anche nel Quartier Generale della missione a Kabul, dove il Generale di Corpo d’Armata dell’Esercito Italiano Nicola Zanelli ricopre l’incarico di Vicecomandante di Resolute Support, ulteriore testimonianza dell’importanza dell’impegno militare italiano in Afghanistan.

© STATO MAGGIORE DIFESA

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version