Esercito

Laureati gli ufficiali del corso "Tenacia"

04 Agosto 2020: FONTE -Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell’Esercito – Si è tenuta nella caserma “Alessandro Riberi” la cerimonia di consegna dei diplomi di Laurea Magistrale in Scienze Strategiche e Militari a centoventidue Ufficiali frequentatori del 197° corso “TENACIA” ed a nove studenti civili del corso di Laurea Magistrale in Scienze […]

Leggi

Marina Militare

I Palombari della MM bonificano residuati bellici pericolosi

31 luglio 2020: FONTE -Marina Militare- Dal 27 al 31 Luglio 2020 i Palombari del Gruppo Operativo Subacquei (GOS) del Comando Subacquei ed Incursori della Marina Militare (Comsubin), distaccati presso il Nucleo SDAI (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi) di Taranto, sono intervenuti sul litorale di San Vito (TA) per condurre una delicata operazione subacquea tesa a […]

Leggi

Aeronautica Militare

Una colonia estiva per minori a Latina in collaborazione con l'Aeronautica

31 luglio 2020: FONTE -4ª Brigata Telecomunicazioni e Sistemi per la Difesa Aerea e l’Assistenza al Volo- Anche per quest’anno così particolare, i bambini e i ragazzi del Centro Minori “Stefano Bottoni” di Latina Scalo hanno potuto trascorrere la loro vacanza estiva sulla spiaggia del litorale pontino di Foce Verde. Tutto questo è stato possibile […]

Leggi

 

Video

 

Carabinieri

Arrestato il latitante Domenico Bonavota

06 agosto 2020: FONTE -Legione Carabinieri Calabria-Comando prov.le Vibo Valentia- Nel corso della notte i Militari del Nucleo Investigativo di Vibo Valentia e Squadrone Eliportato Cacciatori di Calabria hanno fatto irruzione in un’abitazione di Sant’Onofrio traendo in arresto BONAVOTA Domenico cl. 79. L’individuazione, scaturita a seguito di una complessa indagine coordinata dalla Procura di Catanzaro […]

Leggi

Polizia di Stato

SICUREZZA: SERVIZI DI POLIZIA CON LA NUOVA YAMAHA SPORT TOURER

29 Luglio 2020: FONTE – Polizia di Stato –   La “partnership” tra la Polizia di Stato e la Yamaha, già positivamente collaudata con la fornitura delle moto d’acqua per i reparti speciali, si arricchisce ancora con la fornitura di moto per i servizi di Polizia. Con il programma “Yamaha for Police” la Polizia di […]

Leggi

Guardia di Finanza

Sequestrati manufatti di avorio

06 agosto 2020: FONTE -GdF Comando Prov.le di Torino- Sequestrati una ventina di manufatti ricavati dalle zanne d’elefante e dal corallo rosso destinati al mercato clandestino. La Guardia di Finanza di Torino denuncia una coppia di imprenditori. È quello che si sono trovati davanti i Finanzieri del Gruppo Pronto Impiego Torino in occasione di una […]

Leggi

Altre Istituzioni

AL VIA IL 23° WEEKEND CLINIC DELLA SMILE HOUSE ROMA OSPITATO ALLA CLINICA PARIOLI

28 Maggio 2020: FONTE – Fondazione Operation Smile Italia Onlus – Brizzi Comunicazione s.r.l. –   Tre criteri per rispondere al Covid-19: tempestività, qualità e sicurezza    Dopo l’interruzione forzata dovuta all’emergenza coronavirus riprendono i weekend clinic della Smile House Roma anche se in trasferta presso la Casa di Cura Parioli.   “Perché Marco, Ciro, […]

Leggi

MAXI OPERAZIONE ANTIBRACCONAGGIO DEI CARABINIERI FORESTALI CONTRO IL TRAFFICO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE DI AVIFAUNA

MAXI OPERAZIONE ANTIBRACCONAGGIO DEI CARABINIERI FORESTALI CONTRO IL TRAFFICO NAZIONALE ED INTERNAZIONALE DI AVIFAUNA

19 Novembre 2019: FONTE – Comando Generale Arma dei Carabinieri – Comando Carabinieri per la tutela della Biodiversità e dei Parchi –

 

Si è appena conclusa l’operazione denominata “Lord of the Rings”, condotta dalla Sezione Operativa Antibracconaggio e Reati a Danno degli Animali (SOARDA) del Reparto Operativo del Raggruppamento Carabinieri Cites, avviata in Umbria con la collaborazione di alcune Stazioni Carabinieri Forestale di  Perugia.

L’operazione ha stroncato un’attività dedita al traffico illegale di avifauna selvatica, anche particolarmente protetta, destinata al mercato degli uccelli da richiamo per cacciatori. Il traffico scoperto, che interessava diverse regioni italiane, veniva alimentato anche da esemplari provenienti   illecitamente da altri paesi europei.

L’attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica di Spoleto, ha portato a numerose perquisizioni che hanno visto impegnati i Carabinieri Forestali di Perugia, Napoli, Caserta,  Forlì-Cesena,Vicenza, Belluno, Treviso, Trieste e Gorizia, oltre a quelli del Reparto Operativo Cites di Roma,  specializzato nel contrasto al bracconaggio.

Si premette che la fauna selvatica è qualificata dall’ordinamento giuridico quale  “patrimonio indisponibile dello Stato” e, pertanto, la legale detenzione di ciascun esemplare di uccello allevato  richiede che venga apposto, al tarso dello stesso, nell’immediatezza della nascita, un anello cilindrico inamovibile considerato sigillo.

L’indagine ha disvelato una pratica che, tramite la cattura illegale di uccelli in natura e l’illecita apposizione agli stessi di anelli identificativi contraffatti o inidonei,  prevedeva la successiva commercializzazione degli stessi,  come esemplari da richiamo  per l’attività venatoria,  ad ignari cacciatori convinti di acquistare legittimamente uccelli di allevamento.

I reati contestati agli indagati, inizialmente 7 poi divenuti 11, sono, oltre alla frode in commercio, la ricettazione, il maltrattamento animali, l’uso abusivo di sigilli e la caccia di uccelli con mezzi non consentiti.

Nell’ambito delle perquisizioni sono stati rinvenuti circa 800 anelli inamovibili, nonché tutta l’attrezzatura necessaria per manometterli e inserirli all’avifauna selvatica. Sono circa 2000, infatti, gli uccelli vivi sequestrati, di cui circa la metà privi di anello, liberati  immediatamente in natura dai militari nel corso degli accertamenti. Altri uccelli, più di 500, sono stati ritrovati morti, probabilmente destinati al consumo umano.

Ritrovati e sequestrati anche gli strumenti che venivano utilizzati per catturare gli uccelli: 241 reti da uccellagione, 10 richiami elettromagnetici, nonché diverse confezioni di testosterone, utilizzato per migliorare le prestazioni canore degli uccelli.

Il numero di uccelli rinvenuti evidenzia un business illecito di particolare rilievo, considerato che il valore di mercato di un esemplare “da richiamo”può raggiungere anche  500 euro.

Gli uccelli sequestrati da riabilitare al volo sono stati affidati ai centri di recupero animali selvatici “Il Pettirosso” di Modena e “Il Frullone” di Napoli.

Particolarmente laboriosa si è rivelata, inoltre, l’attività tecnica, svolta congiuntamente a ornitologi e veterinari (resi disponibili dalle associazioni ambientaliste LIPU, Legambiente e CABS e dal Corpo Forestale del Friuli Venezia Giulia), finalizzata ad accertare l’alterazione degli anelli.

 

 

TESTO E FOTOGRAFIA DI PROPRIETÀ – COMANDO GENERALE ARMA DEI CARABINIERI – COMANDO CARABINIERI PER LA TUTELA DELLA BIODIVERSITÀ E DEI PARCHI –

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *