Esercito

IL GENERALE FARINA IN VISITA AI MILITARI IN CAMPANIA

13 Settembre 2019: FONTE – Stato Maggiore Esercito – Il Capo di SME a Nola e Persano   La visita è iniziata al Polo di Mantenimento Pesante Sud dove, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito accolto dal Direttore, Brigadier Generale Pietro Barbera, ha preso parte ad un briefing in cui sono state illustrate le molteplici attività dell’Ente. […]

Leggi

Marina Militare

RIPRENDE L’ADDESTRAMENTO DEI FUTURI COMANDANTI NELL’ANNO ADDESTRATIVO 2019/2020

12 Settembre 2019: FONTE – Marina Militare –   Lo scorso 9 settembre ha avuto inizio l’anno addestrativo 2019/2020 e nello specifico il percorso formativo che preparerà nove tenenti di vascello ad affrontare il loro primo Comando Navale. La 285^ sessione di Scuola Comando Navale, presso la base navale di Augusta, centro di eccellenza da 93 anni nella formazione […]

Leggi

Aeronautica Militare

AERONAUTICA, DIFESA AEREA: INTERCETTATO SUI CIELI DI VENEZIA ULTRALEGGERO TEDESCO SENZA PIANO DI VOLO

13 Settembre 2019: FONTE – Aeronautica Militare – Un caccia F-2000 Eurofighter dell’Aeronautica Militare, in prontezza per il servizio di sorveglianza dello spazio aereo, si è alzato rapidamente in volo ieri mattina dalla base aerea di Istrana (TV), sede del 51° Stormo, per intercettare un ultraleggero tedesco decollato dall’Austria e diretto in Italia senza essere […]

Leggi

 

Video

 

Carabinieri

OPERAZIONE “BLACK GOLD”

16 Settembre 2019: FONTE – Comando Generale Carabinieri – Comando Provinciale Carabinieri di Siracusa – SIRACUSA: Assicurata alla giustizia dai Carabinieri del Comando Provinciale di Siracusa e dell’Aeronautica Militare di Sigonella associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti e ricettazione di ingenti quantitativi di idrocarburi. Eseguite 8 ordinanze. Dalle prime luci dell’alba di oggi nelle […]

Leggi

Polizia di Stato

TORTURE SUI MIGRANTI: ARRESTATI TRE SCAFISTI AD AGRIGENTO

16 Settembre 2019: FONTE – Polizia di Stato – Sono stati fermati dalle Squadre mobili di Agrigento e Messina i tre torturatori di Zawyia la città della costa libica dove, dentro una ex base militare, vengono sequestrati centinaia di migranti in attesa di partire per l’Europa. I tre uomini di 22, 24 e 26 anni sono accusati […]

Leggi

Guardia di Finanza

CONTROLLI SUI VIADOTTI AUTOSTRADALI - ESEGUITA UNA ORDINANZA CHE COMPRENDE 9 MISURE CAUTELARI

13 Settembre 2019: FONTE – Guardia di Finanza Comando Provinciale di Genova – I militari del I Gruppo della Guardia di Finanza di Genova, coordinati dalla locale Procura della Repubblica, hanno eseguito una ordinanza che comprende nove misure cautelari nei confronti di dirigenti e tecnici di Autostrade per l’Italia s.p.a. e Spea Engineering s.p.a. Si […]

Leggi

Altre Istituzioni

DESME’

24 Luglio 2019: FONTE – Alessandro Macchi – Centro Studi Piemontesi-Ca dè Stùdi Piemontèis –   Desmè è parola piemontese antica, forse originaria delle “terre alte”, che dice del potere interiore di far rivivere in assoluta attualità emotiva momenti mai dimenticati, ma pacatamente riposti nel fondo della memoria. In “Desmé” colpisce innanzi tutto la capacità […]

Leggi

OPERAZIONE ANTIMAFIA A PALERMO PER ESTORSIONI E STUPEFACENTI

OPERAZIONE ANTIMAFIA A PALERMO PER ESTORSIONI E STUPEFACENTI

25 Marzo 2019: FONTE – Polizia di Stato –

Operazione antimafia questa mattina della Squadra mobile di Palermo, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia nei confronti di capi del mandamento mafioso di San Lorenzo-Tommaso Natale.

Gli agenti hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 10 persone, di cui 6 già detenute mentre 4 arrestate nell’operazione di oggi. Per tutti i reati contestati sono l’associazione mafiosa, l’estorsione aggravata dal metodo mafioso e il traffico di sostanze stupefacenti, anch’esso aggravato dalle modalità mafiose.

Numerose le estorsioni documentate dagli investigatori, che si sono avvalsi anche delle dichiarazioni di un collaboratore di giustizia.

 Le vittime erano imprenditori edili operanti anche in territori diversi da quelli propri di quel mandamento mafioso, quali Isola delle Femmine, Capaci e Carini.

Ai titolari delle imprese veniva imposto il pagamento di grosse somme di denaro per “la messa a posto” e ciò avveniva anche grazie anche al ruolo di collegamento con altre famiglie mafiose del territorio palermitano; il ricavato delle estorsioni veniva diviso tra le famiglie operanti nei diversi quartieri cittadini.

L’organizzazione criminale era anche particolarmente attiva nel campo del traffico degli stupefacenti nel capoluogo siciliano, tanto che uno degli arrestati di oggi, protetto da Cosa Nostra, si era imposto come il principale spacciatore del quartiere Zen di Palermo; in cambio corrispondeva regolari somme di denaro, in base dello stupefacente venduto.

TESTO VIDEO E FOTOGRAFIE DI PROPRIETÀ – POLIZIA DI STATO –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *