Esercito

ADDESTRAMENTO OFF ROAD...IN SICUREZZA

03 Luglio 2020: FONTE – Stato Maggiore Esercito –   Riparte l’addestramento dei reparti della Brigata Alpina “Taurinense”.   Il 1° Reggimento Artiglieria Terrestre (da montagna) e il Reggimento logistico “Taurinense” hanno concluso un corso di guida off road per veicoli tattici che ha abilitato trenta nuovi conduttori alla guida sicura su percorsi estremi.   […]

Leggi

Marina Militare

GIRONE E LA TORRE: EMESSO IL PROVVEDIMENTO DAL TRIBUNALE ARBRITRALE DELL'AJA

02 Luglio 2020: FONTE – Stato Maggiore Difesa –   Lo Stato Maggiore della Difesa rende noto che il Tribunale costituito a l’Aja il 6 novembre 2015, presso la Corte Permanente di Arbitrato, per dirimere la controversia tra Italia e India in relazione all’incidente occorso il 15 febbraio 2012 nell’Oceano Indiano nel quale è rimasta coinvolta la […]

Leggi

Aeronautica Militare

CAMBIO DI COMANDO AL 4° STORMO

03 Luglio 2020: FONTE – Aeronautica Militare –   Il Colonnello Eros Zaniboni subentra al Generale di Brigata Aerea Urbano Floreani   Mercoledì 2 luglio 2020 ha avuto luogo l’avvicendamento al Comando del 4° Stormo tra il Generale di Brigata Aerea Urbano Floreani, Comandante uscente, ed il Colonnello Eros Zaniboni, Comandante subentrante. Il Cambio di […]

Leggi

 

Video

 

Carabinieri

1° BATTAGLIONE CARABINIERI TUSCANIA E 2° BATTAGLIONE TARQUINIA RICORDANO LE ORIGINI COMUNI

03 Luglio 2020: FONTE – Comando Generale Arma Carabinieri – 187° Reggimento Paracadutisti “Folgore” –   Celebrazioni alla P. Vannucci di Livorno   1° Battaglione Carabinieri Tuscania e 2° Battaglione Tarquinia ricordano le origini comuni   Si è svolta in data 1 Luglio 2020, presso la Caserma “P. Vannucci” di Livorno, una cerimonia congiunta volta […]

Leggi

Polizia di Stato

MILANO: FALSI MATRIMONI ED ESAMI DI ITALIANO, 5 ARRESTI

03 Luglio 2020: FONTE – Polizia di Stato –   Favorivano l’immigrazione clandestina organizzando matrimoni fittizi e falsi esami di conoscenza della lingua italiana: 5 persone sono finite in manette mentre 78 persone sono state indagate dagli uomini della Squadra mobile di Milano. L’ordinanza di custodia cautelare è stata eseguita nei confronti di cittadini stranieri, […]

Leggi

Guardia di Finanza

ATTIVAZIONI FRAUDOLENTE DI SERVIZI A PAGAMENTO SUL CONTO TELEFONICO: VASTA OPERAZIONE A TUTELA DEI CONSUMATORI

03 Luglio 2020: FONTE – Guardia di Finanza Nucleo Speciale Tutela Privacy Frodi Tecnologiche – Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Milano –   ADDEBITI PER SERVIZI A SOVRAPPREZZO SENZA IL CONSENSO DEGLI UTENTI. PERQUISIZIONI E SEQUESTRI DELLA GUARDIA DI FINANZA ANCHE PRESSO LA SEDE LEGALE DI WINDTRE. MISSIVA ALL’AUTORITA’ PER LE GARANZIE […]

Leggi

Altre Istituzioni

AL VIA IL 23° WEEKEND CLINIC DELLA SMILE HOUSE ROMA OSPITATO ALLA CLINICA PARIOLI

28 Maggio 2020: FONTE – Fondazione Operation Smile Italia Onlus – Brizzi Comunicazione s.r.l. –   Tre criteri per rispondere al Covid-19: tempestività, qualità e sicurezza    Dopo l’interruzione forzata dovuta all’emergenza coronavirus riprendono i weekend clinic della Smile House Roma anche se in trasferta presso la Casa di Cura Parioli.   “Perché Marco, Ciro, […]

Leggi

MONTE PORZIO (PU): I CARABINIERI ESEGUONO UN’ORDINANZA DI CUSTODIA CAUTELARE IN CARCERE NEI CONFRONTI DI UN NIGERIANO RESPONSABILE DI VIOLENZA SESSUALE E MALTRATTAMENTI VERSO LA MOGLIE

MONTE PORZIO (PU): I CARABINIERI ESEGUONO UN’ORDINANZA DI CUSTODIA CAUTELARE IN CARCERE NEI CONFRONTI DI UN NIGERIANO RESPONSABILE DI VIOLENZA SESSUALE E MALTRATTAMENTI VERSO LA MOGLIE

25 Marzo 2019: FONTE – Arma dei Carabinieri Compagnia Carabinieri di Fano –

I carabinieri della stazione di Monte Porzio hanno tratto in arresto un nigeriano 43enne del posto in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere in quanto responsabile di violenza sessuale e  maltrattamenti verso la moglie, fatti commessi alla presenza del figlio di soli 5 anni.

La vicenda nasce da lontano. I due, connazionali, circa sei anni fa quando ancora vivevano in Veneto, si erano conosciuti ed avevano deciso di sposarsi. Dopo poco emerge il carattere violento dell’uomo che abitualmente picchiava la donna per futili motivi privandola anche del cibo e del gas per riscaldarsi. Dopo un anno la donna rimane incinta ma questo non contribuisce a far ravvedere l’uomo da comportamenti violenti. Di contro costringeva la donna, in stato interessante, ad effettuare cessioni di sostanze stupefacenti per suo conto. Alla nascita del bambino nulla cambiava anzi l’uomo ha continuato a picchiarla durante l’allattamento finche non è stato tratto in arresto e condotto in carcere e la donna sottoposta agli arresti domiciliari entrambi per reati in materia di sostanze stupefacenti. Nel frattempo la donna si è trasferita nella provincia di Pesaro e Urbino accompagnata dai suoi fratelli trovando lavoro e un po’ di tranquillità.

Uscito dal carcere nell’agosto 2018, l’uomo ha preteso di rivedere la moglie e il figlio trasferendosi nella nuova abitazione. La donna a fini genitoriali acconsentiva precisando di non avere nessuna intenzione di avere più rapporti con l’uomo esigendo altresì di tenere in casa almeno uno dei suoi fratelli.

Nonostante gli accordi, il comportamento tornava a farsi nuovamente violento e minatorio arrivando a pretendere, con la violenza, di avere rapporti sessuali contro la volontà della donna e con la paura di conseguenze peggiori. In ultimo, una sera si arma di coltello e brandendolo minaccia il fratello di morte, danneggiando i suoi beni ed appropriandosi di denaro in contante che conservava in una borsa il tutto pur di cacciarlo di casa. La donna esasperata chiama i carabinieri ed interviene una pattuglia della stazione di San Lorenzo in Campo. Alla vista dei militari l’uomo cambia decisamente atteggiamento e la donna minimizza l’accaduto rientrando in casa con la speranza di un ravvedimento. La speranza si rileva vana poiché il giorno successivo la donna, prostata fisicamente e psicologicamente, si reca al pronto soccorso di Pergola. Da quel momento i carabinieri di Monte Porzio da un lato attivano tutti gli strumenti utili a proteggere e ospitare la donna e il bambino grazie all’intervento del centro antiviolenza e dall’altro informano immediatamente il pubblico ministero di turno, dott.ssa Silvia Cecchi che, in tempi rapidissimi ha richiesto e ottenuto la misura cautelare della custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del tribunale di Pesaro dott. Francesco Messina.

L’ordinanza è stata eseguita, l’uomo condotto in carcere e la donna insieme al bambino hanno potuto far rientro nella loro abitazione.

TESTO E FOTOGRAFIE DI PROPRIETÀ – ARMA DEI CARABINIERI COMPAGNIA DI FANO –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *