Esercito

COMANDANTI DI COMPAGNIA: CURA DEL PERSONALE, ESEMPIO E CONSAPEVOLEZZA

19 Luglio 2019: FONTE – Stato Maggiore Esercito –   Il Capo di SME in visita ai frequentatori del 4° Corso per Ufficiali subalterni a Torino. ​Nell’ambito della Scuola di Applicazione e Istituto di Studi Militari dell’Esercito di Torino, si sta svolgendo il 4° Corso per Ufficiali subalterni (Tenenti prossimi alla nomina a Capitano) del Ruolo Normale […]

Leggi

Marina Militare

CONTINUANO SENZA SOSTA LE ATTIVITÀ DI BONIFICA DA ORDIGNI ESPLOSIVI DEI PALOMBARI DI COMSUBIN IN SARDEGNA, SICILIA E PUGLIA

20 Luglio 2019: FONTE – Marina Militare –   In 7 giorni di operazioni subacquee sono stati neutralizzati 50 pericolosi ordigni esplosivi risalenti alla seconda guerra mondiale, ripristinando così la sicurezza della navigazione e della balneazione in molte località italiane Dal 12 al 19 luglio 2019 i Palombari del Gruppo Operativo Subacquei (GOS) del Comando Subacquei ed Incursori […]

Leggi

Aeronautica Militare

DIFESA AEREA: INTERCETTATO UN VELIVOLO CIVILE CHE AVEVA PERSO CONTATTO RADIO

19 Luglio 2019: FONTE – Aereonautica Militare –   Un caccia F-2000 Eurofighter dell’Aeronautica Militare, in prontezza per il servizio di sorveglianza dello spazio aereo, si è alzato rapidamente in volo questa mattina dalla base aerea di Istrana (TV), sede del 51° Stormo, per intercettare un velivolo civile Gulfstream IV decollato dall’Aeroporto Tel Aviv – […]

Leggi

 

Video

 

Carabinieri

CAMBIO AL VERTICE DEL COMANDO UNITÀ FORESTALI, AMBIENTALI E AGROALIMENTARI CARABINIERI

20 Luglio 2019: FONTE – Comando Generale Arma Carabinieri –  Comando Unità Forestali, Ambientali e Agroalimentari – Alla presenza del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, Generale di Corpo d’Armata Giovanni Nistri, si svolgerà la cerimonia di avvicendamento fra il Generale di Corpo d’Armata Angelo Agovino e il Generale di Corpo d’Armata Ciro D’Angelo, subentrante nella […]

Leggi

Polizia di Stato

PALERMO: BLOCCATA IPTV PIRATA CON PALINSESTO DI SKY

20 Luglio 2019: FONTE – Polizia di Stato –   Aveva creato un’infrastruttura informatica in grado di replicare abusivamente l´intero palinsesto Sky sulla IPTV pirata “ZSAT”. La Polizia di Stato a Palermo, attraverso un´indagine ad elevato contenuto tecnologico, ha individuato l’autore della messa in commercio e riproduzione illecita del segnale della pay-tv attraverso il web e […]

Leggi

Guardia di Finanza

SGOMINATA ORGANIZZAZIONE NARCOTRAFFICANTE TRA IL SUD AMERICA E LA SICILIA

18 Luglio 2019: FONTE – Guardia di Finanza Comando Provinciale di Messina – Dalle prime luci dell’alba, i Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Messina stanno eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 11 soggetti (9 dei quali in carcere e 2 agli arresti domiciliari), promotori e membri di un’organizzazione criminale […]

Leggi

Altre Istituzioni

SWIM FOR SMILE 2019

05 Luglio 2019: FONTE – Marina Militare Comando Marittimo Sud – Fondazione Operation Smile Italia Onlus –  Brizzi Comunicazione –   La traversata, per il quarto anno, sarà l’occasione per parlare dell’importanza di una chirurgia sicura, tempestiva ed efficace nella cura della labiopalatoschisi.   Per il quarto anno consecutivo, Domenico Scopelliti, Vicepresidente Scientifico e chirurgo […]

Leggi

MISSIONE IN LIBANO: COMBINEX E TRAINING DI MANTENIMENTO

MISSIONE IN LIBANO: COMBINEX E TRAINING DI MANTENIMENTO

29 Gennaio 2019: FONTE – Stato Maggiore Difesa –

La Joint Task Force Lebanon (JTF-L) – Sector West (SW), nell’ambito della missione in Libano, ha condotto numerose esercitazioni coinvolgendo oltre 500 unità

​La Joint Task Force Lebanon (JTF-L) – Sector West (SW), attualmente su base Brigata bersaglieri “Garibaldi” , ha condotto in poco più di tre mesi 21 giornate di poligono e 27 giornate COMBINEX (Combined Exercise) coinvolgendo oltre 500 unità pari a più del 15% della forza complessiva del Settore.

Nella condotta di un’operazione delle Nazioni Unite, che si basa sui criteri di neutralità, imparzialità e oggettività, in un Teatro Operativo come quello libanese, sono diversi i fattori da considerare.

Oltre all’adattamento a scenari comunque già resi noti durante l’addestramento pre-immissione, si interagisce con nuovi contingenti, spesso con procedure molto diverse da quelle applicate dal personale italiano.

In tale complesso quadro di internazionalità, il Settore Ovest della Missione UNIFIL non fa eccezione, comprendendo oltre all’Italia altre 12 nazioni, ovvero Armenia, Brunei, Croazia, Ghana, Irlanda, Repubblica di Macedonia, Malesia, Malta, Repubblica di Corea, Serbia, Slovenia, e Tanzania.

Al fine di recepire pienamente il mandato conferito dalla Risoluzione 1701/2006, il Comando UNIFIL ha emanato, sin da subito, una serie di procedure denominate Standard Tactical Immediate Reaction (STIR) che prevedono reazioni pianificate ad eventi che potrebbero occorrere sul terreno come, ad esempio, lancio di sassi e/o atteggiamento ostile verso pattuglie dei Contingenti, richiesta di aiuto da parte di civili o presenza di armi illegali nell’area di responsabilità.

Per questo e per assolvere al meglio il compito assegnato vengono condotte, anche nel tentativo di armonizzare le diverse regole d’ingaggio dei paesi concorrenti alla Missione, attività addestrative di amalgama tra le cinque Task Force di manovra del Settore (ITALBATT, GHANBATT, IRISHBATT, ROKBATT e MALBATT). 
Non si parla solo, quindi, di addestramento congiunto con le Lebanese Armed Forces (LAF) o di programmi di familiarizzazione (Familiarization Deployment – FAMDEP) con le forze di intervento rapido, ma anche di training tra Task Force, come le Combined Exercise (COMBINEX), svolte per affinare, ad esempio, le STIR, o incrementare il livello di conoscenza di procedure standardizzate (Standard Operating Procedures – SOPs), oltre che esercitazioni interne e/o a fuoco (Firing Exercise – FIREX) volte al mantenimento degli standard prefissati.

A riguardo, il Comandante della Leonte XXV, Generale di Brigata Diodato Abagnara, ha confermato la determinazione delle Task Force alle dipendenze di perseguire, prioritariamente, gli obiettivi della missione e di sviluppare, al meglio, quelle attività di training orientate al mantenimento di elevati parametri di efficienza operativa.

“Si è soldati perchè un giorno, più o meno lontano, abbiamo sentito la chiamata della Patria, e si è peacekeepers per due ordini di motivi: perché il nostro cuore è generoso ma anche perché siamo addestrati a farlo. Ecco, per aiutare gli altri, dobbiamo mantenerci altruisti nell’animo e soldati nella formazione e non essere l’uno o l’altro, ma dimostrarci capaci di includere entrambi gli aspetti in una persona sola”, questo quanto affermato dal Generale Abagnara durante un incontro con il Comandante della Task Force ghanese.

Approfondimento missione UNIFIL

Attualmente i contingenti impiegati nella missione in Libano continuano a monitorare il rispetto del cessate il fuoco ed il rispetto della Blue Line. Le attività operative attualmente svolte da UNIFIL consistono in:
•osservazione da posti fissi;
•condotta di pattuglie (diurne e notturne);
•realizzazione di check-points;
•collegamento con le F.A. libanesi;
•pattugliamento marittimo.
L’attuale contributo nazionale prevede, dal 1° gennaio al 30 settembre 2018, un impiego massimo di 1100 militari, 278 mezzi terrestri e 6 mezzi aerei. In ambito nazionale l’operazione è denominata “Leonte”.

TESTO E FOTOGRAFIE DI PROPRIETÀ – STATO MAGGIORE DIFESA –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *