Esercito

Missione in Libano: Il Sector West a guida italiana addestra le Lebanese Armed Forces

22 Gennaio 2020: FONTE -UNIFIL JOINT TASK FORCE–LEBANON SECTOR WEST- La risoluzione 1701 sancisce il supporto delle Nazioni Unite alle Lebanese Armed Forces, questo aiuto si concretizza dal punto di vista operativo principalmente con la condotta di pattugliamenti congiunti tra i peacekeeper UNIFIL e le LAF, per controllare e monitorare la situazione lungo la Blue […]

Leggi

Marina Militare

LA RIORGANIZZAZIONE DELL’ARSENALE DI TARANTO E LE NUOVE POSIZIONI PER IL PERSONALE CIVILE

22 Gennaio 2020: FONTE _Marina Militare- In seguito all’uscita su organi di stampa di alcuni articoli relativi alla riorganizzazione dell’Arsenale di Taranto e le nuove posizioni per il personale civile dell’Amministrazione Difesa, si evidenzia come la Marina Militare sia da sempre attenta alla valorizzazione delle capacità del proprio personale. Nel caso degli Stabilimenti di lavoro, […]

Leggi

Aeronautica Militare

PRIMO VOLO DEL FALCO XPLORER

17 Gennaio 2020: FONTE – Aeronautica Militare –   Il prototipo di velivolo a pilotaggio remoto è stato condotto a distanza da personale del Reparto Sperimentale di Volo in supporto a Leonardo   Mercoledì 15 gennaio, il prototipo di aeromobile a pilotaggio remoto Falco Xplorer, prodotto da Leonardo, è decollato dall’aeroporto militare di Trapani Birgi, sede […]

Leggi

 

Video

 

Carabinieri

Cuore da Carabiniere

22 Gennaio 2020: FONTE -Comando Generale Arma dei Carabinieri- Stipulato protocollo d’intesa tra Arma dei Carabinieri, Istituto Superiore di Sanità, Federazione Nazionale degli Ordini Farmacisti, Federfarma, Assofarm, Farmacie Unite, Utifar, Società Italiana di Cardiologia e Dipartimento di Biomedicina e Prevenzione dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, per la prevenzione delle malattie cardiovascolari nei Carabinieri. […]

Leggi

Polizia di Stato

FOGGIA: MAXI BLITZ DELLE FORZE DELL'ORDINE

20 Gennaio 2020: FONTE – Polizia di Stato – Controlli a tappeto nelle strade, perquisizioni alla ricerca di armi e droga, caccia ad alcuni latitanti e fermi nei confronti di alcune persone ritenute responsabili di estorsioni ai danni di alcuni imprenditori. Da questa notte le aree più sensibili di Foggia sono sotto la pressione di […]

Leggi

Guardia di Finanza

Duro colpo al gioco d'azzardo illegale

22 Gennaio 2020: FONTE -GdF Comando Prov.le Lecce- Più di 70 finanzieri del Comando Provinciale di Lecce nella giornata odierna stanno eseguendo un’ordinanza di applicazione di misure cautelari personali nei confronti di 10 persone ed un decreto di sequestro preventivo di beni per un valore di oltre 7 milioni di euro emessi dal Giudice per […]

Leggi

Altre Istituzioni

ESERCITO E PROTEZIONE CIVILE Incontro informativo al Reggimento  “Cavalleggeri Guide” (19°) di Salerno

16 Gennaio 2020: FONTE – Raffaele Fusilli/Stella d’Italia News Martedì 14 gennaio si è tenuto presso la caserma D’Avossa di Salerno, sede del Reggimento “Cavalleggeri Guide” (19°), un incontro informativo tra i responsabili della Protezione Civile del Comune di Salerno ed il personale del Reparto. L’incontro, promosso dal Comandante delle Guide, Colonnello Daniele Cesaro, era […]

Leggi

IV novembre

IV novembre

4 novembre 2018: FONTE -Unione Stella d’Italia-

Cento anni fa si concludeva il Risorgimento, la secolare nemica d’Italia, l’Austria, finalmente perdeva le penne della sua aquila bicipite:

Già l’Aquila d’Austria
Le penne ha perdute.
Il sangue d’Italia,
Il sangue Polacco,
Bevé, col cosacco,
Ma il cor le bruciò.

Con la Prima Guerra Mondiale, non una guerra di difesa ma una aggressione a chi si era sempre opposto alla costruzione nazionale italiana, è l’intera popolazione italiana, divisa tra mille borghi, infiniti dialetti, usi e costumi, culture diverse a fondersi e a diventare Popolo, un Popolo unito nella lotta titanica contro il suo nemico di sempre.

Noi fummo da secoli
Calpesti, derisi,
Perché non siam popolo,
Perché siam divisi.
Raccolgaci un’unica
Bandiera, una speme:
Di fonderci insieme
Già l’ora suonò.

Da quel momento, da quel glorioso IV novembre l’Italia riprese le sue frontiere naturali, le Alpi, le provincie adriatiche, l’Istria profondamente italiana che poi perdemmo ma di cui nessuno potrà mai cancellare l’italianità.

Voglio ricordare oggi i sacrifici, gli sforzi immensi, i dolori di quei ragazzi di cento anni fa. qualcuno l’ho conosciuto, conservavano ancora il loro elmetto Adrian, un lamierino sottile con una cresta che sapeva d’antico, più utile a riparare dalla pioggia che dalle pallottole o dalle schegge degli shrapnel. Li ricordo piccoli di statura, quasi tutti magri e con gli occhi spersi tra i ricordi di quelle pietraie del Carso, del fango intriso d’acqua e orina delle trincee, la testa sempre bassa per non dare un facile bersaglio ai cecchini ma la schiena dritta di chi alla fine ha vinto, di chi ce l’ha fatta.

Onoro in loro l’Italia, la forza immensa del nostro Popolo, una forza quieta, timida, una forza che viene alla luce nelle difficoltà. L’abbiamo vista sul Piave, l’abbiamo vista a Custoza, l’abbiamo vista a El Alamein, sull’Amba Alagi, a Gondar, sul ponte di Perati, a Giarabub e in mille altri luoghi dove la Patria ha chiamato il Popolo italiano a versare il sangue.

Questa forza ci deve ricordare che siamo diversi da quello che vorrebbero farci sembrare. Non siamo e non saremo mai quel popolo di cialtroni infingardi e vigliacchi che certi film frutto di una ideologia anti italiana vorrebbero farci sembrare essere. Ci deve ricordare che siamo diversi dai politici corrotti, dai venduti, dagli speculatori. Loro sono minoranza, noi, gli altri, siamo il vero Popolo italiano. Siamo quelli che hanno resistito nelle trincee, siamo quelli che sono partiti da Quarto per unire il Meridione al Settentrione, siamo quelli che hanno messo in ginocchio la marina inglese nel Mediterraneo cavalcando dei siluri, che hanno ricostruito l’Italia dalle macerie della Seconda Guerra Mondiale fino a farci ridiventare una potenza economica mondiale.

Per tutto questo ringraziamo ancora i, piccoli di statura ma giganti nella abnegazione e coraggio, Fanti, Alpini, Marinai, Aviatori di cento anni fa. Abbiamo il coraggio e l’orgoglio di ricordarli gridando ancora, insieme a loro: “Viva l’Italia”.

Andrea Marrone

Una risposta a IV novembre

  • Tornassimo indietro nel tempo, fareste quella guerra? Quante furono le Vite “interrotte” in quella vicenda. Potessimo chiedere a Loro se la rifarebbero…ì

Rispondi a Renzo Pescini Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *