VEGA 2018: GLI ASSETTI DELL’AERONAUTICA MILITARE SI ADDESTRANO AD INTERCETTARE VELIVOLI A BASSA VELOCITÀ

15 Maggio 2018: FONTE – Aeronautica Militare –

Tra le missioni addestrative inserite nello scenario dell’esercitazione rientrano le missioni SMI, slow movers interception

Gli assetti dell’Aeronautica Militare che stanno partecipando alla Vega 2018, inserita all’interno della Joint Stars 2018, si stanno addestrando anche in missioni di volo per intercettare velivoli a bassa velocità, in gergo tecnico slow movers interception.

Elicotteri HH-101, HH-139A, HH212, Predator, Eurofighter, Fucilieri dell’Aria ed il rischieramento di radar mobile della Difesa Aerea sono solo alcuni degli assetti dell’Aeronautica Militare che, unitamente alle altre componenti delle Forze Armate, si stanno addestrando all’intercettazione di velivoli a bassa quota, simulati da un SIAI 208 o da un NH500. Gli scenari ipotizzati sono diversificati e complessi, ci si addestra ad intercettare un velivolo o un elicottero che procede a velocità e quota limitate che potrebbero rappresentare una minaccia per la sicurezza.

Gli scenari addestrativi sono stati studiati per essere quanto più verosimili alle esigenze reali; sempre più spesso, infatti, l’Aeronautica Militare e le Forze Armate sono chiamate a fornire un significativo contributo all’interno della cornice di sicurezza legata ai grandi eventi. Il G7 di Taormina o il Giubileo sono solo alcuni esempi degli eventi che hanno visto operare le Forze Armate al fianco delle agenzie di pubblica sicurezza.

TESTO E FOTOGRAFIE DI PROPRIETA’ – Aeronautica Militare –

Condividi

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Sponsor

Articoli correlati