Sinergie italo-algerine per il nuovo progetto della cantieristica navale italiana

01 Ottobre 2013 – ore 17,00 : FONTE – Marina Militare –

Sono arrivati in Italia i primi 101 marinai Algerini che assieme ai 5 che già ne controllano la costruzione, costituiranno il nucleo principale dell’equipaggio della unita’ tipo BDSL (Batiment de Debarquement et de Soutien Logistique) in costruzione a cura di Orizzonte Sistemi Navali (OSN) per la Marina Algerina nei cantieri di Riva Trigoso.

L’equipaggio seguirà una articolato iter di addestramento a difficoltà crescente, di pari passo alla costruzione della nave, che sarà erogato, in concorso con OSN, presso il Centro di Addestramento Aeronavale della Marina Militare (MARICENTADD), di Taranto e l’Ufficio Allestimento e Collaudo Nuove Navi (MARINALLES), di La Spezia.

Sinergie italo-algerine per il nuovo progetto della cantieristica navale italiana -

L’Unità sarà la nave ammiraglia della flotta Algerina e verrà varata il prossimo dicembre con il nome di KALAAT BENI-ABBES.

Il progetto è una derivazione dalla classe San GIUSTO, unità anfibia italiana, e sarà complessivamente lunga 143 metri, larga 21,5 e con dislocamento di 9.000 tonnellate. Quindi leggermente più grande dell’ Unità italiana dalla quale deriva.

Sinergie italo-algerine per il nuovo progetto della cantieristica navale italiana --

“Sotto il profilo addestrativo è un progetto complesso, innovativo e senza precedenti” dice il CV Massimo PITARRA, Capo Reparto Operazioni e Capo Ufficio Marine Estere del Centro Addestramento Aeronavale. “La fase di progettazione dei corsi e di preparazione degli istruttori, svolta da MARICENTADD e MARINALLES in stretta collaborazione con l’industria, ha richiesto quasi 2 anni di lavoro che ora siamo impazienti di mettere in pratica”.

Sinergie italo-algerine per il nuovo progetto della cantieristica navale italiana ---

“E’ importante sottolineare”, continua, “che la sinergia fra industria e Marina Militare nel settore addestramento marine estere costituisce una preziosa risorsa, poiché l’aggiunta di un “pacchetto addestrativo” rende l’offerta di costruzioni di nuove navi molto più appetibile e fornisce una positiva immagine di “sistema paese”, accrescendo notevolmente la competitività della cantieristica nazionale”.

Sinergie italo-algerine per il nuovo progetto della cantieristica navale italiana ----

Tale cooperazione ha già prodotto i suoi effetti benefici, dal momento che l’Algeria ha appena evidenziato l’intenzione di acquistare anche dei cacciamine con la stessa formula inaugurata per la BDSL.

Il personale Algerino, cui si aggiungerà nei prossimi mesi il resto dell’equipaggio per un totale di 191 elementi, rimarrà in Italia per completare l’iter addestrativo fino ai primi mesi del 2015.

 

 

Condividi

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Sponsor

Articoli correlati