Home Ultime Operator Engagement Talks tra Italia e USA

Operator Engagement Talks tra Italia e USA

0

22 Aprile 2013 – ore 17,00 : FONTE – Aeronautica Militare –

In Italia, dal 17 al 19 aprile si sono svolti,  gli Operator Engagement Talks (OET) tra l’Aeronautica Militare e la United States Air Force (USAF). Gli OET rappresentano l’occasione in cui periodicamente gli Stati Maggiori delle due Forze Aeree si confrontano sui principali temi di interesse reciproco, che vanno dalla comune partecipazione a programmi internazionali, agli impegni operativi nelle aree di crisi ed alla cooperazione in vari settori di comune interesse.

L’edizione 2013 degli OET è stata presieduta dal Capo del III Reparto dello Stato Maggiore Aeronautica (SMA), Generale di Brigata Aerea Gianni Candotti, e dal Capo del IV Reparto SMA, Generale di Brigata Aerea Alberto Rosso, coinvolgendo esperti di settore dello Stato Maggiore in relazione ai molteplici temi in agenda.


Anche l’USAF ha partecipato ai lavori con una nutrita delegazione che, guidata dal Major General James W. Hyatt, Direttore dell’Operations, Strategic Deterrence and Nuclear Integration (A3 del Comando USAF in Europa), ha coinvolto anche un’articolata rappresentanza proveniente dal Pentagono.

Nel corso della sua permanenza in Italia, il 18 aprile, la delegazione americana, accompagnata dal Generale Candotti, ha visitato il 14° Stormo di Pratica di Mare, dove sono state approfondite le prospettive di cooperazione tra le due Aeronautiche nel settore del rifornimento in volo (AAR), con particolare riferimento alle potenzialità del velivolo tanker AM KC-767A. Successivamente, una parte ristretta della delegazione USAF ha visitato il Final Assembly and Check Out (FACO), l’infrastruttura  di Cameri, coinvolta nella produzione ed assemblaggio del velivolo F-35 Joint Strike Fighter (JSF).

Oltre ai temi già evidenziati, gli incontri, svoltisi a Palazzo Aeronautica, hanno consentito di analizzare le problematiche operative affrontate in ISAF, le prospettive di cooperazione nell’impiego degli Aeromobili a Pilotaggio Remoto (APR), sia in Patria che nei teatri operativi, il tradizionale supporto offerto nell’addestramento al volo del personale navigante e le sinergie realizzabili nel settore aerospaziale, che saranno successivamente approfondite nel corso di specifici ”Subject Matter Experts Meeting” (SME Meeting).

L’attività si è di fatto conclusa con una Office Call tra il Sottocapo di Stato Maggiore, Generale di Squadra Aerea Paolo Magro ed il Capo della Delegazione USAF, Major General James W. Hyatt. Tale circostanza ha consentito di fare un punto di situazione sui principali obiettivi che gli OET si proponevano e, più in generale, sulla cooperazione tra AM e l’USAF che risulta essenziale per il significativo contributo dei due Paesi alla stabilità ed alla pace della comunità internazionale.

 

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version