Nave San Marco a Dar Es Salaam: uno sbarco di solidarietà

29 Marzo 2013 : FONTE – Marina Militare –

Attrezzature didattiche, televisioni e viveri sbarcano al Villaggio della Gioia per un’operazione anfibia fuori dal comune ad opera di una delegazione di nave San Marco, Flagship dell’Operazione NATO Ocean Shield, in sosta operativa a Dar Es Salaam, in Tanzania.

  
In quest’angolo di Africa Orientale Padre Baba Fulgenzio fondatore del Villaggio ma anche missionario, passionista, insegnante, giornalista e scrittore da oltre 10 anni offre ai bambini orfani e di strada di Dar Es Salaam e della Tanzania accoglienza, istruzione, educazione e la possibilità di crescere in una dimensione familiare con la speranza, per il domani, di un futuro migliore.

  

Il giorno successivo è la volta di medicinali, medicature ed attrezzature sanitarie donate dal Centro Ospedaliero Militare di Taranto per contribuire al potenziamento del Mbweni Hospital operante nel distretto di Kinondoni sotto la guida del Dott. Fabrizio Tarricone, nonché all’allestimento di un piccolo ospedale in costruzione nel Villaggio di Pande, realizzato grazie all’iniziativa del Dottor Carlo Andrea Pola e di volontari italiani che permetterà alla popolazione del villaggio e limitrofa di avere la possibilità di ricevere cure ed una assistenza sanitaria altrimenti completamente assente. Difficile descrivere pienamente le emozioni che hanno coinvolto il personale impegnato e l’accoglienza ricevuta dai tanti  bambini, i principali  beneficiari dell’attività svolta.

  

“Porteremo con noi, scolpiti indelebilmente, i ricordi dei loro volti e dei loro sorrisi ma anche la consapevolezza di aver fornito un contributo per migliorare la condizione di chi non è fortunato quanto i nostri figli”. Con queste parole, emozionato, l’Ammiraglio Natale, Comandante dell’Operazione NATO ha salutato Padre Fulgenzio.

  

Grazie ed hakuna matata” la replica di quest’uomo straordinario, un ottantenne con la grinta di un adolescente, in perfetto stile africano, visionario nel cercare di dimenticare i problemi del passato concentrandosi con ottimismo sul presente ed il futuro.

Condividi

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Sponsor

Articoli correlati