L’Aeronautica Militare ha festeggiato i suoi 90 anni

28 Marzo 2013 : FONTE – Aeronautica Militare –

Giovedì 28 Marzo, in Piazza del Plebiscito, a Napoli, si è svolta la cerimonia per l’anniversario dei 90 anni dalla costituzione dell’Aeronautica Militare. Nell’occasione si è tenuto anche il giuramento e il battesimo del corso “Pegaso V” dell’Accademia Aeronautica di Pozzuoli.

Alla cerimonia, presieduta dal Presidente del Senato Pietro Grasso, ha partecipato il Ministro della Difesa Giampaolo Di Paola, il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, e i vertici delle Forze Armate.

Dopo gli onori militari da parte dello schieramento, il Presidente del Senato ha consegnato alla Bandiera di Guerra dell’Aeronautica Militare la Medaglia d’Oro al Merito Civile, per il contributo offerto nel soccorso alle popolazioni colpite dal sisma in Abruzzo nel 2009, con la seguente motivazione “in occasione del disastroso sisma che sconvolgeva la Regione Abruzzo, l’Aeronautica Militare, sin dalle prime ore forniva un prezioso contributo nel soccorso alle popolazioni colpite dal terremoto. L’attività si indirizzava a creare una vera e propria struttura aeroportuale per il più veloce afflusso di uomini e vettovaglie e ad effettuare rilevamenti fotografici delle zone colpite, contribuendo a supportare il sistema di Protezione Civile nel salvataggio di vite umane e nell’aiuto alla popolazione”.

E’ seguito il rito di giuramento di fedeltà alla Repubblica da parte degli 81 allievi ufficiali del corso “Pegaso V”, il più giovane dei corsi dell’Accademia Aeronautica, che nell’occasione ha avuto anche il suo battesimo.

La cerimonia ha rappresentato anche l’occasione per consegnare le seguenti onorificenze: la Medaglia d’Argento al Valore Aeronautico al Capitano Roberto Grasso, la Medaglia d’Argento al Valore Aeronautico al Primo Maresciallo Carlo Giuseppe Marra, la Medaglia di Bronzo al Valore Aeronautico al Colonnello Francesco Maria Frare e la Medaglia di Bronzo al Valore Aeronautico Primo Maresciallo Luogotenente Raffaele Pascali.

Il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Pasquale Preziosa, nel suo intervento ha dichiarato: “Questa cerimonia di Giuramento avviene, come detto, nel giorno del 90° compleanno della nostra Forza Armata; un’altra bella pagina della nostra storia scritta con i successi ottenuti sia in campo nazionale che all’estero, grazie all’impegno e allo spirito di sacrificio di ogni singolo appartenente alla Forza Armata”. Il Generale Preziosa ha poi proseguito sottolinenado che: “Passione, competenza ed etica sono i tre pilastri intorno ai quali aviatori ed avieri e personale civile hanno costruito i 90 anni della nostra storia. Sono questi i valori ai quali gli uomini e le donne con le stellette puntualmente si ispirano e nei quali fermamente credono. Gli stessi valori che idealmente ci stringono, come squadra compatta, attorno ai nostri due fucilieri di marina, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, che obbedendo senza riserve all’ordine di rientrare in india, hanno dimostrato al mondo l’onestà, il valore, la dedizione, l’attaccamento e il profondo credo che contraddistingue i militari delle Forze Armate italiane”.

Il Capo Di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, a sua volta ha ricordato che le ricorrenze come quella odierna ci inducono a riflettere sul nostro passato denso di pagine gloriose, di uomini straordinari e straordinari precursori e, soprattutto, di grandi valori di riferimento. In quel 28 marzo del 1923, 90 anni orsono, furono messe a sistema tutte le giovani e ferventi esperienze aviatorie Tricolori e si giunse alla costituzione di una Forza Armata autonoma, interamente dedicata alla “terza dimensione”.

Il Ministro della Difesa Giampaolo Di Paola, si è rivolto direttamente agli allievi dell’Accademia Aeronautica, dicendo: “Memento audere semper: ricordatevi di osare sempre, diceva D’Annunzio. L’Aeronautica Militare, questa eterna fanciulla, da 90 anni ogni giorno mostra all’Italia e agli italiani con il suo volo audace, il volo audace delle Frecce Tricolori, la via dell’osare responsabile, dell’innovazione, della modernità e del cambiamento”.

Il luogo dell’evento è stato sorvolato, nei suoi momenti solenni, dai velivoli della Pattuglia Acrobatica Nazionale, che hanno steso sulla città di Napoli il Tricolore della Bandiera italiana, a suggellare il valore delle capacità e delle eccellenze espresse dall’Aeronautica Militare al servizio del Paese, per la difesa e la sicurezza della collettività.

Oggi pomeriggio, a Roma, il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Pasquale Preziosa, renderà omaggio al Sacello del Milite Ignoto con la deposizione di una Corona di Alloro.

 

Condividi

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Sponsor

Articoli correlati