Home Ultime Consegna delle Aquile al 61° Stormo

Consegna delle Aquile al 61° Stormo

0

12 Febbraio 2013: FONTE – Aeronautica Militare –

Venerdì 8 Febbraio, nel corso di una cerimonia svolta nell’hangar centrale dell’aeroporto militare “F. Cesari” di Galatina (LE), cinque allievi Ufficiali piloti del corso “Grifo V” e due Ufficiali dell’Aeronautica della Repubblica di Singapore hanno appuntato sull’uniforme l’aquila turrita, simbolo del pilota militare.
L’evento ha assunto una valenza particolare, poichè, a distanza di circa 30 anni, la Scuola di Volo salentina ha ripreso l’antica e prestigiosa tradizione di consegnare il brevetto di pilota militare ad allievi di altre nazionalità.

La cerimonia, a cui hanno partecipato Autorità civili e militari, oltre ai familiari dei piloti e a tutto il personale dell’aeroporto schierato per l’occasione, è stata presieduta dal Generale di Squadra Aerea Mario Renzo Ottone, Comandante delle Scuole dell’Aeronautica Militare/3^ Regione Aerea che, come da tradizione, ha appuntato l’ambita aquila sul petto dell’allievo primo classificato.

Per il Colonnello Sergio Cavuoti, Comandante del 61° Stormo, “la consegna del brevetto di pilota militare rappresenta non solo una tappa fondamentale nella vita professionale di un pilota e il momento conclusivo di un impegnativo ciclo d’addestramento, ma è anche il riconoscimento del lavoro svolto a vario titolo da tanti artefici. Un lavoro di squadra, fatto con passione e spirito di servizio, nel quale ognuno ha fatto la sua parte con professionalità e dedizione per il raggiungimento del prestigioso traguardo e che sicuramente consoliderà nel futuro quella vocazione già da tempo espressa e indubbiamente apprezzata nello scenario europeo ed internazionale”.

 

Presso il 61° Stormo, oltre che il corso per il conseguimento del brevetto di pilota militare, si svolgono anche corsi di formazione avanzata per i piloti destinati ai velivoli caccia e i corsi di qualificazione e abilitazione degli istruttori di volo. Gli stessi corsi vedono da tempo la partecipazione di piloti provenienti da altri Paesi, anche grazie ad un incessante e impegnativo lavoro di ammodernamento e internazionalizzazione del Reparto. In quest’ottica, spicca il nuovo sistema di addestramento T-346A, oramai in via di completamento.

I nuovi piloti verranno ora assegnati ai Reparti di destinazione per essere impiegati sui velivoli convenzionali utilizzati nelle linee di trasporto, supporto, ricerca e soccorso aereo.
I piloti singaporiani, invece, proseguiranno per altri sei mesi il proprio addestramento presso il 61° Stormo, frequentando il corso L.I.F.T. (Lead In Fighter Training) propedeutico per la successiva assegnazione alle linee aerotattiche del Paese di origine.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version