Home Ultime I militari del 51° Stormo ospiti della Treviso Basket

I militari del 51° Stormo ospiti della Treviso Basket

0

30 Gennaio 2013: FONTE – Aeronautica Militare-

Una rappresentanza di personale militare del 51° Stormo di Istrana (TV) è stata ospite venerdì 25 Gennaio della società Treviso Basket in occasione di un incontro ufficiale di campionato. La società Treviso Basket è nata recentemente raccogliendo l’eredità della celebre Benetton Basket che per anni ha raggiunto risultati di rilievo in campo nazionale ed internazionale.

L’evento ha segnato un “gemellaggio” tra il 51° Stormo di Istrana e la società di pallacanestro, un’unione che testimonia l’affetto e la vicinanza della cittadinanza verso l’Arma Azzurra e che sottolinea come il mondo delle Forze Armate e quello dello sport siano da sempre accomunati da sani valori e nobili principi.

  

Alla serata ha partecipato il Comandante del 51° Stormo, Colonnello Mauro Lunardi ed una vasta rappresentanza di militari del 51° Stormo. Presenti, inoltre, diverse Autorità tra cui il Questore di Treviso, Dott. Tommaso Cacciapaglia, e personaggi di rilievo dello sport, come il Presidente della Treviso Basket, Paolo Vazzoler, il General Manager della Treviso Basket, Claudio Coldebella, il Presidente di “Universo Treviso” Riccardo Pittis e Marco Bonamico, Presidente della Lega Due di Basket .

Prima dell’inizio della partita, a testimonianza dello stretto legame esistente tra lo Stormo, la cittadinanza e la società Treviso Basket, i militari sono stati ricevuti e premiati dal Presidente Vazzoler che ha sottolineato il rapporto di reciproca stima che lega lo sport all’Istituzione militare.
A seguire, alla presenza del Tricolore portato in campo dai bambini, è stato suonato e cantato l’Inno di Mameli.

Il rapporto tra il 51° Stormo e la società Treviso Basket ha radici molto profonde e come già fatto in passato, anche oggi la collaborazione è rivolta soprattutto a finalità benefiche. E’ infatti in atto una raccolta di fondi per conto dell’associazione “ADVAR” per consentire sia l’ampliamento della “Casa dei Gelsi”, una struttura che accoglie e si prende cura gratuitamente dei malati terminali, sia del reparto pediatrico-oncologico dell’Ospedale di Treviso.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version