Home Polizia di Stato Frosinone: tangenti per sanare i debiti

Frosinone: tangenti per sanare i debiti

0

11 Febbraio 2013 : FONTE – Polizia di Stato-

Un’organizzazione a struttura tentacolare che cancellava i debiti delle cartelle esattoriali dietro il pagamento di tangenti. Questo è quanto hanno scoperto stamattina gli uomini della Squadra mobile di Frosinone insieme a quelli del Nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza di Frosinone. Sono state arrestate 15 persone accusate di corruzione, concussione, falso ed accesso abusivo a sistema informatico.

Nella banda c’era anche un dipendente dell’Agenzia delle entrate che, approfittando della sua posizione era riuscito ad acquisire i dati di debiti erariali dei ” clienti” dell’organizzazione per poi preparare la falsa documentazione con timbro a secco e carta intestata dell’Agenzia delle entrate attestante lo sgravio o la cancellazione del debito erariale.

La mente era invece un cinquantatreenne napoletano che aveva il compito di procacciare imprenditori con debiti tributari ed erariali promettendo la loro cancellazione a fronte di pagamenti di somme di gran lunga inferiori a quelle dovute.

La percentuale da corrispondere ai criminali si aggirava intorno al 20 o 30 % degli importi contestati: in un caso per una cartella esattoriale di 200 mila euro, è stato richiesto un corrispettivo di 40 mila euro.

Sempre quest’ultimo stabiliva le modalità di spartizione tra i vari complici delle somme indebitamente ottenute.

La rete dei procacciatori era piuttosto fitta e coinvolgeva anche studi di commercialisti oltre ad imprenditori e commercianti di varie regioni d’Italia situati perlopiù nel Lazio, in Umbria ed in Abruzzo.

Durante l’operazione, denominata “Low cost” e iniziata circa un anno fa, sono state anche effettuate 42 perquisizioni.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Exit mobile version