05 Gennaio 2021: FONTE – Stato Maggiore Esercito –

 

Unità Genio dell’Esercito dislocate in Veneto e Friuli Venezia Giulia intervengono nel bellunese in concorso alla Protezione Civile locale.

 

Personale e mezzi speciali provenienti dal 3° Reggimento Genio Guastatori di Udine e dall’8° Reggimento Genio Guastatori Paracadutisti di Legnago (VR) sono operativi da ieri mattina nelle località di Santo Stefano di Cadore e San Nicolò di Comelico, nella provincia di Belluno, per l’eccezionale nevicata che ha colpito il territorio della provincia.

 

L’enorme quantità di neve accumulatasi in poche ore sta creando situazioni critiche soprattutto sui tetti delle abitazioni e degli edifici, causando pericoli di crolli.

 

Ieri, su richiesta della Prefettura di Belluno, il Comando Forze Operative Nord, ente competente per la concessione dei concorsi delle Forze Armate in Veneto, ha disposto l’impiego di 3 autocarri ribaltabili, 2 terne, 2 piattaforme elevabili, mezzi logistici di supporto e personale militare che durante la notte hanno raggiunto la città di Belluno mettendosi a disposizione dell’autorità prefettizia.

 

Alle prime luci di questa mattina gli autocarri dell’Esercito, con i mezzi dei Vigili del Fuoco e della Protezione Civile, hanno cominciato a trasferire la neve dai centri cittadini in aree idonee all’accumulo. Nell’arco della giornata i militari dell’Esercito hanno ripulito i tetti di alcuni edifici pubblici fra cui la scuola elementare di San Nicolò di Cadore.

 

© STATO MAGGIORE ESERCITO –

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui