Salerno – Truffa per 5 ml. di euro ai danni dello Stato e dell’UE: 20 arresti

31 Gennaio 2013 : FONTE – – Arma dei Carabinieri Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari –

Il NAC del Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari di Salerno ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di 20 soggetti (3 in carcere, 17 agli arresti domiciliari) responsabili di associazione per delinquere finalizzata alla truffa ai danni dello Stato e dell’UE, riciclaggio, accesso abusivo ai sistemi telematici, corruzione, falsità materiale e ad altri reati connessi all’illecita destinazione di carburante ad uso agricolo e all’illecito percepimento di finanziamenti comunitari destinati al sostegno del comparto agroalimentare.
Il contesto individuato dal Nucleo Antifrodi Carabinieri di Salerno riguarda una organizzazione criminale ben strutturata in cui il ruolo dei promotori è stato assunto da un sedicente imprenditore agricolo e da due commercialisti. Questi – avvalendosi di una fitta rete di complicità – hanno presentato falsa documentazione alla Provincia di Salerno e proceduto a falsi inserimenti telematici sulla titolarità di terreni agricoli in affitto, in realtà inesistenti, riuscendo a costituire fittiziamente alcune aziende agricole per ottenere agevolazioni sulla tassazione dei carburanti e illeciti finanziamenti comunitari.

La rete del circuito affaristico coinvolgeva complessivamente 47 soggetti indagati che hanno fruito illegalmente delle agevolazioni sull’uso del carburante agricolo truffando lo Stato per un ammontare complessivo stimato in circa 5 milioni di euro corrispondenti all’accisa sottratta.
Le indagini sono partite da un’attenta analisi delle segnalazioni della Provincia di Salerno sull’assegnazione di carburanti “agevolati” per lavori agricoli e da qui sono stati effettuati capillari riscontri sui destinatari che sono risultati del tutto estranei al comparto agroalimentare, per cui la costituzione delle aziende agricole è risultata fittizia. L’operazione ha permesso di appurare che il gruppo criminale era riuscito anche ad ottenere finanziamenti comunitari per oltre 100.000 euro.

 

Condividi

Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Sponsor

Articoli correlati