Esercito

TIRATORI SCELTI IN ADDESTRAMENTO

23 Aprile 2019: FONTE – Stato Maggiore Esercito – Perfezionamento del tiro a distanza, autovalutazione dei nuclei tiratori scelti attraverso l’utilizzo delle differenti armi in dotazione e condotta di un’attività di orienteering notturna con addestramento a stazioni. È stato questo lo scopo della “Devil’s bullseye”, l’esercitazione per tiratori scelti condotta dall’8 al 18 aprile nel […]

Leggi

Marina Militare

MARINA MILITARE: GRANDE SUCCESSO DI VISITATORI AL CASTELLO ARAGONESE DURANTE IL PERIODO PASQUALE

24 Aprile 2019: FONTE – Marina Militare Comando Marittimo Sud – Taranto – Dal 18 al 22 aprile, in pieno periodo pasquale, il Castello Aragonese, la cui gestione è affidata al Comando Marittimo Sud, ha suscitato un grande interesse da parte dei turisti. Ben 3.835 sono stati i visitatori (di cui 2.481 nella sola giornata del […]

Leggi

Aeronautica Militare

NELLA NOTTE DI PASQUA DUE VOLI PER SALVARE DUE UOMINI IN PERICOLO DI VITA

23 Aprile 2019: FONTE – Aeronautica Militare – L’elicottero HH139 dell’82° Centro C.S.A.R. di Trapani è decollato dalla base siciliana per trasportare un uomo in imminente pericolo di vita da Lipari (ME) ed un altro da Marettimo (TP) Nella notte di Pasqua, un elicottero  HH-139A dell’82° Centro C.S.A.R. (Combat Search and Rescue – Ricerca e […]

Leggi

 

Video

 

Carabinieri

OPERAZIONE “PIEDI DI CORVO”

24 Aprile 2019: FONTE –  LEGIONE CARABINIERI “MARCHE” Compagnia di Fano – ASSALTI AI BANCOMAT CON L’ESPLOSIVO, SGOMINATA LA BANDA DELLA MARMOTTA. Individuata anche la masseria dove erano occultate le armi e l’equipaggiamento per assalti ai furgoni portavalori; arrestato l’allevatore che le custodiva.   La Compagnia Carabinieri di Fano, coadiuvata dal Nucleo Investigativo del Comando Provinciale […]

Leggi

Polizia di Stato

RAGUSA: MINACCIAVA I FAMILIARI PER LA DROGA, ARRESTATO STALKER

23 Aprile 2019: FONTE – Polizia di Stato – Gli agenti della Squadra mobile di Ragusa hanno arrestato un uomo di anni 46 anni, con l’accusa di estorsione e stalking ai danni della madre e dei fratelli. L’attività investigativa della Mobile ragusana è iniziata due mesi fa su richiesta della procura della Repubblica, per accertare i fatti relativi alla […]

Leggi

Guardia di Finanza

SICUREZZA PRODOTTI: SEQUESTRATI A ROMA OLTRE 9 MILIONI DI ARTICOLI PERICOLOSI, PRONTI A ESSERE VENDUTI PER LE FESTIVITÀ PASQUALI, E DENUNCIATI 4 RESPONSABILI

20 Aprile 2019: FONTE – Guardia di Finanza Comando Provinciale Roma – I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma, nei giorni scorsi, hanno sottoposto a sequestro oltre 9 milioni di articoli pericolosi per la salute dei consumatori e non conformi alle norme, denunciando 4 soggetti cinesi all’Autorità Giudiziaria capitolina. Nell’ambito dell’intensificazione […]

Leggi

Altre Istituzioni

ANNIVERSARIO UNITA NAZIONALE DELLA COSTITUZIONE DELL’INNO DELLA BANDIERA INAUGURAZIONE MUSEO REALIZZATO DAL COORDINAMENTO GIOVANI ALPINI SEZIONE ALTO ADIGE E GRUPPO ALPINI LAIVES

17 Marzo 2019: FONTE – Sezione Alpini Alto Adige – Grandi soddisfazione oggi per la Sezione Alpini Alto Adige che oltre a partecipare come negli anni scorsi alla cerimonia dell’unità Nazionale della Costituzione organizzata dal comune di Laives quest’anno ha realizzato tramite il Coordinamento Giovani Alpini della Sezione il museo per il Centenario della fine […]

Leggi

Il risveglio del Dragone

Il risveglio del Dragone

03/02/2019: FONTE -Stella d’Italia News-

Mentre nella nostra sfortunata penisola si discute se fare o meno la TAV il mondo va avanti e lo fa in una maniera che dovrebbe preoccupare ma si preferisce concentrarsi su chi guiderà il carrozzone azzoppato del PD oppure ascoltare quello che i balbuzienti epigoni del berlusconismo blaterano sperando che qualcuno, almeno i parenti più stretti, li ascolti e diano loro ancora credito.

Credo di non essere stato il solo a pensare che Donald Trump avesse interrotto l’interventismo americano nel mondo cominciato con la Prima Guerra Mondiale per concentrarsi sul suo paese. In effetti lo ha fatto e ha risolto molte cose, ha snellito la burocrazia, rilanciato l’economia e, in generale, migliorato la vita dell’americano medio anche se, così facendo, ha scontentato molti. Il mio giudizio su di lui fino a questo punto è stato positivo anche se devo dire che la persona non mi piace. Non deve piacere a me, è americano e quindi deve piacere, o non piacere, agli americani.

Il passo di uscire dal patto di non proliferazione nucleare e missilistica è stato un brusco cambiamento di rotta rispetto alla sua politica concentrata sul suolo americano. L’utilità dei missili è quella di essere un deterrente contro altri paesi, una pistola puntata e carica contro avversari e concorrenti.

Immediatamente anche la Russia di Putin ha abbandonato il patto e la Cina ha avvertito che ci saranno “conseguenze”. E’ stato Putin stesso a chiarire la mossa statunitense che lui ha definito in funzione anti cinese.

La guerra commerciale tra USA e Cina è un fatto acclarato e si manifesta come una serie di tariffe, dazi e proibizioni varie che le due super potenze economiche si stanno scambiando vicendevolmente, delle due paradossalmente quella che sembra essere sfavorita dal pendolo del tempo è l’America, un mercato saturo che fa sempre più fatica a assorbire i nuovi prodotti e superata dalla ricerca tecnologica e innovativa dalla Cina che, oltre a produrre a basso prezzo prodotti eccellenti come qualità e contenuto tecnologico ha anche un mercato interno recettivo e enorme per numero di potenziali consumatori.

A questa supremazia commerciale e tecnologica l’America di Trump ha cercato di mettere un freno con gli impedimenti ad accedere al suo mercato interno, ha verificato che queste misure alla fine non solo non erano sufficienti ma addirittura danneggiavano le esportazioni americane e quindi ora cerca altre soluzioni e, essendo americani, la soluzione spiccia della minaccia missilistica sembra essere ora la carta da giocare.

Potrà funzionare? Difficile dirlo, la Russia sicuramente ne avrà un danno economico importante, il paese è in crisi, ha dovuto recentemente alzare l’IVA e aumentare le tasse e la corsa agli armamenti è costosa. La soluzione allora potrà essere quella di offrire a paesi amici della Russia le nuove armi prodotte e sappiamo bene che spesso i paesi amici della Russia non sono propriamente paesi amanti della pace o rispettosi dei loro vicini.

Anche la Cina, paese eminentemente mercantile, potrà esportare le sue nuove armi che saranno perfino migliori dal punti di vista tecnologico sia di quelle americane che di quelle russe e sicuramente più economiche. Immagino quindi che una serie di paesi definiti “canaglia” possano accedere a missili a medio raggio e questo potrà scatenare guerre locali fin troppo vicino a noi, mi riferisco al Vicino Oriente già ora sconvolto da guerre, ribellioni e conflitti più o meno a bassa intensità.

Di fronte a questo scenario dove i protagonisti saranno cinesi, russi e americani la ridicola Europa dei burocrati di Bruxelles che sembra solo intenta a trovare modi per impoverire gli europei pare destinata a subire una accelerazione del suo declino oltre che a ritrovarsi vaso di coccio tra vasi di ferro, accozzaglia di paesi sostanzialmente disarmati che saranno costretti a subire decisioni altrui oltre a rischiare di essere il terreno su cui un conflitto globale verrà combattuto.

Andrea Marrone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *