Esercito

GRANATIERI, 360 ANNI DI STORIA

18 Aprile 2019: FONTE – Stato Maggiore Esercito – Celebrato oggi il 360° anniversario della fondazione dei Granatieri di Sardegna. Si è svolta, ieri, nella caserma “Gandin” alla presenza del decano dei Granatieri di Sardegna e Presidente del Centro Alti Studi della Difesa, Generale di Corpo d’Armata Massimiliano del Casale, del Comandante della Brigata Meccanizzata Granatieri […]

Leggi

Marina Militare

DALL’ELICOTTERO SH-3D ALL’EH101, IL LUOGOTENENTE VINCENZO IOZZI È L’OPERATORE DI VOLO IN SERVIZIO DELLA MARINA MILITARE CHE HA EFFETTUATO PIÙ ORE DI VOLO

16 Aprile 2019: FONTE – Marina Militare – Il luogotenente Vincenzo Iozzi, Operatore di Volo di elicotteri EH-101 della Marina Militare, ha da poco raggiunto l’importante traguardo delle 6000 ore di volo effettuate a bordo degli elicotteri della Forza Armata. Tale ragguardevole risultato è stato conseguito nel corso di 28 anni di onorata carriera trascorsa in cabina degli elicotteriSH-3D ed EH-101 della Marina […]

Leggi

Aeronautica Militare

SCRAMBLE: I CACCIA ITALIANI INTERCETTANO UN VELIVOLO SUI CIELI DEL MONTENEGRO

10 Aprile 2019: FONTE – Stato Maggiore Difesa – Primo scramble operativo nell’ambito della missione NATO Air Policing sul Montenegro attivata lo scorso giugno Due caccia Eurofighter del 36° Stormo dell’Aeronautica Militare, in servizio di allarme NATO, si sono alzati in volo questa mattina dalla base aerea di Gioia del Colle (BA) per intercettare un […]

Leggi

 

Video

 

Carabinieri

I CARABINIERI DEL NOE DI SASSARI OPERANO SEQUESTRI E DENUNCIANO 15 PERSONE

19 Aprile 2019: FONTE – Comando Generale Arma Carabinieri – Nucleo Operativo Ecologico Carabinieri di Sassari – CONTROLLI AMBIENTALI NELLE PROVINCIE DI SASSARI, NUORO E SUL LITORALE NORD – OCCIDENTALE SARDO: I CARABINIERI DEL NOE DI SASSARI OPERANO SEQUESTRI E DENUNCIANO 15 PERSONE I Carabinieri del N.O.E. di Sassari, nell’ambito di controlli ambientali sul ciclo […]

Leggi

Polizia di Stato

OPERAZIONE “ORO ROSSO”: LA POLIZIA FERROVIARIA CONTRO I FURTI DI RAME

19 Aprile 2019: FONTE – Polizia di Stato – Sono 13 le tonnellate di metalli di provenienza illecita recuperate, 1.814 persone controllate, 6 quelle denunciate; sono state inoltre accertate violazioni amministrative per un importo totale di circa 26.500 euro. Questi sono alcuni dei numeri dell’Operazione “Oro rosso” che la Ferroviaria ha portato a termine su […]

Leggi

Guardia di Finanza

OPERAZIONE “FLY DOWN”

17 Aprile 2019: FONTE – Guardia di Finanza Comando Provinciale Firenze – Ufficio delle Dogane di Firenze – OPERAZIONE “FLY DOWN” AEROPORTO DI FIRENZE SEQUESTRATO AEREO CESSNA, CONFERITO IN UN TRUST INGLESE, PER CONTRABBANDO AGGRAVATO Nelle ultime ore i militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza e i funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei […]

Leggi

Altre Istituzioni

ANNIVERSARIO UNITA NAZIONALE DELLA COSTITUZIONE DELL’INNO DELLA BANDIERA INAUGURAZIONE MUSEO REALIZZATO DAL COORDINAMENTO GIOVANI ALPINI SEZIONE ALTO ADIGE E GRUPPO ALPINI LAIVES

17 Marzo 2019: FONTE – Sezione Alpini Alto Adige – Grandi soddisfazione oggi per la Sezione Alpini Alto Adige che oltre a partecipare come negli anni scorsi alla cerimonia dell’unità Nazionale della Costituzione organizzata dal comune di Laives quest’anno ha realizzato tramite il Coordinamento Giovani Alpini della Sezione il museo per il Centenario della fine […]

Leggi

Franza o Spagna purché se magna

Franza o Spagna purché se magna

23 gennaio 2019: FONTE -Movimento Stella d’Italia-

E così l’Europa carolingia torna a ripresentarsi dopo molti secoli di oblio. Il grande stato che comprendeva gran parte della Francia e della Germania riprende forma anche se i tedeschi non sembrano troppo entusiasti dell’idea di un esercito comune tra le due potenze dominanti europee.

Oggi come oggi il patto tra Parigi e Berlino, fatto tra due leader moribondi e ampiamente delegittimati, appare come una presa di posizione anti italiana ed è indubbiamente l’Italia il terzo incomodo dell’Europa carolingia, l’Italia ha ancora molto da saccheggiare e gli appetiti di Parigi e Berlino soffrono a vedere Roma rialzare la testa.

È la Francia quella che ha la posizione migliore in Europa, il partito pro-francese è trasversale nell’accozzaglia affaristica e priva di scrupoli dell’opposizione. Abbiamo subito visto elementi di questa fazione francesizzante starnazzare petulanti sul crimine perpetrato dalla maggioranza nel dire la verità, e cioè che la Francia affama l’Africa, ne impedisce lo sviluppo, interviene militarmente per sorreggere regimi corrotti e compiacenti, sfrutta qualsiasi risorsa del continente africano senza nessun scrupolo e, contemporaneamente, fa la morale sull’accoglienza mentre respinge brutalmente donne e bambini africani abbandonandoli nei boschi al confine franco italiano. Confine ripetutamente violato dai gendarmi francesi a dimostrare la loro arroganza e prepotenza e, contemporaneamente, l’assoluta incapacità dei governi precedenti nel farsi rispettare.

Benché non siano propriamente un popolo di simpaticoni non è il popolo francese il nemico dell’Italia ma è l’establishment di Macron, il tetro Moscovici e i vari portavoce stizziti e maligni, i ministri puntigliosi a arroganti, la stampa asservita al regime crollante macroniano a essere nemici dell’Italia e, ovviamente, il grande capitale francese che è stato lasciato libero di saccheggiare la nostra economia, di comprare tutto quello che aveva un valore e che producesse reddito, reddito da portare a Parigi.

Saccheggiare l’Italia è stato da sempre un piacevole passatempo per i francesi, lo faceva Carlo Magno, lo hanno fatto i re francesi e poi l‘insuperabile ladro Napoleone che quando non riusciva a rubare altro si portava via perfino le campane delle chiese.

Ora però l’Italia ha cambiato atteggiamento e non ci sta più a farsi insultare e depredare, ora finalmente qualcuno ha il coraggio di dire in faccia ai francesi e al mondo quello che è sotto gli occhi di tutti: la politica criminale francese nei confronti dell’Africa.

Questo non piace ai prezzolati membri della fazione francese, ai complici della spoliazione dell’economia italiana, agli svenditori di aziende, a chi ha cercato di regalare alla Francia un tratto di Mediterraneo con annessi diritti di pesca e di ricerca mineraria, a chi ha scambiato lo sforamento del budget europeo per fare regali elettorali con l’onere di essere il solo paese ad accogliere i nuovi schiavi scaricati sulle nostre coste dagli scafisti criminali e dei loro complici, le famigerate ONG che ora tentano nuovamente di riprendere i loro loschi traffici marittimi.

Anche se questo governo ha nel suo interno delle contraddizioni insanabili, anche se in esso ci sono residui cattomarxisti e di complottisti nemici delle scie chimiche seguaci di uno che voleva far marciare i nostri veicoli diesel con l’olio di colza, nonostante questo riconosciamo ai giallo-verdi di avere finalmente le palle per affrontare da pari a pari l’arroganza franco-tedesca e di rivendicare per l’Italia il ruolo che le compete, quello di essere un partner primario nella costruzione di una nuova Europa, una Europa dei popoli e non della finanza, una Europa delle libertà e non dei vincoli, dei divieti, delle procedure di infrazione, della povertà indotta ad arte.

Andrea Marrone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *