Esercito

L’82° COMMEMORA I CADUTI SUL FRONTE RUSSO

17 Gennaio 2019: FONTE – Stato Maggiore Esercito – L’82° Reggimento Fanteria “Torino” commemora il 76° anniversario dei Fatti d’Arme sul Fronte Russo del 1943. ‘82° Reggimento Fanteria “Torino” ha commemorato il 76° anniversario dei Fatti d’Arme di Tscherkowo avvenuti sul fronte russo il 16 gennaio del 1943. In Russia, l’Unità dell’Esercito Italiano, diede prova delle […]

Leggi

Marina Militare

FOTO-NOTIZIA: MARINA MILITARE: BREVETTATI AL COMSUBIN 12 NUOVI INCURSORI

18 Gennaio 2019: FONTE – Marina Militare Comando Marittimo Sud – “L’indossare il basco verde è un segno distintivo carico di responsabilita”, ha detto il Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio Valter Girardelli presente alla cerimonia, rivolto ai neo-incursori, pronti a svolgere le operazioni subacquee, anfibie e terrestri. TESTO E FOTOGRAFIE DI PROPRIETÀ – […]

Leggi

Aeronautica Militare

BAMBINA DI UN MESE TRASPORTATA D'URGENZA DA CAGLIARI A ROMA

17 Gennaio 2019: FONTE – Aeronautica Militare – Tre voli sanitari urgenti in pochi giorni effettuati dall’Aeronautica Militare. Uno dei pazienti è una neonata di un mese di vita Questa mattina una bimba di appena un mese, in gravi condizioni di salute, è stata trasportata, accompagnata dai genitori e da un’equipe medica, da Cagliari a […]

Leggi

 

Video

 

Carabinieri

IL MINISTRO DELLA DIFESA ELISABETTA TRENTA INAUGURA IL MONUMENTO DEDICATO AI 5 CARABINIERI SICILIANI CADUTI A NASSIRIYA.

18 Gennaio 2019: FONTE – Comando Generale Arma dei Carabinieri – Questo pomeriggio, presso la Caserma “A. Bonsignore” di Messina, sede del Comando Interregionale Carabinieri “Culqualber”, il Ministro della Difesa Elisabetta Trenta ha inaugurato il monumento dedicato ai 5 Carabinieri Siciliani caduti a Nassiriya. Alla cerimonia hanno partecipato, con la presenza dei familiari delle vittime […]

Leggi

Polizia di Stato

ISERNIA: OPERAZIONE “LASCIATELI GIOCARE”

18 Gennaio 2019: FONTE – Polizia di Stato – Ancora violenza in una scuola materna: accertati a Isernia circa 150 episodi di maltrattamenti nei confronti di bambini di 2/3 anni commessi da due maestre. Gli uomini della Squadra mobile di Isernia in pochi giorni hanno ricostruito il vissuto quotidiano dei piccoli sui quali le maestre […]

Leggi

Guardia di Finanza

ARRESTI DOMICILIARI PER 2 IMPRENDITORI TOSCANI PER REATI TRIBUTARI E BANCAROTTA FRAUDOLENTA

18 Gennaio 2019: FONTE – Guardia di Finanza Comando Provinciale di Firenze – Dalle prime luci dell’alba, i Finanzieri del Comando Provinciale di Firenze stanno dando esecuzione, nelle province di Firenze, Prato e Livorno e in Campania, a un’ordinanza di misura cautelare personale degli arresti domiciliari, emessa dal Giudice delle Indagini Preliminari presso il Tribunale […]

Leggi

Altre Istituzioni

SANITA’-VIGNALE: TAGLIATI DUE POSTI LETTO PEDIATRI SU TRE. CHIAMPARINO E SAITTA CANCELLANO IL REGINA MARGHERITA E LA SANITA’ PEDIATRICA PIEMONTESE.

15 gennaio 2019: FONTE -Movimento Nazionale per la Sovranità- “Saitta e Chiamparino dopo l’Oftalmico, cancelleranno anche il Regina Margherita e con lui verranno taglieranno ben due posti letto pediatrici ogni tre. Peggio non potevano fare” lo commenta il presidente del Movimento Nazionale per la Sovranità Gian Luca Vignale a margine dell’audizione del sindacato ANAAO ASSOMED […]

Leggi

LIBANO: SICUREZZA LUNGO LA BLUE LINE

LIBANO: SICUREZZA LUNGO LA BLUE LINE

04 Gennaio 2019: FONTE – Stato Maggiore Esercito –

Pronta risposta dei Caschi Blu in missione in Libano, in coordinamento con le LAF, in seguito ad alcune esplosioni controllate avvenute lungo la Blue Line.

A seguito di alcune esplosioni controllate avvenute, nelle ultime due settimane, lungo la Blue Line nella zona di responsabilità della task force di manovra ghanese (GHANBATT), la Joint Task Force Lebanon (JTF-L) ha impiegato dei team joint italo-croati Mine Detection Dog (MDD) – Explosive Detection Dog (EDD) ed Explosive Ordnance Disposal (EOD) – Improvised Explosive Device Disposal (IEDD) per esaminare le aree dei crateri causati dalle esplosioni. Intervenuti in una cornice di sicurezza, i team con i cani cercamine (MDD) e con i cani antiesplosivo (EDD), congiuntamente agli assetti croati EOD-IEDD, hanno:

– valutato l’impatto delle detonazioni e della sicurezza delle aree che insistono negli abitati di Ramyah e Ayta Ash Sha’b;

– verificato lo stato della zona, in termini di eventuali danni causati dall’esplosione;

– controllato la possibile presenza di Unexploded Ordnance (UXO) e mine.

L’attività si è resa necessaria poiché gli ordigni esplosivi posati lungo la Blue Line negli anni ’80, già soggetti all’azione di fattori naturali, come erosioni, intemperie e smottamenti, potrebbero avere subito, verosimilmente a seguito delle esplosioni, uno spostamento rispetto al documento di registrazione, consegnato dagli israeliani al Comando della Missione per agevolarne il ritrovamento nelle operazioni di bonifica. L’immediato intervento dei team italo-croati, insieme al technical team di UNIFIL intervenuto anche per valutare un’eventuale violazione della Risoluzione 1701/2006 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, ha contribuito ad assicurare la pronta risposta del Settore Ovest in supporto alla popolazione locale e sta favorendo una rapida normalizzazione della situazione contingente nelle aree interessate.

A riguardo, il Generale di Brigata Diodato Abagnara, Comandante della Joint Task Force Lebanon ha espresso, in un incontro con le Autorità locali coinvolte, la sua personale vicinanza e quella di tutto il Sector West alla popolazione locale e ha garantito il costante supporto necessario in termini di impiego degli assetti specialistici alle dipendenze, in stretto coordinamento con le LAF.

Dal 4 dicembre 2018 le Israel Defense Forces (IDF) hanno avviato l’operazione Northern Shield lungo la linea armistiziale denominata Blue Line. L’intervento israeliano, condotta sul proprio territorio e considerato un’attività di engineer works, è finalizzata alla chiusura o eventuale distruzione di tunnel sotterranei che permetterebbero l’accesso dal Libano nel territorio di Israele. L’attività fa seguito all’operazione Southern Shield, operazione condotta al confine con la Striscia di Gaza con il medesimo scopo.

Al fine di monitorare gli sviluppi delle attività di IDF e contestualmente alle possibili attività delle Lebanese Armed Forces (LAF) lungo la BL, la Joint Task Force Lebanon (JTF-L) del Settore Ovest, su indicazione del Comando della Missione UNIFIL, ha dato mandato alle unità dipendenti (ITALBATT, GHANBATT e IRISHBATT) di riportare eventuali attività straordinarie sia delle IDF sui lavori di engineer works rafforzati (come ad es. lavori di trivellazione del territorio) sia delle LAF, con lo scopo di consolidare il ruolo di interposizione imparziale tra le parti.

TESTO E FOTOGRAFIE DI PROPRIETÀ –STATO MAGGIORE ESERCITO –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *