Esercito

L’82° COMMEMORA I CADUTI SUL FRONTE RUSSO

17 Gennaio 2019: FONTE – Stato Maggiore Esercito – L’82° Reggimento Fanteria “Torino” commemora il 76° anniversario dei Fatti d’Arme sul Fronte Russo del 1943. ‘82° Reggimento Fanteria “Torino” ha commemorato il 76° anniversario dei Fatti d’Arme di Tscherkowo avvenuti sul fronte russo il 16 gennaio del 1943. In Russia, l’Unità dell’Esercito Italiano, diede prova delle […]

Leggi

Marina Militare

FOTO-NOTIZIA: MARINA MILITARE: BREVETTATI AL COMSUBIN 12 NUOVI INCURSORI

18 Gennaio 2019: FONTE – Marina Militare Comando Marittimo Sud – “L’indossare il basco verde è un segno distintivo carico di responsabilita”, ha detto il Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio Valter Girardelli presente alla cerimonia, rivolto ai neo-incursori, pronti a svolgere le operazioni subacquee, anfibie e terrestri. TESTO E FOTOGRAFIE DI PROPRIETÀ – […]

Leggi

Aeronautica Militare

BAMBINA DI UN MESE TRASPORTATA D'URGENZA DA CAGLIARI A ROMA

17 Gennaio 2019: FONTE – Aeronautica Militare – Tre voli sanitari urgenti in pochi giorni effettuati dall’Aeronautica Militare. Uno dei pazienti è una neonata di un mese di vita Questa mattina una bimba di appena un mese, in gravi condizioni di salute, è stata trasportata, accompagnata dai genitori e da un’equipe medica, da Cagliari a […]

Leggi

 

Video

 

Carabinieri

IL MINISTRO DELLA DIFESA ELISABETTA TRENTA INAUGURA IL MONUMENTO DEDICATO AI 5 CARABINIERI SICILIANI CADUTI A NASSIRIYA.

18 Gennaio 2019: FONTE – Comando Generale Arma dei Carabinieri – Questo pomeriggio, presso la Caserma “A. Bonsignore” di Messina, sede del Comando Interregionale Carabinieri “Culqualber”, il Ministro della Difesa Elisabetta Trenta ha inaugurato il monumento dedicato ai 5 Carabinieri Siciliani caduti a Nassiriya. Alla cerimonia hanno partecipato, con la presenza dei familiari delle vittime […]

Leggi

Polizia di Stato

ISERNIA: OPERAZIONE “LASCIATELI GIOCARE”

18 Gennaio 2019: FONTE – Polizia di Stato – Ancora violenza in una scuola materna: accertati a Isernia circa 150 episodi di maltrattamenti nei confronti di bambini di 2/3 anni commessi da due maestre. Gli uomini della Squadra mobile di Isernia in pochi giorni hanno ricostruito il vissuto quotidiano dei piccoli sui quali le maestre […]

Leggi

Guardia di Finanza

ARRESTI DOMICILIARI PER 2 IMPRENDITORI TOSCANI PER REATI TRIBUTARI E BANCAROTTA FRAUDOLENTA

18 Gennaio 2019: FONTE – Guardia di Finanza Comando Provinciale di Firenze – Dalle prime luci dell’alba, i Finanzieri del Comando Provinciale di Firenze stanno dando esecuzione, nelle province di Firenze, Prato e Livorno e in Campania, a un’ordinanza di misura cautelare personale degli arresti domiciliari, emessa dal Giudice delle Indagini Preliminari presso il Tribunale […]

Leggi

Altre Istituzioni

SANITA’-VIGNALE: TAGLIATI DUE POSTI LETTO PEDIATRI SU TRE. CHIAMPARINO E SAITTA CANCELLANO IL REGINA MARGHERITA E LA SANITA’ PEDIATRICA PIEMONTESE.

15 gennaio 2019: FONTE -Movimento Nazionale per la Sovranità- “Saitta e Chiamparino dopo l’Oftalmico, cancelleranno anche il Regina Margherita e con lui verranno taglieranno ben due posti letto pediatrici ogni tre. Peggio non potevano fare” lo commenta il presidente del Movimento Nazionale per la Sovranità Gian Luca Vignale a margine dell’audizione del sindacato ANAAO ASSOMED […]

Leggi

SCUOLA SPECIALISTI DELL’AERONAUTICA MILITARE CONCLUSA L’ESERCITAZIONE DEDALO 1

SCUOLA SPECIALISTI DELL’AERONAUTICA MILITARE CONCLUSA L’ESERCITAZIONE DEDALO 1

23 Novembre 2018: FONTE – Raffaele Fusilli/Stella d’Italia News

Istituzioni, volontari e studenti insieme per addestrarsi alle emergenze

Foto Raffaele Fusilli

38 anni fa, il 23 novembre 1980 alle 19:34, un minuto e mezzo di terrore rase al suolo paesi interi provocando circa 3000 morti, 9000 feriti, 300 mila senza tetto e la distruzione di 150 mila abitazioni.
Ieri, nel ricordo di quella giornata e dei tragici eventi successivi, personale e mezzi dell’Aeronautica Militare (Scuola Specialisti e 9° Stormo di Grazzanise), Comune di Caserta, Protezione Civile della Regione Campania, Croce Rossa Italiana con rappresentanze di Istituti Scolastici casertani quali il Liceo Scientifico Statale “A. Diaz”, l’ITIS – Liceo Scientifico “Giordani”, il Liceo Statale “A. Manzoni” ed il Liceo Artistico – Istituto professionale “Mattei” hanno partecipato all’esercitazione congiunta di protezione civile denominata “Dedalo 1”.
L’evento, iniziato con l’alzabandiera di reparto cui hanno partecipato tutte le organizzazioni coinvolte e gli studenti, ha consentito di addestrare il personale della Forza Armata a pianificare e gestire le attività di supporto alla popolazione civile in caso di emergenza e calamità naturali, di aggiornare i piani di emergenza e verificare le modalità di coordinamento con gli altri Enti del territorio.
In tale ambito, sono state organizzate specifiche riunioni per analizzare i vari aspetti e l’esito dell’esercitazione stessa.
In particolare, è stato simulato un violento terremoto di magnitudo 7 con epicentro nella città di Caserta ad una profondità di circa 10 Km e tutte le attività sono state svolte “live”, come se realmente la macchina dei soccorsi fosse partita in quel momento, con una concitata telefonata di richiesta soccorso.
Nello scenario simulato la scossa ha provocato sia crolli di abitazioni civili sia l’inagibilità degli ospedali locali con eventi franosi ed incendi tali da rendere necessario il soccorso alla popolazione coinvolta e l’evacuazione degli abitanti delle aree più a rischio.
La macchina dei aiuti coordinata dalla Protezione civile regionale è scattata immediatamente con l’invio sul posto di un drone per la verifica della situazione dell’alto.
Da terra intanto arrivavano sul luogo del disastro le unità cinofile per la ricerca dei dispersi tra le macerie e squadre operative di soccorso sia tecnico che sanitario.
Il coordinamento delle operazioni è stato garantito da una Sala operativa regionale mobile, sistemata sul piazzale delle bandiere della Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare accanto ad un campo di accoglienza con nove tende pneumatiche, dove è stato dislocato anche il Posto Medico Avanzato per l’effettuazione del Triage con i codici verdi, gialli e rossi in modo da poter gestire al meglio il trasporto immediato dei feriti più gravi – in codice rosso –trasferiti presso le strutture ospedaliere più vicine con un elicottero HH-212 del 9° Stormo dell’Aeronautica Militare di stanza a Grazzanise (CE).
Un elicottero EC-135 della Protezione Civile dotato di Bamby Bucket domava nel frattempo le fiamme divampate a causa del terremoto.
Nel corso dell’esercitazione il personale militare e civile ha avuto la possibilità di addestrarsi in scenari di crisi non riproducibili in altro modo se non con una attività operativa reale.
Il Col. Nicola GIGANTE, Comandante della Scuola Specialisti, promotrice dell’iniziativa, ha evidenziato come l’esercitazione sia stata una concreta opportunità per tutte le istituzioni coinvolte per confrontarsi e sviluppare ulteriormente la capacità di lavorare in rete, facendo sistema per la crescita comune del nostro Paese e dei suoi cittadini, in primis i giovani su cui investire seriamente per la costruzione di un futuro migliore.
Egli ha inoltre sottolineato come la Scuola Specialisti sia un Istituto in continua evoluzione, sempre più integrato con il contesto civile in cui opera quotidianamente, in grado di mettere a disposizione i propri assetti e le competenze specifiche, non solo nel settore della formazione, a favore del territorio perché esercitarsi per le emergenze è parte integrante della cultura professionale di ogni appartenente all’Aeronautica Militare.
L’esercitazione, perfettamente in linea con la missione della Scuola Specialisti di formare e addestrare Sergenti, Volontari e personale del Comparto Difesa e Sicurezza infondendo, grazie a un mix di esperienza e innovazione, genuina creatività e predisposizione al cambiamento, quali fonti d’ispirazione per perseguire, con slancio, la realizzazione della missione del Comando Scuole e dell’Aeronautica Militare, ha contribuito alla formazione di una componente fondamentale dell’Aeronautica Militare del futuro e del personale della Scuola Specialisti, attraverso il contatto con la dimensione etica e di servizio della scelta di vita che hanno posto in essere.
Nel suo intervento il prefetto di Caserta, Raffaele RUBERTO, ricordando i tragici eventi del 1980, ha evidenziato la crescita – da allora – del sistema nazionale di protezione civile e la necessità che la popolazione abbia dimestichezza, ad ogni livello, con l’emergenza affinché possa assumere all’occorrenza i comportamenti corretti.
Ha sottolineato poi l’importanza dell’addestramento e delle iniziative, come quella odierna, tese a diffondere la cultura della sicurezza e della prevenzione, specie nelle fasce più giovani della popolazione.
Il sindaco di Caserta, Carlo MARINO ha dichiarato: “Esprimo la mia gratitudine alla Scuola Specialisti ed al suo Comandante, il Colonnello Gigante, per la perfetta riuscita di una esercitazione importantissima in termini di prevenzione e formazione.
Il legame tra la Città di Caserta e la Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare ha radici storiche antiche e profonde e sono lieto che, anche grazie a questo tipo di attività, sia ogni giorno più forte, oserei dire indissolubile”.
Gli oltre 440 frequentatori dei corsi in istruzione presso la Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare con un numero all’incirca equivalente di personale del Quadro Permanente della Scuola e i circa 200 studenti degli Istituti Scolastici casertani che hanno partecipato attivamente all’esercitazione simulando la popolazione coinvolta, hanno poi assistito ad una serie di interventi tematici e conferenze – a cura della Protezione Civile Regionale e dell’INGV – Osservatorio Vesuviano sui rischi sismici, aree vulcaniche e sulle attività della Protezione Civile tenuti presso l’auditorium del Centro Polifunzionale della Scuola Specialisti.
Nel corso del suo intervento, Claudia Campobasso, capo staff della Protezione Civile della Regione Campania, ha dichiarato: “Stamani abbiamo condiviso con l’Aeronautica Militare e tante associazioni di volontariato di Protezione Civile un modello di esercitazione multirischio che testimonia la prontezza e l’adeguatezza della risposta del sistema regionale di protezione civile e della colonna mobile in caso di evento emergenziale.
Con la nostra unità mobile di primo intervento dotata di droni, siamo in grado di “vedere” in tempo reale lo scenario dell’evento e garantire l’invio di mezzi e uomini per il soccorso e l’accoglienza degli eventuali sfollati”.
Con questa esercitazione la Scuola Specialisti ravviva ulteriormente il rapporto con i cittadini e le Istituzioni del territorio casertano che la ospita fin dalla costituzione dell’Aeronautica Militare, all’inizio degli anni 20 del secolo scorso, quando, accanto all’esigenza di formare i piloti, si ebbe l’esigenza di addestrare gli specialisti del mezzo aereo.
La valorizzazione di questo rapporto passerà sempre di più attraverso iniziative ad alta valenza di utilità sociale e di solidarietà nello spirito che già valse alla Scuola Specialisti la medaglia di bronzo al Valor Civile perché – in occasione del sisma del 1980 – che colpiva la Basilicata e la Campania, il personale tutto, nonostante le difficoltà ambientali, si prodigava, sin dal momento della costituzione dei primi centri operativi, con spirito di abnegazione e grande professionalità, intervenendo con uomini e mezzi alle operazioni di soccorso e garantendo, altresì, il necessario supporto logistico ai servizi essenziali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *