Esercito

AVVICENDAMENTO AL COMANDO DELLA "JULIA"

07 Dicembre 2018: FONTE – Stato Maggiore Esercito –   La città di Udine ringrazia il Generale di Brigata Paolo Fabbri e dà il benvenuto al parigrado Alberto Vezzoli   La città di Udine ha salutato Ufficiali, Sottufficiali e Graduati della “Julia” in rientro dal Libano. Il contingente nazionale, formato da circa 1000 militari, alla […]

Leggi

Marina Militare

MARINA MILITARE: I PALOMBARI DEL COMSUBIN INTERVENGONO D’URGENZA NELLE ACQUE DI CIRÒ MARINA (KR) PER RIMUOVERE RESIDUATI BELLICI DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE

07 Dicembre 2018: FONTE – Marina Militare Comando Marittimo Sud – Gli ordigni esplosivi sono stati notati da un pescatore subacqueo sul relitto della Regia Torpediniera Lince affondata a pochi metri dalla costa di Punta Alice   Dal 21 al 23 novembre e dal 3 al 7 dicembre 2018 si è svolta una delicata operazione […]

Leggi

Aeronautica Militare

AERONAUTICA: TRASPORTO URGENTE PER NEONATO IN IMMINENTE PERICOLO DI VITA DA VERONA A ROMA

07 Dicembre 2018: FONTE – Aeronautica Militare – Un C130J della 46^ Brigata Aerea dell’Aeronautica Militare impegnato in un volo sanitario urgente a favore di un bimbo di due settimane   Intorno alle 4:00 di questa mattina, venerdì 07 dicembre, un neonato di sole due settimane di vita ed in gravi condizioni di salute è […]

Leggi

 

Video

 

Carabinieri

SAN LORENZO IN CAMPO, COLTIVAVA MARIJUANA NEL GARAGE ED OCCULTAVA UN PANETTO DI HASHISH NEGLI SLIP, ARRESTATO DAI CARABINIERI UN ARTIGIANO DEL POSTO

07 Dicembre 2018: FONTE – LEGIONE CARABINIERI “MARCHE” Compagnia di Fano – San Lorenzo in Campo, i carabinieri della stazione di Pergola, nel corso di un’operazione congiunta con i colleghi di San Lorenzo in Campo, hanno arrestato per coltivazione di marijuana e spaccio di hashish M.P., quarantatrenne artigiano del posto con vari precedenti. Nel corso […]

Leggi

Polizia di Stato

FESTA DELL’IMMACOLATA: I CONSIGLI PER METTERSI IN VIAGGIO

07 Dicembre 2018: FONTE – Polizia di Stato – La festività dell’Immacolata Concezione, sabato 8 dicembre, coincide storicamente con l’inizio della stagione sciistica e con l’apertura dei numerosi “mercatini di Natale” in diverse località del Paese. E in questo periodo saranno molte le persone che si metteranno in viaggio soprattutto per raggiungere le località del […]

Leggi

Guardia di Finanza

SEQUESTRATE 30 TONNELLATE DI TABACCHI E 12 ARRESTI

07 Dicembre 2018: FONTE- Guardia di Finanza Comando Provinciale di Napoli – Militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, nella mattinata odierna, hanno dato esecuzione ad una complessa attività di polizia giudiziaria all’esito della quale è stato scoperto un opificio abusivo per la produzione illecita di sigarette di contrabbando e sono stati […]

Leggi

Altre Istituzioni

GRANDE SUCCESSO PER LA XIV EDIZIONE DI WINE FOR SMILE

06 Dicembre 2018: FONTE – FONDAZIONE OPERATION SMILE ITALIA ONLUS – BRIZZI COMUNICAZIONE S.R.L. – 4 dicembre 2018, Circolo Canottieri Aniene L’evento benefico annuale di Operation Smile Italia Onlus è giusto alla XIV edizione   Roma, 6 dicembre 2018 – Il connubio tra vini italiani eccellenti e la solidarietà è tornato martedì sera al Circolo […]

Leggi

GDF NUCLEO SPECIALE POLIZIA VALUTARIA: OPERAZIONE “TRUCK”

GDF NUCLEO SPECIALE POLIZIA VALUTARIA: OPERAZIONE "TRUCK"

10 Agosto 2018: FONTE – Guardia di Finanza NUCLEO SPECIALE POLIZIA VALUTARIA –

OPERAZIONE “TRUCK” GUARDIA DI FINANZA: SEQUESTRATO PATRIMONIO IMMOBILIARE DI CIRCA 2 MILIONI DI EURO A IMPRENDITORE VICINO ALLA ‘NDRANGHETA.

Le Fiamme Gialle del Nucleo Speciale Polizia Valutaria di Reggio Calabria, hanno eseguito una misura di prevenzione patrimoniale emessa dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Reggio Calabria su richiesta della locale Procura della Repubblica – Direzione Distrettuale Antimafia, diretta dal Procuratore Giovanni Bombardieri, con il coordinamento del Procuratore Aggiunto Calogero Gaetano Paci e del Sost. Proc. Antonella Crisafulli. La misura di prevenzione – eseguita nei confronti di Pizzichemi Alberto (classe “1970”) imprenditore di Melito di Porto Salvo (RC) e del suo nucleo familiare – ha interessato 10 beni immobili (tra cui appartamenti e terreni siti in Reggio Calabria e Bologna), l’intero complesso aziendale di una rivendita di tabacchi (sita all’interno di un noto centro commerciale bolognese), nonché altre disponibilità finanziarie. Le attività svolte, che hanno preso spunto dallo sviluppo investigativo di alcune segnalazioni di operazioni sospette inviate dagli intermediari bancari e/o finanziari, hanno consentito di dimostrare come il citato imprenditore, operante prevalentemente nel settore degli autotrasporti, operasse nella zona grigia di contiguità alle cosche IAMONTE (attiva nella fascia ionica della provincia reggina) e PIROMALLI (egemone sulla Piana di Gioia Tauro), così come anche emerso da riscontri operati sulle dichiarazioni di alcuni collaborazioni di giustizia, i quali, nel tempo, hanno indicato il proposto quale soggetto vicino alle citate consorterie di ‘ndrangheta. L’imprenditore, seppur formalmente incensurato perché assolto definitivamente dal delitto di associazione mafiosa, è stato ritenuto dal Tribunale Sezione Misure di Prevenzione inserito “in quella zona d’ombra” contigua alle organizzazioni criminali. La Corte di Appello, infatti, ha evidenziato che il Pizzichemi “è un faccendiere che vive ai margini di quella che può essere considerata una zona grigia, fatta di connivenze e collusioni tra mafia, imprenditoria e poteri pubblici”. Inoltre è stato destinatario nel 2010 di rinvio a giudizio per tentata estorsione, mentre nel 2011 è stato segnalato per frode fiscale mediante l’utilizzo e l’emissione di fatture per operazioni inesistenti. A completare il quadro relativo alla pericolosità del soggetto proposto giungono infine le numerosissime frequentazioni con soggetti pregiudicati o con precedenti di polizia per vari reati, tra cui numerosi soggetti contigui o appartenenti a cosche di ‘ndrangheta.

In tale contesto le investigazioni a carattere economico/patrimoniale delegate dalla D.D.A. reggina al IV Gruppo del Nucleo Speciale di Polizia Valutaria ed eseguite attraverso la ricostruzione dei flussi finanziari e delle vicende economiche dell’intero nucleo familiare dell’imprenditore, oltre a delineare la pericolosità sociale qualificata del proposto, hanno consentito di rilevare che gli investimenti dallo stesso effettuati nel tempo erano del tutto sproporzionati rispetto alle fonti di reddito legittimamente realizzate. In particolare i finanzieri hanno ricostruito tutti i redditi prodotti dall’imprenditore e dal suo nucleo familiare a decorrere dall’anno 1991 e, confrontandoli con gli acquisti e con gli investimenti effettuati negli anni, hanno dimostrato la netta sproporzione tra i redditi conseguiti e i beni acquisiti e le somme di denaro accumulate. Alla luce di quanto sopra, la citata Sezione Misure di Prevenzione del locale Tribunale con il provvedimento in esecuzione, ha ora disposto l’applicazione della misura di prevenzione sull’intero patrimonio dell’imprenditore e su tutti i beni a quest’ultimo riconducibili, anche per interposta persona, che allo stato ammontano a circa € 2 milioni. Le attività esecutive del provvedimento emesso dall’A.G. reggina sono state eseguite con la collaborazione dei militari del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Bologna.

TESTO E FOTOGRAFIE DI PROPRIETA’ – Guardia di Finanza NUCLEO SPECIALE POLIZIA VALUTARIA –

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *