Esercito

L’82° COMMEMORA I CADUTI SUL FRONTE RUSSO

17 Gennaio 2019: FONTE – Stato Maggiore Esercito – L’82° Reggimento Fanteria “Torino” commemora il 76° anniversario dei Fatti d’Arme sul Fronte Russo del 1943. ‘82° Reggimento Fanteria “Torino” ha commemorato il 76° anniversario dei Fatti d’Arme di Tscherkowo avvenuti sul fronte russo il 16 gennaio del 1943. In Russia, l’Unità dell’Esercito Italiano, diede prova delle […]

Leggi

Marina Militare

FOTO-NOTIZIA: MARINA MILITARE: BREVETTATI AL COMSUBIN 12 NUOVI INCURSORI

18 Gennaio 2019: FONTE – Marina Militare Comando Marittimo Sud – “L’indossare il basco verde è un segno distintivo carico di responsabilita”, ha detto il Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio Valter Girardelli presente alla cerimonia, rivolto ai neo-incursori, pronti a svolgere le operazioni subacquee, anfibie e terrestri. TESTO E FOTOGRAFIE DI PROPRIETÀ – […]

Leggi

Aeronautica Militare

BAMBINA DI UN MESE TRASPORTATA D'URGENZA DA CAGLIARI A ROMA

17 Gennaio 2019: FONTE – Aeronautica Militare – Tre voli sanitari urgenti in pochi giorni effettuati dall’Aeronautica Militare. Uno dei pazienti è una neonata di un mese di vita Questa mattina una bimba di appena un mese, in gravi condizioni di salute, è stata trasportata, accompagnata dai genitori e da un’equipe medica, da Cagliari a […]

Leggi

 

Video

 

Carabinieri

IL MINISTRO DELLA DIFESA ELISABETTA TRENTA INAUGURA IL MONUMENTO DEDICATO AI 5 CARABINIERI SICILIANI CADUTI A NASSIRIYA.

18 Gennaio 2019: FONTE – Comando Generale Arma dei Carabinieri – Questo pomeriggio, presso la Caserma “A. Bonsignore” di Messina, sede del Comando Interregionale Carabinieri “Culqualber”, il Ministro della Difesa Elisabetta Trenta ha inaugurato il monumento dedicato ai 5 Carabinieri Siciliani caduti a Nassiriya. Alla cerimonia hanno partecipato, con la presenza dei familiari delle vittime […]

Leggi

Polizia di Stato

ISERNIA: OPERAZIONE “LASCIATELI GIOCARE”

18 Gennaio 2019: FONTE – Polizia di Stato – Ancora violenza in una scuola materna: accertati a Isernia circa 150 episodi di maltrattamenti nei confronti di bambini di 2/3 anni commessi da due maestre. Gli uomini della Squadra mobile di Isernia in pochi giorni hanno ricostruito il vissuto quotidiano dei piccoli sui quali le maestre […]

Leggi

Guardia di Finanza

ARRESTI DOMICILIARI PER 2 IMPRENDITORI TOSCANI PER REATI TRIBUTARI E BANCAROTTA FRAUDOLENTA

18 Gennaio 2019: FONTE – Guardia di Finanza Comando Provinciale di Firenze – Dalle prime luci dell’alba, i Finanzieri del Comando Provinciale di Firenze stanno dando esecuzione, nelle province di Firenze, Prato e Livorno e in Campania, a un’ordinanza di misura cautelare personale degli arresti domiciliari, emessa dal Giudice delle Indagini Preliminari presso il Tribunale […]

Leggi

Altre Istituzioni

SANITA’-VIGNALE: TAGLIATI DUE POSTI LETTO PEDIATRI SU TRE. CHIAMPARINO E SAITTA CANCELLANO IL REGINA MARGHERITA E LA SANITA’ PEDIATRICA PIEMONTESE.

15 gennaio 2019: FONTE -Movimento Nazionale per la Sovranità- “Saitta e Chiamparino dopo l’Oftalmico, cancelleranno anche il Regina Margherita e con lui verranno taglieranno ben due posti letto pediatrici ogni tre. Peggio non potevano fare” lo commenta il presidente del Movimento Nazionale per la Sovranità Gian Luca Vignale a margine dell’audizione del sindacato ANAAO ASSOMED […]

Leggi

GDF BERGAMO: SGOMINATA ASSOCIAZIONE PER DELINQUERE DEDITA ALL’EMISSIONE DI FOI E RICICLAGGIO

GDF BERGAMO: SGOMINATA ASSOCIAZIONE PER DELINQUERE DEDITA ALL’EMISSIONE DI FOI E RICICLAGGIO

16 Maggio 2018: FONTE – Guardia di Finanza Comando Provinciale Bergamo –

GUARDIA DI FINANZA: SGOMINATA ASSOCIAZIONE PER DELINQUERE DEDITA ALL’EMISSIONE DI FATTURE FALSE, AL RICICLAGGIO DI DENARO FRUTTO DI EVASIONE, ALLA SOMMINISTRAZIONE ILLECITA DI MANODOPERA. OLTRE 16 MILIONI DI EURO DI FRODE ACCERTATA. ARRESTATI 4 SOGGETTI RITENUTI I PRINCIPALI ARTEFICI DEL SODALIZIO, ALTRI 11 RAGGIUNTI DA MISURE CAUTELARI INTERDITTIVE. SEQUESTRATI CONTANTI E DISPONIBILITA’ SU CONTI CORRENTI.

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Bergamo, coordinati dalla locale Procura della Repubblica, hanno scoperto e disarticolato un’associazione a delinquere attiva nel territorio della Bassa Bergamasca e con propaggini anche in provincia di Milano e Brescia, portando alla luce un giro milionario di fatture false e di riciclaggio nel settore edile. L’attività investigativa condotta dai Finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Bergamo, sotto la direzione del Pubblico Ministero, dott. Davide Palmieri, si è conclusa dopo un anno d’indagini, con l’emissione di 15 misure cautelari, a firma del GIP del Tribunale di Bergamo – dottoressa Ilaria Sanesi –. Sono 4 le persone finite in carcere e 11 quelle raggiunte da provvedimenti quali il divieto di esercitare impresa e l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Nel corso delle operazioni sono stati sequestrati oltre 330 mila euro, tra denaro contante e disponibilità su conti correnti. In particolare, l’organizzazione criminale indagata è accusata di aver costituito una fitta rete di società cosiddette “cartiere”, tutte intestate a prestanome, 7 con sede dichiarata in Italia e 6 in Slovenia, create allo scopo di emettere fatture false. Documenti riferiti ad operazioni inesistenti annotati in contabilità da 15 società, operanti nel settore edile, che in tal modo si sono create costi fittizi, evadendo imposte dirette e IVA per oltre 11 milioni di euro. Inoltre, i Finanzieri hanno scoperto che le società riconducibili al sodalizio sono servite anche per assumere, solo sulla carta, numerosi dipendenti, avviati a lavorare per altre società, le quali hanno potuto usufruire di manodopera a basso costo, non avendo assunto i lavoratori e non dovendo quindi sostenere per loro i relativi oneri fiscali e previdenziali, rimasti in capo alle “cartiere”. Queste ultime, però, attraverso un meccanismo di false compensazioni, anche in questo caso, non hanno versato ne contributi ne imposte per i dipendenti, con un’evasione di oltre 5 milioni di euro. Le indagini, condotte anche attraverso intercettazioni ambientali, l’approfondimento di segnalazioni di operazioni sospette ed accertamenti bancari, hanno altresì consentito l’identificazione dei complici dell’organizzazione che, a vario titolo, sono accusati per averne agevolato l’illecita attività. In particolare, sono stati individuati sia coloro che, dietro compenso, hanno acconsentito di figurare quali intestatari delle società “cartiere”, sia coloro che sono stati impiegati nell’attività di riciclaggio dei proventi delle fatture false. Questi ultimi, in particolare, attraverso quotidiani prelievi di denaro contante dai conti correnti societari sui quali sono confluiti i pagamenti delle false fatture, provvedevano a restituire l’importo al beneficiario del documento fiscale, decurtato di una percentuale di circa il 20%, costituente il provento illecito per l’organizzazione criminale. I Finanzieri, attraverso pedinamenti e videoriprese e grazie ad una telecamera nascosta in un ufficio di Treviglio, base operativa dell’organizzazione, hanno ricostruito le operazioni di prelievo del denaro in banca, di conteggio e della restituzione dei soldi agli imprenditori. L’attività di servizio condotta dalla Guardia di Finanza di Bergamo s’inquadra nel più ampio dispositivo di polizia economica finanziaria predisposto dal Corpo, finalizzato a contrastare le frodi fiscali ed il riciclaggio dei proventi illeciti derivanti dell’evasione, per salvaguardare l’Erario e gli imprenditori onesti, danneggiati da fenomeni – come quello scoperto – che inquinano il mercato e penalizzano le imprese sane.

TESTO E FOTOGRAFIE DI PROPRIETA’ – Guardia di Finanza Comando Provinciale Bergamo –

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *