Esercito

L’82° COMMEMORA I CADUTI SUL FRONTE RUSSO

17 Gennaio 2019: FONTE – Stato Maggiore Esercito – L’82° Reggimento Fanteria “Torino” commemora il 76° anniversario dei Fatti d’Arme sul Fronte Russo del 1943. ‘82° Reggimento Fanteria “Torino” ha commemorato il 76° anniversario dei Fatti d’Arme di Tscherkowo avvenuti sul fronte russo il 16 gennaio del 1943. In Russia, l’Unità dell’Esercito Italiano, diede prova delle […]

Leggi

Marina Militare

FOTO-NOTIZIA: MARINA MILITARE: BREVETTATI AL COMSUBIN 12 NUOVI INCURSORI

18 Gennaio 2019: FONTE – Marina Militare Comando Marittimo Sud – “L’indossare il basco verde è un segno distintivo carico di responsabilita”, ha detto il Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio Valter Girardelli presente alla cerimonia, rivolto ai neo-incursori, pronti a svolgere le operazioni subacquee, anfibie e terrestri. TESTO E FOTOGRAFIE DI PROPRIETÀ – […]

Leggi

Aeronautica Militare

BAMBINA DI UN MESE TRASPORTATA D'URGENZA DA CAGLIARI A ROMA

17 Gennaio 2019: FONTE – Aeronautica Militare – Tre voli sanitari urgenti in pochi giorni effettuati dall’Aeronautica Militare. Uno dei pazienti è una neonata di un mese di vita Questa mattina una bimba di appena un mese, in gravi condizioni di salute, è stata trasportata, accompagnata dai genitori e da un’equipe medica, da Cagliari a […]

Leggi

 

Video

 

Carabinieri

IL MINISTRO DELLA DIFESA ELISABETTA TRENTA INAUGURA IL MONUMENTO DEDICATO AI 5 CARABINIERI SICILIANI CADUTI A NASSIRIYA.

18 Gennaio 2019: FONTE – Comando Generale Arma dei Carabinieri – Questo pomeriggio, presso la Caserma “A. Bonsignore” di Messina, sede del Comando Interregionale Carabinieri “Culqualber”, il Ministro della Difesa Elisabetta Trenta ha inaugurato il monumento dedicato ai 5 Carabinieri Siciliani caduti a Nassiriya. Alla cerimonia hanno partecipato, con la presenza dei familiari delle vittime […]

Leggi

Polizia di Stato

ISERNIA: OPERAZIONE “LASCIATELI GIOCARE”

18 Gennaio 2019: FONTE – Polizia di Stato – Ancora violenza in una scuola materna: accertati a Isernia circa 150 episodi di maltrattamenti nei confronti di bambini di 2/3 anni commessi da due maestre. Gli uomini della Squadra mobile di Isernia in pochi giorni hanno ricostruito il vissuto quotidiano dei piccoli sui quali le maestre […]

Leggi

Guardia di Finanza

ARRESTI DOMICILIARI PER 2 IMPRENDITORI TOSCANI PER REATI TRIBUTARI E BANCAROTTA FRAUDOLENTA

18 Gennaio 2019: FONTE – Guardia di Finanza Comando Provinciale di Firenze – Dalle prime luci dell’alba, i Finanzieri del Comando Provinciale di Firenze stanno dando esecuzione, nelle province di Firenze, Prato e Livorno e in Campania, a un’ordinanza di misura cautelare personale degli arresti domiciliari, emessa dal Giudice delle Indagini Preliminari presso il Tribunale […]

Leggi

Altre Istituzioni

SANITA’-VIGNALE: TAGLIATI DUE POSTI LETTO PEDIATRI SU TRE. CHIAMPARINO E SAITTA CANCELLANO IL REGINA MARGHERITA E LA SANITA’ PEDIATRICA PIEMONTESE.

15 gennaio 2019: FONTE -Movimento Nazionale per la Sovranità- “Saitta e Chiamparino dopo l’Oftalmico, cancelleranno anche il Regina Margherita e con lui verranno taglieranno ben due posti letto pediatrici ogni tre. Peggio non potevano fare” lo commenta il presidente del Movimento Nazionale per la Sovranità Gian Luca Vignale a margine dell’audizione del sindacato ANAAO ASSOMED […]

Leggi

MISSIONE IN ESTONIA: ESERCITAZIONE NATO RAMESTAIN ALLOY 18-1

MISSIONE IN ESTONIA: ESERCITAZIONE NATO RAMESTAIN ALLOY 18-1

26 Aprile 2018: FONTE – Stato Maggiore Difesa –

Presenti, oltre agli Eurofighter Italiani già impegnati nella missione in Estonia per la Baltic Air Policing, un CAEW ed altri due “Typhoon” italiani

Si è conclusa l’esercitazione NATO “Ramstein Alloy 18-1”, che dal 17 al 18 aprile, in EstoniaLettonia Lituania, ha dato la possibilità agli assetti aerei e di terra, delle Nazioni NATO e di quelle partner, di addestrarsi e di condividere le procedure necessarie all’identificazione ed al supporto di aeromobili in difficoltà o che non seguono le norme previste dal controllo aereo.
Durante la due giorni di esercitazione, sotto la guida del CAOC (Combined Air Operations Centre) NATO di Uedem (DEU) i caccia danesi, italiani, lituani, norvegesi e polacchi, insieme a quelli delle nazioni partner, Svezia e Finlandia, hanno condotto numerose missioni “Air to Air” (Aria-Aria) volte ad ottenere una standardizzazione delle procedure ed a condividere nuove abilità che hanno sicuramente arricchito il bagaglio professionale di tutti gli equipaggi coinvolti.
Insieme agli Eurofighter della Task Force Air 36° Stormo, rischierati in Estonia per la missione NATO di Enhanced Air Policing  sui cieli baltici, in configurazione “Air to Air”, hanno partecipato all’esercitazione anche due ulteriori Eurofighter in versione “Air to Ground” (aria-suolo) che, rischierati sull’aeroporto militare di Ämari con il supporto della Task Force Italiana, hanno svolto attività con le truppe a terra, svolgendo missioni di CAS (Close air Support) in stretto coordinamento con i JTAC (Joint Terminal Attack Controllers).
Un Gulfstream G-550 CAEW (Conformal Airborne Early Warning) in forza all’Aeronautica Militare, un sistema multi-sensore per la supremazia aerea ed il supporto alle forze di terra, ha garantito insieme ad un velivolo AWACS della NATO le funzioni di sorveglianza aerea, comando, controllo e comunicazioni.
L’attività esercitativa, che ha rappresentato il primo impiego dell’assetto CAEW in ambito NATO/coalition, ha dimostrato la piena integrabilità della capacità AEW (Airborne Early Warning) & BM-C2 (Battle Manager-Command & Control) nazionale con quella NATO in uno scenario complesso ed operativamente significativo come quello delle Repubbliche baltiche. In tal senso le capacità del CAEW sono state pienamente integrate nel contesto della Enhanced Baltic Air Policing secondo le procedure operative NATO e secondo gli standard tecnologici dei paesi dell’Alleanza, dimostrando di poter integrare la capacità NATO-AEW mediante l’impiego di un assetto che per caratteristiche tecnologiche e progettuali si evidenzia per efficacia, flessibilità ed economicità di impiego.
Durante l’esercitazione sono state svolte anche missioni di rifornimento in volo, grazie all’utilizzo di un KC-135 della Forza Aerea degli Stati Uniti e sono state svolte anche missioni di ricerca e soccorso con la Forza Armata lettone, a voler significare il grande livello di interoperabilità esistente tra tutti gli assetti della coalizione, sia in aria che a terra.
Il personale e gli assetti italiani assicurano dal mese di gennaio, per un mandato di quattro mesi, l’integrità dello spazio aereo NATO garantendo la difesa aerea dei cieli di Lituania, Estonia e Lettonia, paesi membri dell’Alleanza che non possono provvedere a questo compito con proprie forze, dando vita a quella che nella NATO  viene chiamata in questo caso enhanced Air Policing.
L’attività di Air Policing è condotta sin dal tempo di pace e consiste nella continua sorveglianza e identificazione di tutte le violazioni all’integrità dello spazio aereo NATO alle quali si fa fronte prendendo le appropriate azioni utili a contrastarle, come ad esempio il decollo immediato, in gergo tecnico “scramble”.  

TESTO E FOTOGRAFIE DI PROPRIETA’ – Stato Maggiore Difesa –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *