Esercito

ESERCITO: DA SUBITO LA FATICA PROTAGONISTA DEI CAMPIONATI ALPINI

18 Febbraio 2019: FONTE – Stato Maggiore Esercito – San Candido (BZ) 18 febbraio 2019 – 2100 militari, sette giorni, migliaia di chilometri percorsi sulle piste della Pusteria e del Cadore sono i numeri che riassumono in estrema sintesi i campionati sciistici delle truppe Alpine, giunti alla 71^ edizione, aperti, nella giornata di ieri, dal […]

Leggi

Marina Militare

ISTITUTO GEOGRAFICO MILITARE E ISTITUTO IDROGRAFICO DELLA MARINA, OCCASIONE DI SCAMBIO A GENOVA

18 Febbraio 2019: FONTE – Marina Militare – Un’occasione per rinsaldare l’ultracentenario legame di collaborazione e reciproca stima tra i due Istituti L’Istituto Geografico Militare e l’Idrografico della Marina, organi Cartografici dello Stato italiano, sono un’eccellenza nazionale delle Forze armate e un chiaro esempio di capacità duale e complementare della Difesa in supporto alla comunità civile. I […]

Leggi

Aeronautica Militare

DONNA DISPERSA RECUPERATA DA UN ELICOTTERO DELL’AERONAUTICA MILITARE

09 Febbraio 2019: FONTE – Aeronautica Militare – La donna, un’ottaduenne della provincia di Isernia, è stata rintracciata dagli uomini del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) e recuperata da un elicottero HH139 dell’Aeronautica Militare Un elicottero HH 139 del 85° Centro SAR (Search And Rescue) di Pratica di Mare, dipendente dal 15° […]

Leggi

 

Video

 

Carabinieri

IL 7° NUCLEO ELICOTTERI CARABINIERI DI PONTECAGNANO (SA)

18 Febbraio 2019: FONTE – Raffaele Fusilli/Stella d’Italia News –

Leggi

Polizia di Stato

IMMIGRAZIONE CLANDESTINA: 11 ARRESTI A TORINO

16 Febbraio 2019: FONTE – Polizia di Stato – Facevano entrare clandestinamente stranieri in Italia principalmente in Sicilia e Sardegna, curando il loro spostamento fin verso le mete del nord Europa, garantendo loro anche un alloggio temporaneo e documenti falsi. Undici persone sono state arrestate questa mattina dai poliziotti della Squadra mobile di Torino, in collaborazione con […]

Leggi

Guardia di Finanza

MAXI OPERAZIONE ANTIDROGA FIORI DI PRIMAVERA - ARRESTATE 27 PERSONE

12 Febbraio 2019: FONTE – Guardia di Finanza Comando Provinciale di        Lecce – Dalle prime luci dell’alba oltre 100 militari del Comando Provinciale di Lecce e del Servizio Centrale Investigazione Criminalità Organizzata di Roma della G. di F., coordinati dalla Direzione Nazionale Antimafia e dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Lecce, sono impegnati in una […]

Leggi

Altre Istituzioni

UNDICIDUE@2019

07 Febbraio 2019: FONTE – Stella d’Italia News – 11 FEBBRAIO 2019 PALAZZO LASCARIS DI VENTIMIGLIA – TORINO, VIA V. ALFIERI 15 “Sappiamo che questo del NUE 112 è un tema molto sentito dai cittadini. Si tratta del recepimento di una Direttiva Europea. Insieme al Ministero dell’Interno stiamo effettuando un’analisi dell’attività svolta in quei territori […]

Leggi

Marina Militare: il Gruppo Operativo Subacquei neutralizza 4 bombe d’aereo al fosforo

Marina Militare: il Gruppo Operativo Subacquei neutralizza 4 bombe d'aereo al fosforo

02 luglio h 17.10 FONTE – Ufficio stampa Marina Militare – Gli uomini del Nucleo S.D.A.I. (Sminamento Difesa Antimezzi Insidiosi) di Comsubin hanno concluso ieri una complicata operazione di bonifica ambientale, rimuovendo quattro ordigni esplosivi nelle acque antistanti il porto di AnconaQuattro bombe d’aereo di fabbricazione statunitense, contenenti fosforo, sono state rinvenute in mare dopo quasi 70 anni dal termine della seconda guerra mondiale. La pericolosità di questi ordigni, data dall’agente chimico al loro interno, impone normalmente la rimozione della spoletta e la successiva distruzione in cava. Questa procedura però non era attuabile a causa dell’elevata corrosione delle parti metalliche delle bombe, che ne impediva la ‘manipolazione’ per la successiva messa in sicurezza. La situazione ha imposto al personale del Gruppo Operativo Subacquei, dislocato presso il Nucleo S.D.A.I. di Ancona, di studiare una soluzione innovativa per bonificare gli ordigni in mare. Con la collaborazione della locale autorità portuale e degli artificieri dell’Esercito, sono state realizzate alcune casse speciali per il contenimento delle bombe – necessarie a mantenerli sempre immersi per non farli reagire con l’ossigeno dell’atmosfera – ed un particolare contenitore metallico per neutralizzarle in sicurezza. Le operazioni di bonifica hanno richiesto una settimana di lavoro, durante la quale gli operatori Subacquei della Marina sono riusciti a portare a termine, in alto mare, la distruzione dei quattro ordigni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *